Teatro Carcano (Milano): ecco la nuova stagione 2017/2018

0
166
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Tommaso Le Pera

Il Teatro Carcano è una casa aperta da duecentoquattordici anni, con alterne vicende ma con una presenza sempre vivace e operosa nella comunità milanese. Noi tutti,  che abbiamo preso l’impegno di continuare questi duecento anni di storia, vogliamo che il nostro teatro entri nelle abitudini quotidiane dei nostri concittadini, diventando una delle case nelle quali Milano si riconosce.

Facciamo nostra la nuova idea di teatro che si è andata affermando in questi anni, proponendoci come luogo di incontri, scambi, opportunità, una piazza di presenze fisiche e tangibili contrapposta idealmente alla piazza mediatica; un posto dove tutti si sentano a proprio agio e tornino volentieri. Una casa, insomma. O, come quest’anno ci piace dire, una casa chiamata teatro.

Il variegato cartellone 2017/18 del Carcano propone prosa classica e contemporanea, approfondimenti culturali, danza contemporanea, teatro ragazzi, teatro musicale. In più di un caso, nella sua composizione abbiamo cercato la continuità di rapporti felicemente instaurati nel recente passato e che intendiamo intensificare nel prossimo futuro. Come la scorsa stagione, vengono mantenute le sezioni che raggruppano le varie proposte, ciascuna denominata con un titolo.

Tempo passato, nostalgia del futuro – LA PROSA. Comprende undici tra classici declinati secondo una sensibilità contemporanea e testi dei nostri giorni, leggeri o drammatici.

In evidenza le produzioni/coproduzioni targate Carcano: IL VIAGGIO DI ENEA di Olivier Kemeid realizzato con il Teatro di Roma -Teatro Nazionale e diretto da Emanuela Giordano. Ad interpretare nel ruolo di Enea questo “racconto poetico delle migrazioni” il talentuoso e pluripremiato Fausto Russo Alesi; IL MERCANTE DI VENEZIA da William Shakespeare con Davide Lorenzo Palla, che firma lo spettacolo insieme al regista Riccardo Mallus: festeggiamo il loro ritorno dopo un Otello accolto con grandi ovazioni; LA BISBETICA DOMATA – ancora uno Shakespeare – prodotto con LuganoinScena. Lo spettacolo è diretto da Andrea Chiodi e interpretato, tra gli altri, da Tindaro Granata, due tra gli artefici di una “Locandiera” che lo scorso anno ci ha dato enormi soddisfazioni; tratto da Pluto di Aristofane, DIO PLUTO di Jurij Ferrini: una garanzia in fatto di classici riletti con brio, intelligenza e sensibilità; per ultimo ma non ultimo, in trasferta al Teatro Martinitt, PRESTAZIONE OCCASIONALE, commedia ad alto tasso di nevrosi e ironia scritta e diretta da Francesco Brandi.

Per le ospitalità: l’applauditissima FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo diretta da Liliana Cavani, con Mariangela D’Abbraccio e Geppy Gleijeses in gara di bravura; IL BORGHESE GENTILUOMO di Moliére diretto da Armando Pugliese, con un Emilio Solfrizzi comicamente irresistibile; l’intrigante thriller di Edoardo Erba ROSALYN interpretato da due beniamine del pubblico teatrale e televisivo, Marina Massironi e Alessandra Faiella, dirette da Serena Sinigaglia; l’inquietante e misterioso VENERE IN PELLICCIA di David Ives, ispirato all’omonimo libro di Leopold von Sacher-Masoch: una sexy dark comedy con Sabrina Impacciatore e Valter Malosti (anche regista); il giallo capolavoro di Agatha Christie DIECI PICCOLI INDIANI … E NON RIMASE NESSUNO!, che schiera sul palco un nutrito drappello di pezzi da novanta tra i quali Ivana Monti, Mattia Sbragia, Luciano Virgilio; HUMAN, ovvero un altro punto di vista sul drammatico tema delle migrazioni, di e con Marco Baliani e Lella Costa; LA VEDOVA SCALTRA di Goldoni, interpretata dai giovani e popolarissimi Francesca Inaudi e Giuseppe Zeno diretti da Gianluca Guidi; CHE DISASTRO DI COMMEDIA, un fuoco di fila di battute comiche e situazioni sgangheratamente esilaranti che metterà KO – in senso buono – il pubblico.

