Festival Segreti d’Autore, Silvio Perrella e Rossella Pugliese e il documentario su Patroni Griffi

Il 3 e il 4 agosto a Palazzo Coppola, Valle/Sessa Cilento (SA)

0
45
Condividi TeatriOnline sui Social Network

3 agosto: Ore 21,00 Insperati incontri di Silvio Perrella incontro con l’autore – Ore 21,30 Rusina spettacolo di e con Rossella Pugliese

Segreti d’Autore è un’iniziativa che fa parte dell’ “Intervento co-finanziato dal POC Campania 2014-2020”.

Il 3 agosto il Festival Segreti d’Autore ideato da Ruggero Cappuccio e diretto da Nadia Baldi ha nuovamente come cornice il caratteristico borgo storico di Valle, frazione di Sessa Cilento. Il cortile del suggestivo Palazzo Coppola ospita in apertura di serata un appuntamento con la letteratura. Lo scrittore e saggista Silvio Perrella presenta Insperati incontri (Gaffi Editore), una raccolta di incontri reali e immaginari con poeti, scrittori e artisti raccolti dall’autore palermitano, grande studioso di Calvino e curatore del celebre Meridiano Mondadori dedicato a Raffaele La Capria.

Un saggio-viaggio personale che fa dialogare i grandi classici del passato con quelli del presente, dalla A di Avalle alla Z di Zanzotto; una collezione d’incontri che prendono la forma del dialogo, del racconto, del ritratto, del viaggio. Appaiono così Vico, Basile e Leopardi, insieme agli scrittori e poeti del Novecento, ai pittori, agli attori, ai registi, ai preti, ai reporter e alle città (soprattutto l’amata Napoli). Un caleidoscopio di suoni dove la voce altrui si mescola a quella dell’autore.

Il teatro è protagonista della seconda parte della serata con Rusina, spettacolo di e con Rossella Pugliese, attrice di origine calabrese che ha lavorato tra gli altri con il celebre Ettore Scola.

Rusina è un monologo tragicomico con il quale la Pugliese ha debuttato lo scorso giugno nella sezione Osservatorio del Napoli Teatro Festival, nelle vesti di autrice, regista ed interprete. È la storia d’amore tra una nonna, Rusina, e la sua nipotina Rossella, un susseguirsi di avvenimenti che regalano ad entrambe la possibilità di uno scambio di ruolo.

È il racconto della vita di una donna forte, delle sue tante cadute, delle innumerevoli cicatrici. Rusina è la voce di tutte quelle persone che si sono sentite inadeguate, è una voce roca e sgrammaticata che è riuscita comunque a farsi capire, è il canto di una donna che ha saputo morire chiedendo un bicchiere di vino rosso, sorridendo e parlando delle persone che ha amato.

———-

4 agosto: Ore 21,00 Peppino naturale e strafottente di Fausto Nicolini

incontro con l’autore

Ore 21,30 Metti una sera a cena con Peppino

Proiezione del film documentario regia di Antonio Castaldo

 

L’appuntamento del 4 agosto di Segreti d’Autore è dedicato interamente alla figura di Giuseppe Patroni Griffi.

La serata si apre con la presentazione del libro Peppino naturale e strafottente – per chi la notte non ha mai voglia di dormire (edito da Editoriale Scientifica), una raccolta di articoli di Patroni Griffi, scritti per Il Messaggero e per il Corriere della Sera. Ruggero Cappuccio dialoga con Fausto Nicolini, curatore del volume, amico del grande scrittore, commediografo e regista partenopeo e assistente alla regia di alcune sue memorabili messe in scena.

Segue la proiezione del film documentario Metti, una sera a cena con Peppino, che racconta la vita personale e artistica del grande autore napoletano scomparso nel 2005.

L’opera è firmata da Antonio Castaldo e da Giuseppe Patroni Griffi, l’omonimo pronipote dell’artista napoletano. Il documentario è il ritratto di un autore versatile, considerato tra i più grandi commediografi del Novecento. Emergono le tematiche a lui più care: la bellezza, la morte e l’amicizia. Sono proprio gli amici, come l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e lo scrittore Raffaele La Capria, i collaboratori come Vittorio Storaro e Gabriella Pescucci, gli attori come Kaspar Capparoni, Umberto Orsini e Mariano Rigillo a tracciare il ritratto di una figura complessa e multiforme, la sua autonomia intellettuale e il suo sguardo intimo e a tratti scomodo, in bilico tra una Napoli decadente e una Roma mondana.


L’ingresso agli eventi è gratuito

Informazioni: www.festivalsegretidautore.it

 

LEAVE A REPLY