Microfestival – Festival itinerante transfrontaliero di arte performativa relazionale

Dal 6 all’11 agosto in Friuli Venezia Giulia

0
206
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Un festival itinerante transfrontaliero di arte performativa relazionale per raccontare e dare voce ai territori del paesaggio montano di confine del Friuli Venezia Giulia. Teatro, musica, audio, video, illustrazione, scultura, performance, circo, scenografia: 26 artisti provvenienti dall’Austria, Canada, Italia, Germania, Repubblica Ceca e Slovenia invitati a operare in 6 località alpine: un viaggio fra narrazioni, voci e visioni, una carovana animata da artisti e abitanti.

Dal 6 all’11 agosto le montagne alpine regionali ospiteranno Microfestival, il “laboratorio in tournée” promosso dalla società cooperativa udinese Puntozero con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia.

Il festival toccherà quattro località della regioneDrenchia (Udine), Dordolla (frazione del Comune di Moggio Udinese), Lusevera (Udine) e Stolvizza (frazione del Comune di Resia) – e due località di oltre-confine, Tröpolach (Carinzia) e Volče (Tolmin-Tolmino, Slovenia).

Il progetto, il cui coordinamento artistico è stato affidato all’attore-regista-drammaturgo sandanielese Andrea Collavino, vede la presenza di cinque partner distinti: Circo all’inCirca (Udine), Vada (Klagenfurt), PlanTS (Trieste), Kobilja glava (Drenchia) e Associazione Topolò – Topoluove (Topolò).

Come essenziale prologo alla kermesse vi sarà una vera e propria residenza artistica che si svilupperà dal 31 luglio al 5 agosto 2017, nelle sei località montane coinvolte. Qui ogni gruppo – costituito da artisti che utilizzano approcci differenti – svilupperà un progetto “on site” da presentare la settimana seguente, dal 6 al 9 agosto, durante il festival vero e proprio. Gli artisti invitati lavoreranno e risiederanno dunque a Drenchia, Dordolla, Lusevera, Stolvizza, Tröpolach e Volče, le creazioni che nasceranno saranno permeate dai luoghi e dalle persone incontrate.

Ma la residenza si rivolgerà anche a giovani attori, musicisti, poeti, danzatori, fotografi, scrittori, filmaker, circensi, artisti di strada che abbiano voglia di partecipare a un atto di creazione collettivo in interazione con la gente del posto e con il paesaggio.

Il risultato saranno sei performance della durata indicativa di almeno 15 minuti che verranno presentate al Microfestival.

Due settimane di sperimentazione pura, dunque.

L’idea è quella di muoversi in luoghi “ai margini”, dove più che in altre aree la multiculturalità ha giocato e gioca tuttora un ruolo identitario fondamentale; zone di frontiera, di passaggio e di rifugio, superfici di contatto fra identità culturali e linguistiche differenti: il festival agirà come la navetta di un telaio, tessendo il racconto di un paesaggio transnazionale in una dinamica itinerante, inclusiva e interattiva. Si tratterà di una residenza artistica in movimento dove la pratica dell’ascolto del territorio e la partecipazione dei suoi abitanti sarà una prerogativa fondamentale che ribalterà il classico rapporto spettatore/attore.

Le giornate del festival verranno aperte e chiuse dall’arrivo e dalla partenza dell’unità mobile, un Ape Piaggio che spostandosi di paese in paese fungerà da palco, tribuna, megafono, scena e retroscena. Il mezzo simbolo dei territori montano rurali diventerà così il minimo comune denominatore del festival e al contempo la sua minima infrastruttura. Ad animarla saranno attori teatrali, performer, musicisti, artisti multimediali e gli abitanti stessi.

Il battesimo ufficiale sarà il 6 agosto a Stolvizza, piccola frazione del Comune di Resia, in provincia di Udine. Alle 17 arriverà l’Ape nel paese e il guidatore-attore aprirà ufficialmente il festival. Dalle 17.30 alle 22, nella piazza dove sarà installata l’ape e in altri spazi clou, i gruppi di artisti in residenza saranno chiamati a presentare il proprio lavoro. Al contempo verranno attivate diverse postazioni per esporre contenuti paralleli provenienti anche dal contesto locale. Dalle 19.30 alle 21 si vivrà un momento conviviale con cena-aperitivo in piazza. Dalle 22 alle 23 spazio alla musica. Al termine del concerto l’ape chiuderà i battenti chiudendo di fatto la giornata.