DANZA, MUSICAL e dintorni Quattro e tutti italiani gli appuntamenti di danza contemporanea, iniziando da CARMEN, focoso allestimento del Balletto del Sud coreografato da Fredy Franzutti su musiche di Bizet e altri autori francesi; per le feste di fine anno il titolo natalizio per antonomasia, LO SCHIACCIANOCI del Balletto di Roma, che beneficia del trattamento moderno e vigoroso del coreografo Massimiliano Volpini; RAVEL PROJECT, trittico su musiche di Maurice Ravel, protagoniste le stelle internazionali Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta; ROSSINI OUVERTURES con Spellbound Contemporary Ballet, energico e suggestivo omaggio alla vita tempestosa e ricca di chiaroscuri di Gioachino Rossini creato da Mauro Astolfi. Per gli appassionati del teatro musicale, doppio appuntamento con la Compagnia Corrado Abbati nell’inossidabile VEDOVA ALLEGRA e nel musical GIGI -Innamorarsi a Parigi.

EX NOVO – Piccola rassegna di un teatro diverso. Di questa rosa di proposte tutte contemporanee, stuzzicanti approfondimenti culturali e allestimenti snelli con organici ridotti fanno parte: A NIGHT IN KINSHASA sul leggendario incontro di boxe Muhammad Ali-George Foreman, con il giornalista sportivo Federico Buffa; HO FINALMENTE CAPITO L’EUROPA, quattro conferenze-spettacolo con Philippe Daverio alla scoperta dell’Europa della cultura; ODISSEA-Un racconto mediterraneo, quattro appuntamenti con la lettura di canti scelti dell’Odissea affidati a grandi affabulatori come Moni Ovadia, Maddalena Crippa, Piergiorgio Odifreddi e Tullio Solenghi; LA NAVE FANTASMA con Bebo Storti e Renato Sarti, rievocazione di un tragico naufragio di migranti degli anni Novanta. Sono comprese anche le produzioni Carcano IL MERCANTE DI VENEZIA e PRESTAZIONE OCCASIONALE e tre appuntamenti dedicati alle scuole, con programmazione diurna: PLAYGROUND, progetto su sport e cultura con Kataklò Athletic Dance Theatre e la partecipazione straordinaria del campione di pallavolo Andrea Zorzi; cinque titoli dal repertorio di TeatroinMatematica a cura di Maria Eugenia D’Aquino; UN ALT(R)O EVEREST di e con Mattia Fabris e Jacopo Maria Bicocchi, racconto di una scalata che cambierà due vite.

BAMBINI, A TEATRO! La compagnia Fantateatro sarà in scena con IL CANTO DI NATALE-Il musical il 27 e 28 dicembre pomeriggio e – novità della stagione– con tre appuntamenti dedicati ai più piccoli e alle famiglie alla domenica mattina. In programma anche numerose recite riservate alle scuole.

V.I.P. Venite In Periferia Iniziata la stagione scorsa con la programmazione di Chinglish al Teatro Ringhiera, prosegue la collaborazione del Carcano con realtà cittadine più decentrate ma artisticamente vitalissime. Il Teatro Martinitt ospiterà PRESTAZIONE OCCASIONALE, produzione targata Carcano scritta e diretta da Francesco Brandi.

——–

TEMPO PASSATO, NOSTALGIA DEL FUTURO – LA PROSA

Il suo debutto al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 2016 è stato salutato da un’interminabile standing ovation. FILUMENA MARTURANO di Eduardo De Filippo è un banco di prova per attori da far tremare i polsi. Mariangela D’Abbraccio, una feroce e decisa Filumena, quasi una Medea all’italiana, e Geppy Gleijeses, uno struggente e smarrito Domenico Soriano, hanno messo d’accordo critica e pubblico, egualmente entusiasti. La regia è firmata dalla grande cineasta Liliana Cavani (18-29 ottobre 2017).

Anche il Borghese gentiluomo, alla pari con gli altri personaggi del teatro comico di Moliére come l’avaro, il malato immaginario, l’ipocrita Tartufo, è un archetipo: un modello esemplare del nuovo ricco, dell’arrampicatore sociale che pretende di comperare con il denaro i meriti e le qualità che non avrà mai. Irresistibile protagonista Emilio Solfrizzi affiancato da una scatenata compagnia. La regia è di Armando Pugliese (7-19 novembre 2017).

