Fontana Danza Festival (3° edizione): Serate Explo

Il 7 e 8 marzo, ore 20.30, al Teatro Fontana, Milano

0
108
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Per il terzo anno consecutivo il Teatro Fontana propone una due giorni dedicata alla giovane danza d’autore in collaborazione con C.L.A.P.Spettacolodalvivo, Circuito Multidisciplinare Ministeriale membro del Network Anticorpi XL, prima rete italiana dedicata alla giovane danza d’autore. Il network coinvolge 37 operatori di 15 regioni e rappresenta una delle più significative “buone pratiche” della scena in Italia, esempio concreto e significativo di promozione, sostegno e accompagnamento alla creazione della “più nuova” generazione di coreografi italiani.

Protagonisti di questa edizione saranno 13 danzatori internazionali impegnati in 6 coreografie originali.

Il 7 marzo si alterneranno sul palco del Fontana Isabella Giustina con “Destinata Guerriera”, Aristide Rontini con “It moves me”, Nicola Marrapodi e Roberto Orlacchio con “La partita sull’aria”. L’8 marzo sarà la volta di Mattia Russo e Antonio De Rosa con “Yellow Place”, di Simone Zambelli con “Non ricordo” e di Matteo Marfoglia con CrossWord.

Alla fine degli spettacoli, il Prof. Alessandro Pontremoli e la Dott.ssa Luisa Cuttini terranno un incontro con gli artisti e il pubblico in sala”.

——

PRIMO GIORNO/7 MARZO

ORE 20.30

DESTINATA GUERRIERA

COREOGRAFIA ISABELLA GIUSTINA

CON ISABELLA GIUSTINA

MUSICHE ELECTRIC KULINTANG, TIBOR SZEMZÕ, RAIME

COPRODUZIONE COMPANY BLU/COMPAGNIA GIARDINO CHIUSO

Con il sostegno di Company Blu, Compagnia Giardino Chiuso, Compagnia Arearea, a.Artisti Associati, ERT Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, MiBACT

FOTO FRANCESCO SPAGNUOLO

Destinata guerriera” nasce dallo studio del “Rinaldo” di Torquato Tasso e si ispira al personaggio di Clarice, una donna costretta ad abbandonare la propria femminilità e ad indossare un’armatura cavalleresca che non la distingue dai cavalieri. Ma dietro a questa apparenza maschile si nascondono la delicata femminilità, la dolce sensualità e la capacità di amare di una fanciulla che non può rivelare il suo sentimento.

Questo lavoro stimola riflessioni sul ruolo della donna e sulle sue difficoltà nel conciliare il proprio essere donna, compagna, madre con le necessità di una realizzazione professionale all’interno di una società sempre più esigente.

——

ORE 21.00

IT MOVES ME

COREOGRAFIA E DANZA ARISTIDE RONTINI

LUCI E COSTUMI ARISTIDE RONTINI

MUSICHE DI ELIANE RADIGUE E DAVID LANG

PRODUZIONE COMPAGNIA SIMONA BERTOZZI/NEXUS

CON IL SOSTEGNO DI RETE ANTICORPI DELL’EMILIA ROMAGNA

E’ miraggio nel deserto

Vapore tonante sospeso sul dirupo

Cristalli saturi di memorie

Azzurro silenzio di ghiacciaio

Sentiero per rabdomanti

Abisso e rugiada

Ci scorre dentro

 

Il vasto immaginario legato all’elemento acqua suscita spesso una forte attrazione. Acqua come vibrazione, cristallo, onda, corrente, purificazione. Non solo la sua presenza ma anche la sua assenza è stata fondamentale spunto di riflessione per la ricerca coreografica. L’aridità del deserto e le profondità oceaniche hanno ispirato in eguale misura i gesti e la danza. L’insita capacità di trasformazione dell’acqua e la ricerca della sua origine interna nel corpo hanno innescato il tragitto drammaturgico che conduce verso l’integrazione della sua essenza nell’umano.

——

ORE 21.30

LA PARTITA SULL’ARIA

CONCEPT ROBERTO ORLACCHIO

COREOGRAFIA E INTERPRETAZIONE NICOLA MARRAPODI E ROBERTO ORLACCHIO

PRODUZIONE DEOS // GIOVANNI DI CICCO

MUSICA CHRISTOPHER BISSONNETTE, FELICIA ATKINSON

LUCI  NICOLA MARRAPODI

 

La partita sull’aria” è una cooperazione tra corpi che si misurano in distanze vissute. Nella dimensione dello spazio percepito i corpi si incontrano in un’intimità invisibile, in un territorio di raccoglimento e collegamento. Il cuore del gioco è la verità dell’altro, che si dimostra reciproca condivisione dello spazio abitato – scommessa e premio insieme.

