Estate Tabacchi 2017

Dal 16 giugno al 25 agosto presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Milano

0
172
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dal 16 giugno al 25 agosto 2017 (dal martedì al venerdì alle ore 21.00) presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta ESTATE TABACCHI 2017, il ritorno della più bella rassegna estiva di Milano con i migliori film della stagione 2016-2017, incursioni musicali negli anni Settanta, proiezioni di film muti con accompagnamento musicale live e aperitivi sulla Terrazza MIC.

Per un’estate di grande cinema, musica live e nuovi spazi da vivere.

39 serate per due mesi e mezzo di programmazione per riproporre i migliori film usciti nella stagione 2016-2017 nell’ideale sede di Manifattura Tabacchi, un luogo che, attraverso la presenza di Fondazione Cineteca Italiana, col suo Museo Interattivo, il laboratorio e l’archivio film, del CSC Lombardia e della Civica Scuola di Cinema e Televisione di Milano, costituisce il più importante polo di cultura cinematografica di Milano e della Lombardia.

Tante le novità di quest’anno.

Tutti i mercoledì sera il film in programma sarà preceduto da un aperitivo che il pubblico potrà gustare sulla Terrazza MIC, proprio sopra la sala cinematografica, con delicati tramezzini offerti da Tramè – Original Venetian Sandwiches e degustazioni di vini offerti da Vinicola Enoteca (viale Suzzani 88, Milano).

Da non perdere i Muti sotto le stelle, 5 appuntamenti con i film muti proiettati dalle ore 22.00 sulla Terrazza MIC con accompagnamento musicale dal vivo, per gustare il cinema classico sotto la magia del cielo stellato: La carne e il diavolo (1927) di Clarence Brown, Berlino – Sinfonia di una grande città (1927) di Walter Ruttmann, La scala di Satana (1929) di Benjamin Christensen, Il monello (1921) di Charlie Chaplin e l’omaggio al cinema muto Blancanieves (2013) di Pablo Berger, un audace dramma di gelosia, amore e morte che reinventa la nota favola dei fratelli Grimm.

Inoltre, in occasione del nuovo allestimento dell’Archivio Storico dei Film 70 GIRI DI BALLO – nuovo percorso multimediale con elementi di Realtà aumentata alla scoperta dei capolavori girati negli anni Settanta, con un’attenzione particolare al genere del musical in programma 4 appuntamenti con i film musical degli anni Settanta proiettati nella sala cinema per festeggiare i 70 anni di Fondazione Cineteca Italiana: Tommy (1975) di Ken Russel, Jesus Christ Superstar (1973) di Norman Jewison, Hair (1979) di Milos Forman e Cabaret (1972) di Bob Fosse.

La proposta di film della passata stagione è davvero ricca, a partire dal cinema italiano, con: Lasciati andare (2017) di Francesco Amato, con un inedito ma sempre grandioso Toni Servillo qui nei panni di uno psicoanalista alle prese con una estrosa personal trainer che gli rivoluzionerà la vita; La tenerezza (2017), dove Gianni Amelio torna a indagare l’animo umano e lo fa attraverso il tema della paternità, dell’abbandono e del rapporto adulto-bambino; Sole cuore amore (2017) di Daniele Vicari, struggente scorcio di vite schiacciate dalla crisi che ogni giorno lottano per la propria dignità e felicità; Indivisibili (2016) di Edoardo De Angelis, un’opera potente e coraggiosa, in cui la realtà dell’hinterland casertano diventa teatro del mondo grazie allo sguardo visionario del regista; L’ora legale (2017) di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, commedia sul malcostume italiano e Fai bei sogni (2016) di Marco Bellocchio, con Valerio Mastrandrea, trasposizione cinematografica dell’omonimo Bestseller di Massimo Gramellini.

Fra i più apprezzati titoli americani, Estate Tabacchi propone: The Founder (2016) di John Lee Hancock, la storia delle origini del colosso McDonald’s; Sully (2016) di Clint Eastwood, che racconta le vicende del pilota Sullenberger, che riuscì a salvare tutti i passeggeri a bordo del suo aereo in avaria planando sull’Hudson finendo ingiustamente sotto processo; il bellissimo Manchester by the Sea (2016) di Kenneth Lonergan, film che si è guadagnato due statuette agli Oscar 2017, una come Miglior Sceneggiatura Originale e l’altra, per Casey Affleck, come Miglior Attore Protagonista; Arrival (2017) di Denis Villeneuve, avvincente e insieme filosofico dramma fantascientifico e utopico che ha fatto incetta di premi internazionali; Paterson (2016), ultimo e bellissimo film di Jim Jarmush, storia di una coppia fra ambizioni, amore, sogni e poesie appuntate su un taccuino; Captain Fantastic ( 2016) di Matt Ross, opera vincitrice del Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma e premiato a Cannes nella sezione Un Certain Regard, con protagonista il bravissimo Viggo Mortensen, che interpreta il padre di una famiglia poco convenzionale; il meraviglioso La La Land (2016) di Damien Chazelle con Ryan Gosling e Emma Stone, che ha incantato il Festival di Venezia e ha ottenuto ben sei Premi Oscar 2017 (con 14 nominations, un record che non accadeva dai tempi dell’uscita in sala del kolossal Titanic), un omaggio ai musical dell’età dell’oro di Hollywood; la trasposizione di Tim Burton del primo capitolo della trilogia di successo Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (2016); La ragazza del treno (2016), diretto da Tate Taylor, che traspone in modo magistrale il celebre romanzo di Paula Hawkins; Moonlight (2016) di Barry Jenkins, vincitore del premio Oscar per il Miglior Film, Miglior Attore non protagonista e Miglior Sceneggiatura Originale, che racconta l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta di Chiron, un ragazzo di colore cresciuto nei sobborghi difficili di Miami, che cerca faticosamente di trovare il suo posto del mondo; Il diritto di contare (2017) di Theodore Melfi, che dà voce alle figure nascoste di tre scienziate afro-americane che con il loro coraggio e determinazione hanno rivoluzionato gli studi alla NASA; Passengers (2016) di Morten Tyldum, storia d’amore “claustrofobica” che si svolge tutta su una navicella spaziale che dovrebbe portare i passeggeri su un nuovo pianeta da colonizzare.

