L’esodo

Il 5 aprile, ore 20.45, presso il Cinema Spazio Oberdan, Milano. In sala il regista Ciro Formisano e l'attrice protagonista Daniela Poggi

0
63
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Nell’ambito del progetto “Lo spettacolo della sicurezza”, Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con Inail Direzione Regionale Lombardia e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, propone il film L’ESODO, opera che a partire da una storia vera affronta il delicatissimo tema degli esodati.
Un film sincero e rigoroso nel quale spicca l’interpretazione di Daniela Poggi, bravissima nell’impersonare con grazia e dignità la protagonista, che chiede solo quello che le spetta e rifiuta di soccombere al degrado.

“Ci sono delle storie che devono essere raccontate. Sono quelle vicende talmente gravide di significato da travalicare la modalità con la quale le si espone: non importa come, ma è importante, e addirittura fondamentale, farlo. Molto probabilmente questa incombenza narrativa si è poggiata sulle spalle del regista Ciro Formisano, quando, per la prima volta, è venuto a conoscenza della storia della 60enne Francesca, esodata.
Esodato è un neologismo drammatico che si fa tragico al cospetto del quotidiano nel momento in cui ci si ritrova senza stipendio, senza lavoro e senza una pensione. Siamo nel 2012, gli effetti della cosiddetta riforma Fornero iniziano a farsi sentire e per alcuni non c’è scampo. Non tutti hanno un piccolo ammortizzatore sociale a portata di mano: familiari o parenti che possono aiutare, lavoretti in nero da poter eseguire. E allora, che fare? Risponde Francesca con la sua umanità e la sua dignità di donna, madre e nonna. Umilmente si appresta a sedersi ai bordi di una piazza di Roma, a tendere una mano con il palmo rivolto verso l’alto, nell’attesa di un gesto di benevolenza dei passanti. Le bollette vanno pagate, l’amata nipote vuole la ricarica del cellullare e, in definitiva, qualcosa sullo stomaco bisognerà pure mettere. È una disperata lotta per la sopravvivenza, privata e personale, fatta di nascosto, per una vergogna che non si vuole abbia il benché minimo riverbero sui propri cari”.
(Riccardo Muzi per Eco del Cinema, 9 novembre 2017)

Al termine della proiezione è previsto un incontro con il regista Ciro Formisano e l’attrice protagonista Daniela Poggi.

——-

L’esodo
R.: Ciro Formisano. Sc.: Angelo Pastore, Ciro Formisano. Int.: Daniela Poggi, Carlotta Bazzu, David White, Rosaria De Cicco, Simone Destrero, Cinzia Mirabella. Italia, 2017, 104’.
Italia 2012, governo tecnico Monti. Francesca, una donna di 59 anni, è un’esodata senza alcun reddito con al carico la nipote Mary, un’adolescente che disprezza la miseria in cui riversa improvvisamente con sua nonna. Non trovando alcuna soluzione sulla grave condizione economica, Francesca finisce a mendicare in piazza della repubblica a Roma, con davanti a sé un cartello che la identifica. Così facendo, la donna conosce molte persone ma le cose si complicano quando la nipote durante una manifestazione la sorprende mentre mendica in piazza.

LEAVE A REPLY