La partita sull’aria” vuole essere una riflessione sul  tema dello spazio condiviso, in relazione allo/agli spazio/i del sé medesimo e del sé altrui. Aria come ampio campo di indagine, seguendo l’idea di elemento che fa da luogo, di un respiro condiviso e non rubato all’altro – luogo in cui si mettono in gioco il proprio e l’altrui.

——

SECONDO GIORNO/8 MARZO

ORE 20.30

YELLOW PLACE

IDEAZIONE E COREOGRAFIA MATTIA RUSSO E ANTONIO DE ROSA

DRAMMATURGIA PACO BEZERRA

INTERPRETI MATTIA RUSSO E ANTONIO DE ROSA / GIUSEPPE DAGOSTINO E DIEGO TORTELLI

COSTUMI DAVID DELFIN

LUCI DIEGO TORTELLI

ASSISTENTE GIUSEPPE DAGOSTINO

VIDEO/FOTO ALEJANDRO GARRIDO

Il colore è il punto di partenza per lo sviluppo di un Yellow Place dove due sconosciuti s’incontrano e raggiungono rapidamente il punto più intenso del loro rapporto.

Drammaturgicamente è diviso in tre parti, come i tre stadi della crescita. Il primo è l’incontro degli innamorati, l’emozione del viaggio a due. Successivamente il rapporto si evolve in una situazione nevrotica, di dipendenza. Infine, il pas de deux prima di separarsi, in cui tutto ritorna ad una situazione di calma. Pronti ad abbandonarsi senza saperlo, idealizzano il loro amore come l’alchimista che ha esalta la cosa più preziosa. 

——

ORE 21.00

NON RICORDO

CON IL SOSTEGNO DI BALLETTO CIVILE,  VETRINA DELLA GIOVANE DANZA D’AUTORE – AZIONE DEL NETWORK ANTICORPI XL COORDINATA DALL’ASSOCIAZIONE CANTIERI

MENZIONE SPECIALE PREMIO_TWAIN DIREZIONIALTRE 2017

CON IL SOSTEGNO DI TWAIN CENTRO DI PRODUZIONE DANZA REGIONALE

COREOGRAFIA E DANZA SIMONE ZAMBELLI

TESTI DI CARLO GALIERO

AIUTO DRAMMATURGICO ARIANNA MANDOLESI

 “…E mi chiesi se un ricordo sia qualcosa che hai o qualcosa che hai perduto”.

Woody Allen

Dal latino: re- indietro cor- cuore

Richiamare in cuore, riportare al cuore, vera sede della conoscenza profonda per gli antichi.

Il ricordo richiama nel presente del cuore e del sentimento qualcosa che non è più qui o non è più adesso. Non sogno fatuo o fantasticheria, ma sentimento concreto, esperienza diretta. Quanto ha di reale? Quanto di immaginazione? Si tratta del miglior regalo che un momento indimenticabile può lasciare? È triste ricordarsi che qualcosa non accadrà di nuovo? Ricordo inteso come simbolo di un’intera umanità, legame coeso che ci tiene uniti nella medesima condizione di essere umani.

—— 

ORE 21.30

CROSSWORD

PRODOTTO DALLA NATIONAL DANCE COMPANY WALES NEL 2016

COREOGRAFO MATTEO MARFOGLIA

DANZATORI NATALIE CORNE, MATTEO MARFOGLIA, CAMILLE GIRAUDEAU E JOSEF PEROU

LUCI ALIA STEPHEN

COSTUMI PANAYIOTA KOUSHIAPPA

MUSICA IN MEMORIAM DI BRUNO COULAIS

 

Crossword” è una creazione in cui coreografia e voce sono strettamente legate.

Il coreografo esplora le emozioni generate dall’uso di una lingua straniera: usando dialoghi in italiano, sua lingua madre, con ballerini inglesi si creano molteplici assolo, in reazione di fronte a questa difficoltà di comunicazione. Il risultato si traduce in un’atmosfera molto sensibile ed umana dove un linguaggio fisico strutturato spinge la sequenza originale verso l’irriconoscibile.

