Festival delle Nazioni, Ute Lemper in Berlin Kabarett Songs

L’artista tedesca in trio per un viaggio fra il Kabarett degli Anni Venti: musiche di Weill, Hollaender, Brecht e Eisler. Il 31 agosto alle 21 nella Chiesa di San Domenico a Città di Castello, ore 21

0
108
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Karen Koehler

Affascinante, camaleontica, elegante e tremendamente carismatica: Ute Lemper è la protagonista della terza giornata del Festival delle Nazioni per uno degli appuntamenti più attesi della rassegna, Berlin Kabarett Songs, viaggio musicale fra il Kabarett tedesco degli Anni Venti, in programma giovedì 31 agosto nella Chiesa di San Domenico a Città di Castello, ore 21.

E se la carriera di Ute Lemper, ora cantante, ora ballerina, ora attrice di teatro e di cinema (anche per Altman) è sempre stata all’insegna della versatilità, spia della sua intelligenza artistica, stasera l’artista tedesca proporrà il suo cavallo di battaglia, uno spettacolo particolarmente pertinente all’omaggio alla Germania della 50esima edizione del Festival delle Nazioni che si lega a sua volta al fil rouge del programma dedicato alla Grande Guerra.

L’artista, straordinaria interprete vocale e scenica, farà rivivere le fascinose atmosfere del Kabarett tedesco con il suo carisma, affiancata da due strepitosi musicisti, il pianista Vana Gierig e dal bandoneonista Victor Villena in un viaggio – percorso fra le musiche dei maggiori esponenti del periodo, Kurt Weill, Victor Hollaender, Marcellus Schiffer, Mischa Spoliansky, Bertold Brecht e Hanns Eisler. Il tuffo fra le fumose atmosfere del periodo d’oro del Kabarett, innovativa forma di spettacolo che contamina diverse forme artistiche, dal teatro alla commedia alla canzone, è assicurato per rivivere una delle pagine più peculiari della musica tedesca che nasce in un momento di grande vivacità culturale durante la Repubblica di Weimer raccogliendo le inquietudini del periodo fra satira e amarezza prima dell’involuzione nel nazismo.

Intorno all’attesissimo concerto di Ute Lemper, sono due gli eventi collaterali a ingresso gratuito inseriti all’interno del programma del Festival@Chiostro: si comincia alle ore 18.00, nella Sala Santo Stefano del Palazzo Vescovile di Città di Castello, con il presidente del Festival delle Nazioni Giuliano Giubilei che condurrà un’intervista doppia a Paolo e Baldassarre Agnelli, in occasione dei centodieci anni dalla fondazione del Gruppo Agnelli per ripercorrere la storia della famiglia bergamasca fra curiosità familiari e prospettive industriali. E dopo il viaggio musicale di Berlin Kabarett Songs, alle ore 22.30, appuntamento al Chiostro di San Domenico con Il gabinetto del dottor Caligari, shooting fotografico dedicato ai personaggi e alle scene del film di Robert Wiene, cult del cinema espressionista. Info e biglietti su www.festivalnazioni.com. La quarta giornata del Festival, il 1 settembre, ospiterà il Quartetto Prometeo nei suggestivi spazi allestiti da Burri, gli Ex Seccatoi del tabacco (il 1 settembre ore 21, Città di Castello) per un programma dedicato a Salvatore Sciarrino (con il Quartetto n. 9 Ombre nel mattino di Piero e una selezione dal L’Esercizio della stravaganza) e Ravel (il Quartetto per archi in fa maggiore).

LEAVE A REPLY