Dei più originali film provenienti dall’Europa e dal resto del mondo, in calendario: Agnus Dei (2016) di Anne Fontaine, ambientato nel 1945 in un convento in Polonia, film corale interpretato in modo meraviglioso; Io, Daniel Blake (2016) di Ken Loach, film vincitore della Palma d’Oro al Festival di Cannes 2016 e del Premio del Pubblico al Festival di Locarno, ispirato a fatti realmente accaduti, che racconta con straordinaria potenza narrativa l’incontro di due persone costrette dallo stato sociale britannico ad arrabattarsi per sopravvivere; A United Kingdom (2016) di Amma Asante, tratto da una storia vera; Il medico di campagna (2016) di Thomas Lilti, con protagonista François Cluzet, attore amato dal pubblico in Quasi amici, che qui interpreta un medico devoto al proprio lavoro in una storia di grande empatia e umanità; In viaggio con Jacqueline (2016) di Mohamed Hamidi, sorprendente avventura che condurrà Fatah, piccolo coltivatore algerino, ad intraprendere un viaggio attraverso la Francia con la sua amata mucca Jacqueline; La cura del benessere (2017) di Gore Verbinski, ambientato in una Spa dove niente è come sembra; Florence (2016) di Stephen Frears, con protagonista l’attrice premio Oscar Meryl Streep, che interpreta Florence Foster Jenkins, una donna dell’alta società nella New York anni ’40 divenuta famosa per la sua assoluta mancanza di doti canore; La notte che mia madre ammazzò mio padre (2016) di Inés Parìs, esilarante intreccio che mescola Agatha Christie e il più brillante humor spagnolo; Elle (2016) di Paul Verhoeven, film ad alta tensione con protagonista una Isabelle Huppert strepitosa; l’ultimo titolo del regista-poeta finlandese Aki Kaurismäki, L’altro volto della speranza (2017) che, giunto al suo 17esimo film, lascia ancora a bocca aperta per la sua contagiosa grazia. Il film, premiato al Festival di Berlino, intreccia in modo originale, poetico e ironico la vita di un ragazzo siriano in fuga da Aleppo, e quella di un maturo commesso viaggiatore finlandese. In programma, poi, Sing Street (2016) di John Carney, ambientato nella Dublino degli anni ’80 con protagonista il quattordicenne Cosmo; Libere, disobbedienti, innamorate (2016) di Maysaloun Hamoud, la storia dell’amicizia fra tre donne palestinesi a Tel Aviv, un ritratto di una generazione disorientata che ha ricevuto numerosi premi in festival internazionali; Le cose che verranno (2016) della regista francese Mia Hansen-Løve, Orso d’argento per la miglior regia al Festival di Berlino, un racconto intimo, pieno di grazia, intelligenza e ironia, che mette in scena la lenta ricostruzione dell’identità di una donna matura (interpretata magistralmente da Isabelle Huppert) che accetta con serenità il nuovo ruolo di nonna e le sfide del tempo che passa; Lion (2016) di Garth Davis, tratto dalla incredibile storia vera del piccolo Saroo, che a soli cinque anni perse la strada di casa e la ritrovò solo venticinque anni dopo e, infine, Ritratto di famiglia con tempesta (2016), dove il regista Kore’eda Hirokazu realizza l’ennesimo affresco di famiglia in un’opera meravigliosa.

In programma inoltre due film d’animazione: il giapponese Your Name (2016) di Makoto Shinkai, campione d’incassi in Giappone, film emozionante e imperdibile, storia piena di connessioni e riferimenti che indaga i sogni, le identità e le esperienze di un ragazzo e una ragazza che si “scambiano”, e La tartaruga rossa (2016) di Michaël Dudok de Wit, prodotto dal famosissimo Studio Ghibli, un’opera semplice e metaforica che disegna la vita attraverso le sue tappe ed esprime un rispetto profondo per la natura e l’umanità.

————

INFO

info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it / T 02 87242114

Cineteca Milano @cinetecamilano

————

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI DI ESTATE TABACCHI

Biglietto d’ingresso intero: € 6,50

Biglietto d’ingresso ridotto: € 5,00 

In caso di pioggia gli eventi sulla Terrazza MIC saranno cancellati

Per gli Aperitivi in Terrazza si ringrazia Tramè – Original Venetian Sandwiches e Vinicola Enoteca.

 

LEAVE A REPLY