La Scala e la Rai di nuovo insieme per la promozione del patrimonio musicale italiano

2.077.000 spettatori per la prima di "Andrea Chénier" diretta da Riccardo Chailly. 11,1% di share e ben 11 milioni di contatti

0
108
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Brescia/Amisano – Teatro alla Scala

Andrea Chénier di Umberto Giordano, opera inaugurale della Stagione 2017/2018 del Teatro alla Scala diretta da Riccardo Chailly con la regia di Mario Martone, è stata ripresa dalle telecamere di Rai Cultura e trasmessa in diretta su Rai1 ed è stata vista – dalle 17.59 alle 20.57 – da 2 milioni 77 mila spettatori con uno share dell’11,1 per cento e una permanenza media di 34 minuti. Il picco di ascolto è stato alle 20.43 con 2 milioni 556 mila spettatori, mentre quello di share è stato del 15,61 per cento alle 17.59, all’inizio dell’opera.

Riportare Andrea Chénier come opera inaugurale di Stagione – ha commentato il Sovrintendente Alexander Pereira – è parte di un progetto culturale complessivo che la Scala sta portando avanti con il suo Direttore Musicale Riccardo Chailly. Vogliamo far conoscere di nuovo agli italiani e agli ascoltatori internazionali la ricchezza del repertorio musicale di questo Paese: un patrimonio senza uguali che copre quattro secoli e di cui il Verismo è una componente fondamentale. Siamo profondamente grati al Direttore Generale della Rai Mario Orfeo per aver confermato la collocazione della Prima su Rai1, ma anche a tutta la struttura che si è dedicata a questa diretta con assoluto entusiasmo contribuendo a raggiungere uno straordinario risultato di ascolti e a dimostrare che l’opera è un patrimonio di tutti”.

La collaborazione fra il Teatro alla Scala e la Rai – ha aggiunto il Direttore Generale del Teatro Maria Di Freda – dura da più di 40 anni e si fonda sulla comune volontà fornire un servizio pubblico del massimo livello agli italiani e agli appassionati di tutto il mondo. La diffusione della cultura musicale è per noi un impegno istituzionale. A nome di tutto il Teatro desidero ringraziare, oltre al Direttore Generale Mario Orfeo, il Direttore di Rai1 Angelo Teodoli, il Direttore di Rai Cultura Silvia Calandrelli e il suo staff, lo staff di RaiCom e il Centro di produzione di Milano. Anche in occasione di questa Prima il successo del lavoro comune con la Rai è stato il momento culminante di una collaborazione che dura tutto l’anno con le altre dirette televisive e radiofoniche, gli approfondimenti e l’impegno quotidiano delle redazioni dei Tg.

LEAVE A REPLY