“L’amante di Harold Pinter”, il 6 e 7 dicembre al Teatro Petrolini

0
49
Condividi TeatriOnline sui Social Network

“ – Uno spettacolo senza eguali dove la professionalità fa da maestra

Una “sorpresa” in tutti i sensi

– Il genere è azzeccato, molto fisico, molto immediato, e voi siete stati bravissimi!”

 

6 / 7 Dicembre, ore 20.30 –  Teatro Petrolini, via Rubattino 5

 

“Luogo: una casa medio borghese

Chi: Sara e Richard

Cosa succede?

Ognuno può rispecchiarsi in questa coppia che, tra alti e bassi, cerca di fuggire dalla quotidianeità. E perchè no? Un attimo di follia può rendere tutto più piccante. Così loro vivono la relazione aggiungendo quel qualcosa in più. L’amante, di Harold Pinter, diventa una commedia con la regia di Alfredo Giordano e Giovanni Sicurello, ricca di momenti comici ed esilaranti, ma che affronta le tematiche spinose del rapporto di coppia in maniera decisamente imprevedibile. In scena Alfredo Giordano (Richard), che cerca di tenersi stretto la sua Deborah Di Francesco (Sara) scoppiettante ed energica che non perde l’occasione di rendere la propria giornata eccitante e nuova. Chi sarà l’amante? O meglio, quanti sono gli amanti? Andate a scoprirlo assieme a questa meritevole compagnia: “La Nuova Comune”, al Teatro Petrolini (Roma), 6 e 7 Dicembre alle ore 20.30. Ne varrà la pena!”

 Stefano Lo Russo Caputi

 

Per info, prenotazioni e OMAGGI: 3491325497

lanuovacomune@gmail.com

pagina facebook:La Nuova Comune

 

 

 

TRAMA

“Non è la classica commedia degli equivoci, bensì una gara. 
Richard e Sara, una coppia medio borghese che sembra andare sempre d’amore e d’accordo. Condividono tutto e fra loro non ci sono segreti, solo giochi. Hanno entrambi un amante e sembrano parlare della cosa con assoluta semplicità; ma questo non è altro che lo sparo che dà il “via” ad una gara che li vedrà sempre più in lotta per la predominanza sull’altro. 
Richard, uno stacanovista, è sempre fuori per lavoro, ed è proprio lui a mostrare i primi segni di gelosia nei confronti di Sara. Questo genererà un lento e graduale panico in lei, che vedrà crollare la routine fedifraga da loro instaurata.
L’amante di Sara, invece, è una persona diversa, libera dal bigottismo medio borghese di Richard e capace di soddisfarla pienamente. 
Ma l’amante “chi” è? Sarà questa la domanda che tempesterà la mente dello spettatore, l’interrogativo che renderà ben oliato il motore dello spettacolo stesso.
Un gioco di tradimenti e passioni pieno di colpi di scena esilaranti e fuori dagli schemi che alzeranno la temperatura fino ad arrivare al cortocircuito.
Quando l’amante di Sara farà il suo ingresso in scena, tutti i tasselli cominceranno ad andare al proprio posto, mostrando il vero quadro della vita di coppia e mettendo fine a questo gioco, questa gara, questo scempio che a loro piace chiamare matrimonio.”

In scena: Deborah Di Francesco, Alfredo Giordano, Vincenzo Iantorno

Regia: Alfredo Giordano, Giovanni Sicurello

Luci e audio: Livia Tura

LEAVE A REPLY