Teatro Parioli Peppino De Filippo di Roma, la nuova stagione 2017/2018

Luigi De Filippo, Alessandro Benvenuti, Valeria Fabrizi e Corrado Tedeschi: fra classici e drammaturgia contemporanea, il Parioli lancia la stagione Nuovi Scenari

0
346
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Non solo spettacoli, ma vere e proprie esperienze ed eventi: non è un caso che la nuova stagione del Teatro Parioli 2017/18 si presenti come Nuovi Scenari, con il chiaro intento di segnare un punto di svolta nella sua offerta culturale che si rinnova e si amplia.

Al sesto di direzione artistica, Luigi De Filippo propone una cartellone in cui accanto agli spettacoli classici convivono, senza stridere, spettacoli contemporanei, musica dal vivo, spettacoli per famiglie, eventi per bambini, matinée per studenti proseguendo nel solco delle precedenti stagioni con l’intento di ampliare la già ricca offerta culturale.

Undici gli spettacoli in un cartellone che si arricchisce di attività collaterali, dal format ideato e coordinato dalla dottoressa Elisa Greco, La storia a processo, processi messi in scena sui più controversi personaggi della storia moderna, alla compagnia TeatroNovanta che intratterrà le famiglie e le scuole con Il gatto con gli stivali, Alice nel Paese delle Meraviglie e Pinocchio al Parioli Multimediale rilettura moderna di Luciano Roman che ripropone per le scuole I Promessi Sposi e Inferno.

Dopo la riapertura del Teatro a settembre con un mese di concerti organizzati dalla Leave Music, la nuova stagione del Parioli si inaugura il 24 ottobre Poker, testo crudele e divertente di Patrick Marber (autore di culto di Closer) interpretato da Francesco Montanari.

Doppio appuntamento con Alessandro Benvenuti che sarà protagonista de L’avaro di Molière nella rilettura moderna di Ugo Chiti (dal 7 novembre) e della commedia Benvenuti in casa Gori, commedia esilarante su un pranzo di Natale realmente accaduto il 25 dicembre del 1986 a casa della famiglia Gori che andrà in scena a dicembre. 


Il Parioli punta alla commedia brillante con Sabbie mobili con Roberto Ciufoli, Max Pisu e Nino Formicola, il grande Gaspare. L’inedito trio comico, diretto da Alessandro Benvenuti (in scena a novembre), sul quartetto di attori formato da Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Nini Salerno, e Antonella Elia, protagonisti de Il più brutto weekend della nostra vita di Norm Foster su due sentimenti tanto opposti quanto complementari, amore e odio (in scena ad aprile).

Anna Galiena e Corrado Tedeschi sono i protagonisti della commedia scritta da Josiane Balasko, Notte di follia, incontro sui generis fra una ex galeotta e un presentatore televisivo in decadenza (a gennaio). Spazio alla drammaturgia contemporanea con Griselidis: diario di una prostituta, testo di Coraly Zahonero interpretato da Serra Yilmaz (attrice feticcio di Ozpetek) che racconta con tocco verista l’approccio del cliente con una prostituta.

Valeria Fabrizi e Simona Marchini sono le protagoniste di Due civette sul comò del premio Pulitzer David Lindsay Abaire che racconta la storia di due signore anziane che passano le loro giornate tra ripicche e battibecchi (a dicembre).

Torna anche l’operetta, apprezzatissima dal pubblico del Parioli con la Compagnia italiana di operette che propone il classico La vedova allegra di Lèhar (a gennaio) e La duchessa di Chicago con le musiche di George Gershwin (a febbraio).

Valentina Lodovini e Ivano Marescotti diretti da Gabriele Guidi saranno invece i protagonisti di I have a dream, spettacolo – monologo che da Demostene a Martin Luther King passa in rassegna i grandi discorsi che hanno cambiato il corso della storia (a marzo).

Ad aprile il maestro Luigi De Filippo sarà protagonista di un toccante ritratto della storia della sua famiglia in De Filippo racconta De Filippo: attraverso il racconta di Luigi De Filippo, il pubblico potrà scoprire tutti i segreti della “famiglia reale del teatro italiano” mentre dal 26 dicembre riproporrà nella duoplice veste di regista e attore il classico di Eduardo, Natale in casa Cupiello.

Quest’anno ad accogliere gli spettatori in sala, nel foyer del Parioli la mostra fotografica permanente dal titolo “Portraits”. 

LEAVE A REPLY