Prestito Europeo per Aprire un Teatro

0
76
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Vuoi aprire un teatro e cerchi un prestito europeo? In questo articolo ti spiegherò come poter ottenere liquidità per aprire una società no profit, o un luogo destinato all’intrattenimento degli ospiti.

Il fondo per la cultura che spesso ti viene messo a disposizione è a fondo perduto. Esso si suddivide in due categorie: quello diretto che viene monitorato ed erogato direttamente dalla Commissione Europea, quello indiretto da autorità regionali o nazionali.

Prestito Europeo per Aprire un Teatro

Prestito Europeo per Aprire un Teatro: Chi può accedervi?

I finanziamenti europei per la cultura non richiedono particolari documentazioni, ma l’unica cosa è che per poter richiedere devi avere una impresa o organizzazione no-profit, ovvero senza scopo di lucro.

Tra l’altro affinché la pratica venga approvata senza problemi, la tua associazione potrà ricevere i contributi esclusivamente se risiede in uno dei seguenti paesi: Liechtenstein, Islanda, Stati membri appartenenti all’Unione Europea, Norvegia, Turchia, Croazia ed infine la ex Repubblica iugoslava di Macedonia e la Serbia.

Finanziamenti europei per la cultura: a quale scopo?

Il prestito europeo può essere sia grande che di piccolo importo, nel secondo caso vi invitiamo ad approfondire nella guida ai piccoli prestiti presente sul portale di Prestitimag.it.

L’obiettivo principale è quello di poter aiutare a sviluppare nuovi progetti artistici e culturali, per favorire l’intrattenimento in teatro o comunque per innovare il settore.

Naturalmente i bandi europei che prevedono l’erogazione del credito da finanziare, sono suddivisi in determinati ambiti. Più precisamente mi riferisco ai seguenti:

  • Progetti in ambito culturale: in questo caso il finanziamento può essere erogato a teatri, università associazioni professionali e centri ricerca, a patto che essi sviluppino un nuovo progetto inerente all’arte e alla cultura.
  • Supporto per associazioni culturali attive in Europa: le imprese non profit che operano regolarmente in Europa, possono esser supportate coprendo i costi di finanziamento. Quindi l’ente erogatore si prende a carico gli oneri al posto della tua associazione.
  • Supporto per un lavoro d’analisi al fine di informare: saranno finanziati tutti i progetti sviluppati con lo scopo di poter sostenere gli artisti e associazioni culturali, informando loro su tutto il programma culturale.

Grazie alle iniziative della Commissione Europea hai a disposizione un finanziamento agevolato per poter sviluppare nuovi progetti, sempre più importanti a livello culturale.

Qui un’intervista interessante sui finanziamenti europei:

A chi rivolgersi?

Come ti ho spiegato inizialmente, ci sono due tipologie di fondo europeo: quello diretto ed indiretto. Ognuno ha le proprie caratteristiche e garanzie da rispettare.

Questi fondi per le imprese possono esser emesso direttamente dalla Comunità Europea o da enti nazionali o regionali. Per poter trovare i bandi europei 2017 ti consiglio di dare un’occhiata ai seguenti siti web:

  1. Europa Creativa;
  2. Obiettivo Europa;

Entrambi aggiornano costantemente le opportunità che ti permettono di ricevere liquidità diretta per la cultura e campo artistico.

Hai perplessità? Per qualsiasi cosa commenta questo articolo e sarò lieto di poter darti un aiuto.

LEAVE A REPLY