Durante lo spettacolo il fruitore ha la possibilità di entrare gradualmente nel mondo di ciascun danzatore per poi arrivare ad un finale il cui apice è un vortice danzante, composto da movimenti sfrenati eseguiti con estrema ritmicità.

——

NETWORK ANTICORPI XL

Da oltre dieci anni il Network Anticorpi XL rappresenta un esempio concreto e significativo di promozione della giovane danza d’autore. La rete coinvolge teatri, festival, circuiti, operatori del settore che condividono l’ideazione e l’attuazione di svariate “azioni” volte alla formazione, alla promozione, allo sviluppo e alla pratica di una cultura originale sulla danza d’autore e di ricerca. Grazie alla “messa in rete” delle risorse di ciascun partner e alla condivisione di alcune linee guida che comprendono diverse modalità di supporto agli artisti si vanno a creare delle occasioni concrete per diffondere e osservare la giovane danza d’autore.

——  

C.L.A.P.Spettacolodalvivo

Nel 2015 C.L.A.P.Spettacolodalvivo viene riconosciuto dal MiBACT come Circuito Multidisciplinare Regionale, con il compito di programmare, distribuire e formare il pubblico nel teatro, danza e circo contemporaneo. Dal 2018 la multidisciplinarietà si completa con l’apertura alla musica.

Negli anni si sono consolidati e ampliati i rapporti con Regione Lombardia e più di 70 amministrazioni lombarde con cui proseguono o iniziano nuovi progetti, diffusi in circa 100 sale con un totale annuo di circa 600 spettacoli: la programmazione apre il suo sguardo sia a nomi consolidati e apprezzati a livello nazionale e internazionale, sia alla giovane creatività emergente spesso selezionata da un monitoraggio costante del mercato teatrale italiano. Si elaborano proposte trasversali con molteplici linguaggi artistici, rispondendo alle richieste dal territorio e lanciando nuove sfide. Il Circuito fa della diffusione e dell’incontro con il pubblico uno dei suoi obiettivi fondanti ed è presente in luoghi differenti, non sempre canonici. Accanto ai teatri, alcuni dei quali a lungo chiusi e di recente aperti grazie all’impegno di C.L.A.P.Spettacolodalvivo, sono attivi spazi di visione nuovi, collocati anche in aree periferiche e di disagio socio-culturale ma trasformati in luoghi di cultura e punti di riferimento per le proprie comunità. Il Circuito si fa anche promotore di alcuni preziosi spazi all’aperto del patrimonio culturale della Lombardia, sia in contesti urbani che naturalistici.

Da sempre aperto alla dimensione internazionale, il Circuito ha attivato collaborazioni con festival e network europei e del sud del Mediterraneo, creando importanti occasioni di circuitazione di giovani artisti italiani all’estero e ospitalità straniere. L’obiettivo è stimolare uno spirito di integrazione e intercultura soprattutto tra gli spettatori più giovani. L’apertura di C.L.A.P.Spettacolodalvivo alle collaborazioni internazionali è testimoniata da una consolidata e crescente azione di networking tra cui si ricorda la membership nei progetti europei Circusnext e CircoStrada.

——

Info e prenotazioni

Tel +39 02 69 01 57 33

E mail fontana.teatro@elsinor.net

Orario Biglietteria da lun a Ven dalle 15.00 alle 18.00

Orario uffici Da lun a ven dalle 9.30 alle 18.00

Inoltre puoi acquistare i biglietti presso l’ufficio di PROGETTO TEATRO in via S. Antonio 4, Milano a 50 mt da Via Larga, di fronte al convitto Cardinal Shuster.

Orario d’apertura al pubblico

Da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.30

Sabato e domenica Chiuso

Tel +39 02 546 6367 – + 39 02 551 87234

E mail info@progettoteatro.org

Come raggiungerci

Metropolitana M3, M5 Zara /M2 Garibaldi

Linee tram 2/4/7/33

Linee bus 60/70/82/90/91/92

Orario inizio spettacoli 20.30

——

BIGLIETTI

BIGLIETTO INTERO (valido per tutti gli spettacoli della serata)  euro 15

RIDOTTO UNDER 26/ OVER 65 e convenzionati e scuole di danza euro 10

*Verifica le convenzioni sul sito teatrofontana.it

——

RITRO BIGLIETTI

Lun- ven dalle 15.00 alle 18.00

——

PREVENDITE

Vivaticket.it

Teatrofontana.it

LEAVE A REPLY