Il ‘900 di Michele Gamba, tra Berg e Steve Reich

L’8 marzo, ore 17, nel Ridotto dei Palchi del Teatro alla Scala, Milano

0
159
Condividi TeatriOnline sui Social Network

I riflettori su Michele Gamba si sono accesi, almeno a Milano, nel marzo 2016 quando ha sostituito all’ultimo momento Michele Mariotti, colpito da improvvisa indisposizione, in una rappresentazione de I due Foscari alla Scala. Ma il giovane direttore e pianista era già conosciuto in Europa come assistente prima di Sir Antonio Pappano al Covent Garden e poi di Daniel Barenboim alla Staatsoper di Berlino, dove aveva diretto tra l’altro Le nozze di Figaro. Proprio con il titolo mozartiano Gamba è tornato al Piermarini per una sera sostituendo Franz Welser-Möst; ma i suoi impegni scaligeri hanno incluso anche, nel 2017, le recite de Il ratto dal serraglio per i bambini e un concerto in veste di pianista insieme al tenore Francesco Meli.

L’8 marzo alle ore 17 Gamba è nel Ridotto dei Palchi insieme all’Ensemble Giorgio Bernasconi, l’ensemble da camera che raccoglie gli allievi del corso di perfezionamento in musica del XX secolo dell’Accademia, con un programma che del ‘900 mostra due volti opposti: il Kammerkonzert per pianoforte, violino e 13 strumenti a fiato di Alban Berg e il Double Sextet di Steve Reich. Berg compose il Kammerkonzert in occasione del 50° compleanno di Arnold Schönberg e lo intese come un omaggio all’amicizia che li legava e li univa ad Anton Webern: il tema del primo movimento è costruito sulle note corrispondenti nella notazione tedesca alle lettere che compongono i nomi dei tre compositori. Il Double Sextet, del 2008, vincitore del Premio Pulitzer nel 2009, offre l’occasione non comune di ascoltare alla Scala musica appartenente alla grande tradizione minimalista americana.

——–

Giovedì 8 marzo 2018 ~ ore 17

Ridotto dei Palchi “Arturo Toscanini”

Teatro alla Scala

ENSEMBLE “GIORGIO BERNASCONI” DELL’ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA

Direttore MICHELE GAMBA

Alban Berg

Kammerkonzert

per pianoforte, violino e 13 strumenti a fiato

Steve Reich

Double Sextet

Ingresso libero

LEAVE A REPLY