Giuseppe Giacobazzi in “Io ci sarò”

L'11 novembre al Teatro Verdi, Firenze

0
42
Condividi TeatriOnline sui Social Network

di e con Andrea Sasdelli

collaborazione ai testi Carlo Negri

——-

Il nostro è un lavoro fatto anche di viaggi e durante i viaggi ti trovi inevitabilmente a pensare” scrive GIUSEPPE GIACOBAZZI, protagonista di IO CI SARO’ nuovo spettacolo dell’artista che crea un ponte immaginario con lo show precedente Un po’ di me – genesi di un comico.

Oggi mi rendo conto di essere un genitore di 53 anni con una figlia di 3 e quindi mi sono ritrovato a pensare: riuscirò a vedere i miei nipoti e, nel caso li riesca a vedere, riuscirò a rapportarmi come fa un nonno e quindi a viziarli, a giocare con loro, a parlarci e raccontargli delle storie, cercando di dare consigli che non verranno sicuramente ascoltati, a spiegargli anche questo buffo movimento di sentimenti che è la vita?”.

È da questa riflessione che l’artista s’ispira per raccontare con il suo nuovo lavoro lo scarto tra le diverse generazioni e i differenti linguaggi che le caratterizzano.

Ho pensato di lasciare un «videomessaggio» che possa spiegare ed eventualmente interagire con i miei possibili futuri nipoti. E per farlo, l’unico modo che conosco, è farlo davanti ad un pubblico”.

——-  

ANDREA SASDELLI, con il nome d’arte Giuseppe Giacobazzi è il comico romagnolo doc e tra i personaggi di punta di Zelig, trasmissione tv che lo vede protagonista in tutte le edizioni, fin dal lontano 2006.

Il suo debutto sul palco risale invece al 1993, al fianco di colleghi come Duilio Pizzocchi e Natalino Balasso. Nel 2001 va in stampa il suo primo libro di poesie, Sburoni si nasce; nel 2008 esce Una vita da paura che diventa subito un best seller; nel 2009 arriva Quel tesoro di mio figlio, scritto a 4 mani con l’amico di sempre Duilio Pizzocchi. Nel 2011 è tra gli attori del film Baciato dalla fortuna, al fianco di Vincenzo Salemme e Alessandro Gassman; a Natale dello stesso anno debutta nel cinepanettone Vacanze di natale a Cortina insieme a Christian De Sica. L’esperienza sul grande schermo continua poi con All’ultima spiaggia (2012, regia di Gianluca Ansanelli) e Regalo a sorpresa (2013, regia di Fabrizio Casini). A teatro i suoi spettacoli Apocalypse prima e Un pò di me – genesi di un comico dopo, registrano quasi sempre il sold out, anche al Teatro Verdi proposti nelle scorse stagioni teatrali. Nel 2016 esce il suo nuovo romanzo UN PO’ DI ME, scritto a quattro mani con Carlo Negri (Sperling&Kupfer).

LEAVE A REPLY