1000 Beats, European Drum & Percussion Academy

Dal 28 al 30 aprile al Parco Archeologico di Selinunte (TP)

0
180
Condividi TeatriOnline sui Social Network

È quasi tutto pronto a Selinunte. Il 27 sera inizieranno ad arrivare musicisti, percussionisti da tutto il mondo. Si sta per aprire il sipario di 1000 Beats, il festival internazionale di musica contemporanea dedicato alle percussioni. Un fine settimana imperdibile per gli amanti del ritmo: studenti e professori dei Conservatori, artisti di fama mondiale e anche semplici appassionati disposti a lasciarsi emozionare dal tamtam dei tamburi o dalle melodie della marimba, stanno per arrivare ai piedi del Tempio di Hera”. Lo ha annunciato Emmanuel Partigno, Direttore di 1000 BEATS, EUROPEAN DRUM & PERCUSSION ACADEMY.

Si inizierà alle ore 18 di Sabato 28 Aprile con il concerto PERCURAMA: Xenakis ai Templi. Il gruppo di sei percussionisti della Royal Danish Conservatory of Music di Copenaghen – ha proseguito Partigno – diretti dal maestro Gert Mortensen, eseguiranno davanti la magnificente scenografia del Tempio di Hera, PLEIADES, composizione scritta dal musicista ed architetto greco Iannis Xenakis, nel 1978”. Musicisti di Nazioni diverse, popoli diversi, religione diverse, culture diverse, ai piedi dei Templi di Selinunte.

Il Parco Archeologico di Selinunte è sempre più capitale dei popoli – ha dichiarato Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico – dove in questo momento si possono ammirare numerose mostre in contemporanea. Ad esempio abbiamo “Abitare a Selinunte” con la ricostruzione virtuale della Selinunte di 2700 anni fa, ma in contemporanea è possibile visitare anche “Thois Theiois” con la ricostruzione reale del Tempio Y che è possibile vedere all’interno del Baglio Florio. E sempre in contemporanea c’è la possibilità di visitare il Padiglione delle Religioni Perdute allestito nell’ambito della Biennale Internazionale di Arte Sacra. Inoltre è possibile ammirare la Triplice Hekate, unica testimonianza al mondo di quest’importante figura della mitologia greca e centinaia di altri reperti rinvenuti, anche di recente, grazie agli scavi archeologici condotti dall’Università di New Work, scavi che riprenderanno a breve, nel prossimo giugno”.

Dal percussionista indiano Trilok Gurtu al greco Thedor Milkov, ovviamente non mancheranno i musicisti italiani. La mattina le lezioni accademiche, nel primo pomeriggio i laboratori musicali, alle 18 i concerti al Parco, ma la notte le jam sessions nei pub della borgata marinara di Selinunte con ritmi TRIBALI.

Patrocinato dal Conservatorio “Antonio Scontrino” di Trapani e dal Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, 1000 Beats durerà ben tre giorni. Il 28 mattina le lezioni accademiche del percussionista indiano TrilokGurtu, del marimbista greco Thedor Milkov – ha concluso Partigno – del giovane talento italiano Simone Rubino, e del batterista tedesco Benny Greb. Nel primo pomeriggio i laboratori di perfezionamento. Ogni sera dalle 18 nel cortile del Baglio Florio i concerti aperti al pubblico. Infine, a tarda notte le jam sessions nei pub della borgata marinara di Selinunte. E le sorprese non finiscono qua”.

A Selinunte arriverà anche la Batucada per le vie della borgata marinara, guidata dal gruppo di percussionisti Trinatakùm di Mazara del Vallo. Si tratta di una sfilata di tamburi tipica della samba del carnevale brasiliano e fa riferimento ad uno stile percussivo influenzato dalla musica e cultura africana.

LEAVE A REPLY