Il programma-base si ripeterà con artisti differenti nelle altre località protagoniste di Microfestival. Ecco le date complete della presentazione del “laboratorio in tournée”: 6 agosto Stolvizza, 7 agosto Lusevera, 8 agosto Drenchia, 9 agosto Volče, 10 agosto Tröpolach e chiusura l’11 agosto a Dordolla.

Le esperienze dei sopralluoghi preliminari, delle residenze e del festival verranno infine raccolte dall’organizzazione in un archivio multimediale online, una piattaforma pubblica composta da mappe, suoni, immagini e video che restituirà un’immagine inedita e complessa dei territori attraversati.

Microfestival gode della preziosa collaborazione di diversi enti:

Per la tappa di Stolvizza: Circolo culturale resiano Rozajanski dum, Associazione culturale Museo della Gente della Val Resia, Associazione culturale Vivistolvizza e Comune di Resia.

Per Lusevera: Centro ricerche culturali Lusevera, Associazione ex-emigranti Lusevera, Museo Etnografico di Lusevera e Comune di Lusevera.

Per Drenchia: Associazione culturale Kobilja Glava e Comune di Drenchia.

Per Volče: Associazione Lukatelce.

Per Tröpolach: Pheldmanbühne.

Per Dordolla: Associazione culturale La Cort dai gjats, Comune di Moggio Udinese e Parco Naturale delle Prealpi Giulie.

——–

MICROFESTIVAL: programma

Domenica 6 agosto_STOLVIZZA

Lunedì 7 agosto_ LUSEVERA

Martedì 8 agosto_DRENCHIA

Mercoledì 9 agosto_VOLČE

Giovedì 10 agosto_TRÖPOLACH

Venerdì 11 agosto_DORDOLLA

Ore 17.00: arrivo dell’Ape-palcoscenico guidata da un attore che inaugura la giornata del festival nel paese

Dalle ore 17.30 alle ore 22.00:

  • i gruppi di artisti in residenza presentano il proprio lavoro.

  • gli artisti locali presentano le performance

Dalle ore 19.30 alle ore 21.00: cena-aperitivo in piazza

Dalle ore 22 alle ore 23.00: concerto, spazio alla musica.

Al termine del concerto l’ape chiuderà i battenti per dirigersi verso la località successiva.

——–

ARTISTI IN RESIDENZA

STOLVIZZA

Kobi Pernull (Tröpolach) TEATRO / MUSICA

Francesca Cogni (Berlino) AUDIO / VIDEO / ILLUSTRAZIONE

Chiara Galesi (Berlino) TEATRO

Gilberto Innocenti (Udine) TEATRO

——–

LUSEVERA

Natalie Norma Fella (Udine) TEATRO

Marie-Helene Massy Emond (Canada) TEATRO / MUSICA

Todosch Schlopsnies (Berlino) TEATRO / MUSICA / SCULTURA /PERFORMANCE

Jacopo Bottani (Udine) TEATRO

——–

DRENCHIA

Katrin Pernull (Tröpolach) TEATRO / MUSICA / DANZA

Davide Pachera (Udine) TEATRO

Žiga Ipavec (Slovenia) MUSICA

Angelica Bifano (Udine) TEATRO

——–

VOLČE

Clara Mori (Udine) TEATRO

Massimiliano Dei Corato (Udine) TEATRO / MUSICA

Matjaž Bajc (Slovenia) MUSICA

Mattia Comisso (Praga / Udine) CIRCO

Klara Hajdinova (Praga) CIRCO

——–

TRÖPOLACH

Federica Teti (Berlino) ILLUSTRAZIONE / SCENOGRAFIA

Paolo Paron (Udine) MUSICA

Miriam Russo (Udine) TEATRO

Alberto Mariotti (MILANO) TEATRO

——–

DORDOLLA

Valeria Girelli (MILANO) TEATRO

Gernot Fischer (KLAGENFURT) MUSICA / VIDEO / PERFORMANCE

Davide Perissutti (Udine) CIRCO

Federica Di Cesare (Udine) TEATRO

Caterina Bernardi (Udine) TEATRO

https://www.facebook.com/Microfestival-336073103492272/

LEAVE A REPLY