Importante e impegnativa produzione realizzata in collaborazione dal Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano e dal Teatro di Roma-Teatro Nazionale, IL VIAGGIO DI ENEA è il racconto poetico delle migrazioni. La storia ricalca quella dell’autore, Olivier Kemeid, la cui famiglia emigrò dall’Egitto al Canada tra mille difficoltà. Ispirandosi alle peregrinazioni di Enea raccontate da Virgilio, Kemeid racconta l’esodo biblico che cambierà il volto dell’Europa scegliendo come narratori chi è costretto a partire, con un ironico capovolgimento dei ruoli in cui i neri sono al posto dei bianchi e viceversa. Diretto da Emanuela Giordano, è uno spettacolo vivo e pulsante, che produce riflessioni ed emozioni a catena. Nel ruolo del titolo uno dei talenti più autentici della scena italiana, Fausto Russo Alesi; accanto a lui, tra gli altri, Alessio Vassallo, Roberta Caronia, Carlo Ragone (22 novembre – 3 dicembre 2017).

ROSALYN è un thriller psicologico che avvince e disorienta, ricco di colpi di scena e sostenuto dalla scrittura incalzante di Edoardo Erba. Ad interpretarlo le divertenti, beffarde, misteriose Marina Massironi e Alessandra Faiella dirette da Serena Sinigaglia (11 -21 gennaio 2018).

Ispirato all’omonimo libro di Leopold von Sacher-Masoch, VENERE IN PELLICCIA è un ambiguo gioco teatrale a due personaggi fatto di seduzione, sesso e potere che lascia gli spettatori ostaggio di un finale enigmatico e misterioso. Ad interpretare per la prima volta in Italia questa sexy dark comedy (pluripremiata a Broadway con svariati Tony Award e trasposta per il cinema da Roman Polanski) Sabrina Impacciatore e Valter Malosti, anche regista. (25 gennaio-4 febbraio 2018).

LA BISBETICA DOMATA è una delle prime commedie di Shakespeare, forse la più contorta e discussa, divertente per l’intreccio tra amore, interesse, finzione, rapporti falsati. Il regista Andrea Chiodi sceglie il gioco elisabettiano del travestimento per la sua messinscena che vedrà come interpreti principali i due Premi Ubu Tindaro Granata e Angelo Di Genio con Christian La Rosa e Igor Horvat. Produzione LuganoInScena-Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano (7-18 febbraio 2018).

Un’isola deserta, dieci sconosciuti invitati a vario titolo, una filastrocca infantile e una sequela di morti violente e misteriose: questi gli ingredienti di DIECI PICCOLI INDIANI … E NON RIMASE NESSUNO!, capolavoro letterario di Agatha Christie. Piena di intrigo e di suspense, la vicenda trova il suo apice in un finale tra i più elettrizzanti e spiazzanti mai scritti. L’edizione diretta dal regista spagnolo Ricard Reguant vanta un cast eccellente formato da dieci attori di diversa generazione e formazione per la prima volta tutti insieme, tra i quali Ivana Monti, Mattia Sbragia, Luciano Virgilio, Pietro Bontempo, Carlo Simoni (20 febbraio-4 marzo 2018).

Basta il titolo, la parola HUMAN sbarrata da una linea nera che l’attraversa, come a significare la presenza dell’umano e al tempo stesso la sua possibile negazione, a spiegare la cifra dello spettacolo. Partendo anche in questo caso dall’Eneide, accostata al mito di Ero e Leandro, gli amanti separati dal fiume Ellesponto, Marco Baliani e Lella Costa – autori e interpreti principali– hanno realizzato un spettacolo che spiazza, inquieta e pone domande. La regia è di Marco Baliani (6-11 marzo 2018).

DIO PLUTO, tratto da Pluto, celebre commedia di Aristofane, prende il nome dal dio greco della ricchezza ed ha come argomento la diseguale distribuzione del denaro tra gli uomini, movente principale delle azioni umane oggi come ieri. Agile, divertente e graffiante grazie ad una riscrittura in chiave allegorica, offre esilaranti spunti di riflessione sulla situazione economica del nostro paese e non solo. Jurij Ferrini, regista e interprete con gli attori della sua Compagnia, promette che si riderà fino alle lacrime! Lo spettacolo è prodotto da Progetto U.R.T. e Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano(14-25 marzo 2018).

Protagonista de LA VEDOVA SCALTRA è Rosaura, una bella vedova che non esita a travestirsi per mettere alla prova la fedeltà di quattro pretendenti di nazionalità diverse. A chi concederà la sua mano? Goldoni tratteggia un personaggio femminile di rara arguzia e intelligenza, sorprendentemente moderno per la sua intraprendenza e razionalità. Sul palco due volti noti al pubblico del cinema e della tv, oltre che del teatro: Francesca Inaudi e Giuseppe Zeno, diretti da Gianluca Guidi (12-22 aprile 2018).

