Festival del cinema di Porretta Terme (16° edizione)

Dal 5 al 10 dicembre a Porretta Terme (BO)

0
104
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ritorna nella settimana del ponte prenatalizio, dal 5 al 10 dicembre il Festival del cinema di Porretta Terme, giunto oramai alla sedicesima edizione.

Grazie al costante lavoro di salvaguardia del cinema di qualità condotto dall‘associazione Porretta Cinema, responsabile dell’organizzazione del Festival, anche quest’anno Porretta Terme si trasformerà per qualche giorno in una piccola capitale del cinema dove oltre alla proiezione di film non facilmente visibili nei canali abituali della distribuzione, si potranno anche incontrare registi e protagonisti delle pellicole.

La manifestazione proporrà numerosi eventi che si andranno ad aggiungere alla monografia dedicata ad un maestro del cinema (omaggio fatto lo scorso anno a Roberto Faenza e che negli anni ha visto fra gli altri, Giuseppe Tornatore, Ferzan Ozpeteck, Francesca Archibugi, Carlo Mazzacurati, Bertrand Tavernier, Constantin Costa Gravas e Amos Gitai), e alla Va edizione del Concorso Fuori dal Giro, dedicato a film poco distribuiti. In particolare la XVIa edizione di FCP ha scelto il volto di Ida Galli, confermando così la propria vocazione di ricerca e riscoperta dei protagonisti della settima arte.

LA MADRINA: IDA GALLI – Nasce a Sestola, sull’Appennino modenese, per poi trasferirsi a Roma giovanissima. Non pensa al cinema, vorrebbe fare l’insegnante. Ma una foto “galeotta” le spalanca il sipario del grande schermo.  Esordisce nel film musicale Nel blu dipinto di blu, in compagnia di Domenico Modugno, a cui seguono, fra l’altro, La dolce Vita e Il Gattopardo. Alla fine della sua carriera, Ida può vantare oltre sessanta interpretazioni in una varietà di ruoli e pseudonimi che ha pochi eguali nella storia del cinema. Arianna Galli diventa presto Evelyn Stewart, azzeccatissima interprete di molti spaghetti western di successo. Ida, fra i suoi molti successi, può annoverare la stima incondizionata di Luchino Visconti che l’avrebbe voluta per un ruolo importante in Morte a Venezia. Per omaggiare e raccontare la storia dell’attrice, a Porretta verrà proiettato “Il giardino delle delizie” di Silvano Agosti.

IL CONCORSO FUORI DAL GIRO _ Giunge alla V edizione il concorso “Fuori dal Giro”, che quest’anno da voce e attenzione alle pellicole drammatiche “I figli della notte” di Andrea De Sica, “Asteroidi” di Germano Maccioni e “Cuori Puri” di Roberto De Paolis. Come da tradizione del Festival, gli studenti saranno protagonisti non solo della giuria “giovani” ma anche in occasione dell’evento speciale con il fim che ha aperto la Semaine de la Critique di Cannes, “Sicilian ghost story” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza.

ERA NOTTE A ROMA” DI ROBERTO ROSSELLINI – Tra le chicche di questo Festival, l’omaggio alla Mostra del Cinema Libero con la proiezione in versione originale di “Era notte a Roma” di Roberto Rossellini, esattamente a 40 anni dalla sua morte e che fu presentato in anteprima italiana nel 1960 proprio durante la prima mostra del Cinema Libero di Porretta Terme.  

L’ANTEPRIMA DEL FESTIVAL – A suggellare il forte legame del Festival con il territorio, il primo dicembre a Vergato, ci sarà un’anteprima del festival con la commedia “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni alla quale presenzieranno anche membri del cast.

——–
Per informazioni e aggiornamenti sul programma disponibili al sito www.porrettacinema.com.

Il Festival è realizzato in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna e Rete degli Spettatori, grazie al contributo di MIBACT, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, direzione generale cinema, Regione Emilia Romagna e grazie al contributo di (riportati in ordine alfabetico): Acqua Cerelia, ATR, Banca di Credito Cooperativo Alto Reno, Coop Reno, FIAT Lenzi, Fondazione Carisbo, Helvetia, Piquadro, Scatolificio P. 

———

Associazione Porretta Cinema e il Festival del Cinema di Porretta Terme

L’associazione Porretta Cinema nasce senza scopo di lucro con l’obiettivo di allargare l’offerta culturale del proprio territorio e proseguire l’esperienza del Festival del Cinema di Porretta Terme. L’operato dell’associazione si inserisce idealmente nel solco della tradizione della Mostra del Cinema Libero di Porretta Terme che durante gli anni ’60 costituì uno dei più importanti antifestival italiani e senza censure proiettò in anteprima La classe operaia va in paradiso e Ultimo Tango a Parigi. Fanno parte del comitato scientifico del Porretta Cinema: Andrea Morini, Romano Milani, Giacomo Manzoli, Roy Menarini e Giacomo Martini.

In 10 anni il Festival del Cinema di Porretta Terme ha portato in provincia di Bologna due premi Oscar e alcuni dei più prestigiosi nomi della cinematografia nazionale e internazionale, come Mario Monicelli, Ken Loach, Constantin Costa Gavras o Marco Bellocchio. Il Festival ha così contribuito alla ricchezza del territorio dell’Alta Valle del Reno e alla sua vivacità culturale, offrendo la possibilità di approfondire la conoscenza di autori universalmente riconosciuti, anche attraverso l’incontro diretto con il regista, in un contesto piacevole e informale.

——–

Informazioni festival:  www.porrettacinema.com

LEAVE A REPLY