Progetto Futura: nella mia stanza guardando al domani

Da un’idea di Mattia Berto per Venezia Città delle Donne, MUVE

0
159
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Guardare alla giornata dell’8 Marzo con gli occhi rivolti al futuro: una consapevolezza non di un giorno, ma di tutti i giorni. Questo il pensiero del regista Mattia Berto che, insieme alla fotografa Giorgia Chinellato e al video maker Giuseppe Drago ha dato vita, lo scorso anno, negli spazi di Casa Goldoni al progetto FUTURA che, a un anno dalla sua prima realizzazione, giovedì 8 marzo alle ore 17:30 insieme a Ottavia Piccolo e a Maria Cristina Gribaudi, troverà nuova vita presentandosi alla città sotto una nuova veste. Un progetto che ha trovato una sua collocazione perfetta all’interno di Venezia Città delle Donne, iniziativa tutta al femminile che ripercorrere, attraverso suggestioni e momenti di riflessione, la storia delle donne che hanno contribuito a creare la città di Venezia nei secoli. Quest’anno FUTURA racconterà il futuro al femminile di chi nasce e cresce nelle isole della laguna: chiedere ad un gruppo di bambine, future donne, ed a un gruppo di donne mature delle più diverse estrazioni sociali, etnie e temperamenti cosa si aspettano dal domani. Una prospettiva aperta, il più libera possibile, quella che solo i bambini e i vecchi possano offrire. Un viaggio che prenderà vita nelle loro stanze, un volo che può andare in qualsiasi direzione perché ancora da scrivere, ancora da immaginare. La nostra vita scorre con sicurezza, nonostante le inquietudini, le piccole certezze e le grandi rivoluzioni della collettività e del singolo. Chiederemo loro di rispondere alle stesse domande: Cosa pensi del mondo? Di cosa hai paura? Cosa farai da grande? Sei felice di essere una femmina? Perché… Un intero progetto che guarda alla donna attraverso gli occhi di chi ha vissuto e chi vivrà.

LEAVE A REPLY