La stagione di prosa si conclude con le risate clamorose di CHE DISASTRO DI COMMEDIA, successo planetario a firma degli inglesi Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields; protagonisti un gruppo sgangherato di attori, un regista senza talento, una scenografia che non sta in piedi, un testo senza senso. Uno strepitoso “pasticcio teatrale” che mette insieme il gioco del teatro nel teatro di Rumori fuori scena e la comicità irriverente dei Monty Python. Con Gabriele Pignotta, Luca Basile, Alessandro Marverti e la regia di Mark Bell (2-13 maggio 2018).

——–

EX NOVO – Piccola rassegna di un teatro diverso

Ad inaugurare la stagione 2017/18 A NIGHT IN KINSHASA. Il noto giornalista sportivo Federico Buffa (anche autore con Maria Elisabetta Marelli) ripercorre l’epico match tra Muhammad Ali e George Foreman del 30 ottobre 1974 a Kinshasa (Congo) in cui Ali riconquistò la corona mondiale dei pesi massimi: un incontro epocale che parla di riscatto sociale, di pace, di diritti civili. Regia di Maria Elisabetta Marelli (11-15 ottobre 2017).

Il celebre critico d’arte e scrittore Philippe Daverio sarà sul palco per quattro lunedì con HO FINALMENTE CAPITO L’EUROPA, quattro conferenze-spettacolo sull’Europa e il bagaglio culturale che accomuna i suoi popoli, dalla gastronomia alle arti visive e musica, dalla filosofia alle scienze (23 ottobre e 27 novembre 2017- 29 gennaio e 19 marzo 2018).

Quattro anche i lunedì dedicati a ODISSEA-Un racconto mediterraneo, un progetto ideato e diretta da Sergio Maifredi, un percorso intorno a canti scelti dell’Odissea, restituiti alla narrazione orale da parte di un cantore vivo e in carne ed ossa di fronte agli spettatori. Sul palco quattro personaggi d’eccezione accomunati dalla capacità e voglia di comunicare direttamente, senza filtri o effetti speciali: Moni Ovadia (Canto XXI-6 novembre 2017); Maddalena Crippa (Canto XXIII-12 febbraio 2018); Piergiorgio Odifreddi (Canto XII-5 marzo 2018), Tullio Solenghi (Canto XIX-9 aprile 2018).

Davide Lorenzo Palla firma con il regista Riccardo Mallus la nuova produzione Carcano IL MERCANTE DI VENEZIA da William Shakespeare. Le vicissitudini di Shylock e del mercante Antonio prendono vita nell’immaginazione del pubblico grazie alla narrazione, al coinvolgimento degli spettatori, alla musica dal vivo e alla recitazione di alcuni brani del testo originale in cui l’attore-mattatore dispiega tutto il suo virtuosismo (14-17 dicembre 2017).

LA NAVE FANTASMA, scritto da Giovanni Maria Bellu, Renato Sarti e Bebo Storti, è una sorta di cabaret tragico, estremo e scioccante che coinvolgerà il pubblico nella rievocazione del naufragio di Natale del 1996, quando al largo delle coste siciliane un piccolo battello carico di migranti dall’Oriente affondò causando 283 vittime. Sul palco, gli stessi Sarti (anche regista) e Storti. (10 gennaio 2018).

——–

DANZA, MUSICAL e dintorni

Calde atmosfere e interpreti magistrali per la CARMEN creata da Fredy Franzutti per il Balletto del Sud. Sulle popolarissime note di Georges Bizet, cui sono accostati brani di Albéniz, Chabrier e Massenet, all’interno di un impianto scenografico operistico e vestiti da bellissimi costumi, i ballerini saranno impegnati in uno spettacolo di grande impatto visivo, che trascina ed emoziona (4 e 5 gennaio 2018).

Il consueto appuntamento di fine anno con la danza è affidato ad uno degli ensemble italiani più prestigiosi – il Balletto di Roma – che affronterà la coreografia natalizia per eccellenza, LO SCHIACCIANOCI di Piotr I. Ciakovskij. La coreografia di Massimiliano Volpini invita lo spettatore ad osservare la fiaba da una nuova prospettiva, più fresca, vitale, contemporanea (30 e 31 dicembre 2017– 1 e 2 gennaio 2018).

