She brings the rain – Dark lady di ieri e oggi

Dal 16 novembre al 3 dicembre presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Milano

0
67
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dal 16 novembre al 3 dicembre 2017 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Italiana presenta SHE BRINGS THE RAINDARK LADY DI IERI E OGGI, rassegna dedicata alle Dark Lady che hanno segnato la cinematografia internazionale: da Ossessione di Luchino Visconti fino al più recente Lady Macbeth di William Oldroyd.

Conclude la rassegna domenica 3 dicembre alle ore 17 la proiezione speciale di Lulù – Il vaso di Pandora (1929) di Georg Wilhelm Pabst con accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini.

———

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Giovedì 16 novembre
h 17.00
Ossessione
Luchino Visconti, liberamente ispirato al romanzo
Il postino suona sempre due volte di James M. Cain, Italia, 1943, 135’, b/n. Con Clara Calamai, Massimo Girotti.
Gino capita per caso nello spaccio di Bragana e si innamora di sua moglie Giovanna. Lei vuole liberarsi del marito, quindi organizzano un finto incidente di macchina, ma il finale sarà diverso. Il film segna la nascita del Neorealismo.

Venerdì 17 novembre
h 17.00
Il postino suona sempre due volte
Bob Rafelson, tratto dall’omonimo romanzo di James M. Cain, USA/RFT, 1981, 121’. Con Jack Nicholson, Jessica Lange.
Frank Chambers è un vagabondo che trova lavoro presso una tavola calda californiana gestita da Nick e dalla sua giovane moglie Cora. Tra quest’ultima e Frank nascerà qualcosa e i due decideranno di comune accordo di uccidere il marito di lei.

h 19.15 Che fine ha fatto Baby Jane?
Robert Aldrich, basato sull’omonimo romanzo di Henry Farrell, USA, 1962, 133’, b/n. Con Bette Davis, Joan Crawford.
Baby Jane e la sorella Blanche vivono sin dall’infanzia in competizione per ottenere fama in spettacoli di varietà. Quando un incidente interrompe la carriera di Blanche, le giovani sono costrette a una convivenza forzata piena di rimpianti, di odio e di acredine.

Sabato 18 novembre
h 15
Lady Macbeth
William Oldroyd, basato sul racconto
Una Lady Macbeth del distretto di Mcensk di Nikolaj Leskov, UK, 2016, 89’, v.o. sott.it. Con Florence Pugh, Cosmo Jarvis.
Katherine si sente soffocare da un matrimonio senza amore. Quando comincia una relazione passionale con un giovane operaio, una forza inedita e potente si scatena dentro di lei, non facendola fermare di fronte a nulla pur di ottenere ciò che vuole.

Mercoledì 22 novembre
h 17.00
Pomodori verdi fritti alla fermata del treno
Jon Avnet, tratto dal romanzo
Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flagg, USA, 1991, 130’. Con Kathy Bates, Mary Stuart Masterson.
In visita presso una casa di riposo, Evelyn, annoiata da una monotona vita matrimoniale, conosce Ninny, un’anziana signora che inizia a confidarsi e a rievocare il passato.

Venerdì 24 novembre
h 17.00
I diabolici
Henri-Georges Cluzot, tratto dal romanzo
Celle qui n’était plus di Pierre Boileau e Thomas Narcejac, Francia, 1955, 117, b/n. Con Simone Signoret, Véra Clouzot.
Moglie e amante di un direttore di collegio si mettono d’accordo e lo uccidono. Ma il cadavere scompare e i colpi di scena aumentano.

h 19.15 La fiamma del peccato
Billy Wilder, tratto dal romanzo
La morte paga doppio di James Cain, USA, 1944, 107’, b/n. Con Barbara Stanwyck, Fred MacMurray.
Brillante agente  d’assicurazioni, Walter Neff, conosce Phillys, moglie di un ricco petroliere, che intende assicurare sulla vita il proprio marito senza farlo sapere a quest’ultimo. Soggiogato dal fascino della donna, Walter finirà per aiutarla a organizzare l’omicidio dell’uomo.

Sabato 25 novembre
h 15.00
La mia droga si chiama Julie
François Truffaut, tratto dal romanzo
Vertigine senza fine di William Irish, Francia, 1969, 120’, v.o. sott.it. Con Jean-Paul Belmondo, Catherine Deneuve.
Louis Mahé vive nell’isola di Réunion dove ha sposato Julie dopo averla conosciuta per corrispondenza. La donna si svela essere però un’assassina di nome Marion che, dopo aver dato fondo al conto in banca di Louis, lo abbandona.

Domenica 26 novembre
h 17.00
Lady Macbeth
William Oldroyd, basato sul racconto
Una Lady Macbeth del distretto di Mcensk di Nikolaj Leskov, UK, 2016, 89’, v.o. sott.it. Con F.Pugh, C. Jarvis. Replica.

Mercoledì 29 novembre
h 17.00
Il postino suona sempre due volte
Bob Rafelson, tratto dall’omonimo romanzo di James M. Cain, USA/RFT, 1981, 121’. Con Jack Nicholson, Jessica Lange. Replica.

Venerdì 1 dicembre
h 17.00
Ossessione
Luchino Visconti, liberamente ispirato al romanzo
Il postino suona sempre due volte di James M. Cain, Italia, 1943, 135’, b/n. Con C. Calamai, M. Girotti. Replica.

h 19.30 Gone Girl – L’amore bugiardo
David Fincher, tratto dall’omonimo romanzo di Gillian Flynn, USA, 2014, 149’. Con Ben Affleck, Rosamund Pike.
Nick Dunne e sua moglie Amy da tempo non sono più felici. Il giorno del loro quinto anniversario di nozze, Amy scompare senza lasciare tracce e Nick diventa il sospettato numero uno.

Sabato 2 dicembre
h 15.00
La fiamma del peccato
Billy Wilder, tratto dal romanzo
La morte paga doppio di James Cain, USA, 1944, 107’, b/n. Con Barbara Stanwyck, Fred MacMurray. Replica

Domenica 3 dicembre
h 17.00
Lulù – Il vaso di Pandora
Georg Wilhelm Pabst, Germania, 1929, 133’, b/n, muto. Con Louise Brooks, Fritz Kortner.
Il ritratto di una giovane donna seducente e disinibita, dalla sfrenata sessualità e dall’irresistibile malizia, che inesorabilmente portano alla rovina gli uomini che di lei si innamorano.
Accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini.

——–

Modalità d’ingresso al MIC – Museo Interattivo del Cinema
Biglietto intero € 6,50; ridotto con Cinetessera € 5
 

LEAVE A REPLY