The Juniper tree

Dal 3 al 21 maggio al Teatro Elfo Puccini, Milano

0
67
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Laila Pozzo

adattamento e regia Elena Russo Arman

con Lorenzo Fontana, Maria Caggianelli Villani, Elena Russo Arman

musiche originali Alessandra Novaga

scene e pupazzi Elena Russo Arman e Saverio Assumma

automi Nando Frigerio,

assistente ai costumi Ortensia Mazzei

suono Luca De Marinis

luci Di Michele Ceglia

produzione Teatro dell’Elfo

Prima Nazionale

——-

Nelle fiabe il male è rappresentato da streghe, orchi, maghi, creature malvagie che cambiano le persone in qualcosa d’altro, infettandole con la propria malvagità. Questa minaccia può annidarsi ovunque, e tanto più è terribile quanto più è nascosta fra le pieghe della vita quotidiana, fra le cose, gli ambienti, le persone che più dovrebbero rassicurarci.

La strega in THE JUNIPER TREE è una matrigna, che non possiede doti magiche ma ossessionata da frustrazioni, rancori e infelicità, riversa il proprio odio su un bambino innocente fino ad ucciderlo. Ed è proprio in questo assassinio che si realizza il suo malefico incantesimo.

Nello spettacolo la vita quotidiana e la magia fiabesca si intrecciano; le musiche di Alessandra Novaga avvolgono i personaggi rendendoli spaventosi e commoventi, letti dallo sguardo di un bambino che in realtà è un pupazzo. La matrigna è interpretata da un attore e in scena fantocci e automi si mescolano a presenze in carne e ossa, per restituire il senso di smarrimento che accompagna il bambino nel suo difficile cammino.

Ma nelle fiabe l’incantesimo può essere rotto da una forza benefica. In THE JUNIPER TREE non ci sono fate buone: c’è una mamma morta prematuramente che, sepolta sotto l’albero che dà il titolo alla storia, veglia sul suo bambino ricordandogli quanto è stato desiderato. E poi c’è la sorellastra Marilena, testimone e vittima inconsapevole, che, col suo amore incondizionato, aiuterà il fratello a sciogliere l’incantesimo e a compiere il proprio destino. Questo ci insegna la favola: che ci sono molte opportunità positive, che la vita è difficile ma bisogna saper cogliere queste opportunità, e soprattutto riconoscere il male e combatterlo con l’intelligenza, con il cuore gentile e con il coraggio. Il compiersi del proprio destino, il trovare la propria strada però non avviene mai da soli, ma dall’unione, dal sostegno e dall’amore di chi ci sta accanto.

——-

ELFO PUCCINI

corso Buenos Aires 33 – MAR-SAB ore 19.30, DOM ore 15.30 – Prezzi: intero € 32.50 / martedì posto unico € 21.50 / rid. giovani e anziani € 17 – Info e prenotazioni: tel. 02/0066.06.06, www.elfo.org

LEAVE A REPLY