L’étoile internazionale Sabrina Brazzo e il primo ballerino Andrea Volpintesta, affiancati dai danzatori del loro Jas Art Ballet, saranno i protagonisti di RAVEL PROJECT. In programma un trittico di coreografie su musiche di Maurice Ravel affidate a tre giovani e affermatissimi coreografi: Piano di Massimiliano Volpini, passi a due intimisti sulle note di alcuni lavori per pianoforte; La Valse di Giorgio Azzone, narrazione di vite spericolate condotte sul filo dell’eccesso; Bolero di Francesco Ventriglia, gran finale ipnotico ispirato alle opere di Giorgio De Chirico (7 e 8 aprile 2018).

Apprezzatissimo per l’eccellenza degli interpreti e la versatilità del suo linguaggio coreografico, Spellbound Contemporay Ballet propone ROSSINI OUVERTURES di Mauro Astolfi: energica, seducente e suggestiva, la coreografia è un’esplorazione, sulle celebri note di Gioachino Rossini, di quella “follia organizzata” tra genialità e male di vivere che fu la vita del Cigno di Pesaro (Dal 18 al 20 maggio 2018).

Doppio appuntamento con la Compagnia Corrado Abbati con la classicissima VEDOVA ALLEGRA di Franz Lehár (7 e 8 dicembre 2017) e la nuova produzione del musical GIGI-Innamorarsi a Parigi di Lerner e Loewe, gli autori di My Fair Lady (5 e 6 gennaio 2018).

——–

BAMBINI, A TEATRO!

La programmazione dedicata ai giovanissimi avrà anche quest’anno per protagonista la Compagnia FANTATEATRO che il 27 e 28 dicembre 2017 alle 17 presenterà IL CANTO DI NATALE – Il musical. Novità della stagione Le Fantadomeniche per i più piccoli, triplo appuntamento alla domenica mattina alle 11 con tre fra le favole più celebri: I tre porcellini (14 gennaio 2018), Cappuccetto rosso (25 febbraio 2018), Il gatto con gli stivali (18 marzo 2018). Infine, dedicati alle scuole, in orario mattutino, otto titoli tra testi adatti alla scuola dell’infanzia e primaria e proposte di avvicinamento ai classici d’autore per gli allievi della scuola secondaria di I grado.

V.I.P. Venite In Periferia

Una donna smaniosa di maternità convoca i suoi tre più cari amici chiedendo loro di adoperarsi per renderla madre. Imbarazzo generale, scrupoli, pudori, tante domande… Disperatamente nevrotici, comicamente assurdi, i quattro personaggi di PRESTAZIONE OCCASIONALE ci raccontano una generazione disorientata, priva di ogni punto di riferimento, per cui un figlio diventa l’incarnazione di un riscatto e un diritto da esigere. Scritta e diretta da Francesco Brandi e prodotta dal Teatro Carcano, la commedia è interpretata da Antonella Questa, Massimo Brizi, Corrado Giannetti. (Al Teatro Martinitt di via R. Pitteri, 58 dal 26 aprile al 13 maggio 2018 – recite dal giovedì alla domenica).

——–

È APERTA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI

10 spettacoli a giorno e posto fisso (titoli prefissati)

Intero € 250 – Ridotto per gruppi e over 65 fuori Milano € 190 – Ridotto per over 65 Milano € 150

Riduzioni per chi conferma o acquista l’abbonamento a posto fisso entro il 27 luglio

10, 9 o 6 spettacoli a scelta € 270/€ 252/€ 174 – Riduzioni per over 65 e under 26 ●5 spettacoli di prosa contemporanea (titoli prefissati) – € 112,50 – 4 spettacoli di danza (titoli prefissati) € 90 ●Tessera 4 ingressi per ODISSEA-Un racconto mediterraneo € 50 ●5 spettacoli a scelta per studenti € 65 – per insegnanti € 85

Tessera a scalare a 4 spettacoli a scelta € 120

——–

VENDITA ABBONAMENTI fino a giovedì 27 luglio e da lunedì 4 settembre. Orario: da lunedì a sabato ore 10-18,30. Al botteghino del teatro è già possibile acquistare i biglietti per tutti gli spettacoli in cartellone.

TEATRO CARCANO – Corso di Porta Romana, 63 – 20122 Milano

Tel. 02 55181377– 02 55181362 – info@teatrocarcano.comwww.teatrocarcano.com

LEAVE A REPLY