Festival Internazionale del Balletto (26° edizione)

Dal 25 ottobre al 25 novembre al Teatro Garibaldi, Avola (SR)

0
59
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Cristiano Castaldi

Porte aperte, al teatro Garibaldi di Avola, per il terzo evento del Festival Internazionale del Balletto, giunto alla ventiseiesima edizione. L’appuntamento è per domani, venerdì 3 novembre alle ore 20,30 e per sabato 4 novembre alle ore 11, con Serata Spellbound, ovvero una carrellata di creazioni tra gli ultimi successi della compagnia dal 2015 ad oggi, una sintesi delle ultime produzioni che hanno confermato Spellbound tra le più accreditate proposte italiane del panorama contemporaneo internazionale.

Di scena, per il Festival Internazionale del Balletto, sono in programma:
Controfase, il duo Controfase è un progetto nato per la formazione giovanile Spellbound Junior, un ensemble di giovani talenti selezionati tra le fila dei migliori danzatori inseriti nel programma di formazione professionale del Daf Dance Arts Faculty di Roma. Il duetto viene assorbito l’anno successivo dal repertorio della compagnia principale.

Small Crime: una produzione Spellbound con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, prima mondiale APAP Conference New York/gennaio 2015 City Center, a Tor Bella in Prima assoluta italiana.

Mysterious Engine: è la prima di due parti di una nuova creazione che rivendica la “condizione” di non libertà degli uomini. L’intenzione di noi esseri umani con il tempo diventa impermeabile, muta frequentemente e a causa di questo mutamento, a un certo punto, si perde il contatto con i colori, con i suoni, con le parole. Bisogna sapersi riprogrammare, partire dal corpo, dai nostri movimenti scomposti, disorganizzati per ridisegnare una strada percorribile e comprensibile. Bisogna ripristinare le condizioni per una libertà interiore e difenderla dagli attacchi degli istinti scatenati, cercare di rimanere autori dei propri desideri, piuttosto che far costruire le nostre vite dai desideri. La possibilità di questa scelta rende concreta la nostra ricerca per la libertà. Mysterious Engine incentra la sua ricerca sui fattori che determinano un aumento del campo di visione di tutto quello che ci circonda, la pelle, le ossa, il battito cardiaco diventano altro rispetto a quello che anatomicamente si conosce e ogni cosa diventa un motore incredibile che può funzionare in modo diverso . Un altro piccolo passo per la conquista della libertà è sprofondare nel mistero del nostro funzionamento e non dare nulla mai per completamente conosciuto.

How to Pray: una produzione Spellbound con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo. Prodotto nel 2009, uno dei cavalli di battaglia tra i duetti a firma di Astolfi, già brano di punta di diversi Gala internazionali, è un passo a due sensuale e affascinante sulle note di J. S. Bach e Lars Danielson.

Hunger and Grace: un nuovissimo duetto tutto da scoprire sempre a firma Mauro Astolfi.

——

LA COMPAGNIA

Nata da un’idea di Mauro Astolfi a cavallo tra il 1994 e il 1995 la Spellbound Contemporary Ballet è una delle compagnie più innovative della danza contemporanea Made in Italy. La compagnia raccoglie infatti le eccellenze della danza contemporanea unite da una cifra stilistica inconfondibile e fondate su un carattere innovativo e dinamico. Spellbound si colloca oggi nella rosa delle proposte italiane maggiormente competitive sul piano dell’offerta culturale internazionale, espressione di una danza che si offre al pubblico con un vocabolario ampio e in continua sperimentazione. La Spellbound si è esibita nei principali Festival in Italia, Spagna, Croazia, Serbia, Bielorussia, Germania, Austria, Francia e Thailandia. L’altissimo livello qualitativo ed espressivo della compagnia ha reso l’immagine di Spellbound adatta a uscire dai teatri per approdare in prestigiose serate Rai firmate da Vittoria Cappelli e Vittoria Ottolenghi.

Spellbound Contemporary Ballet è inoltre impegnata in questi anni nella divulgazione del linguaggio della danza contemporanea, restringendo sempre più il divario tra spettatore, amatore e artista, attraverso quasi venti anni di seminari e workshop, una filiera creativa che ha avvicinato al palcoscenico migliaia di danzatori e curiosi. Questa esperienza ha dato vita a una factory culturale che è ormai un punto di riferimento per giovani artisti emergenti. La contemporaneità come fulcro dell’intera attività artistica della compagnia, al centro della loro ricerca e della loro evoluzione: un linguaggio nel quale si affrontano, attraverso la danza, le dinamiche del mondo odierno.

L’attività di Spellbound Contemporary Ballet è sostenuta dal 2000 dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e rappresentata in Austria, Germania, Svizzera e Scandinavia da Cultur Partner e in Canada, Usa, Messico da Elsie Management.

LEAVE A REPLY