Live Show Cumiana – The Family Band in concerto

Andato in scena il 7 aprile al Teatro Carena di Cumiana (TO)

0
296
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ci sono una mamma, un papà e due figli.
Anzi, ci sono una mamma (strepitosa cantante e musicista), un papà (fisarmonicista di fama internazionale), il figlio maggiore alle percussioni/chitarra e il figlio minore al drum! Signore e signori: the family band!
Dopo la pubblicazione del loro primo album, composto da 13 cover di artisti di fama mondiale (tra i quali Yann Tiersen, Coldplay, Avicii), la band si prepara a salire sul palco di un Teatro dopo un tour europeo in qualità di acclamatissimi artisti di strada!

Ultimo appuntamento al Live Show di Cumiana. Teatro come sempre pieno, ambiente paesano, quasi da messa, con il dovuto rispetto. Giovani e meno giovani. Ragazzini e piccoli davanti, anche se un concerto si può godere in distanza. Molti di loro, i ragazzini, frequentano i corsi di Teatro che da anni Il Mulino ad Arte propone nella zona. Anche gli adulti ne sono coinvolti. Capita spesso di cogliere al volo discorsi su prove ed incontri da fare. Un bel modo di impegnare il proprio tempo libero e praticare l’arte dello scambio di idee del divertimento. Insomma facce che si conoscono, quasi tutte. Stasera c’è: The Family Band in concerto. Dopo vere apprezzato “Les jumeaux”, me compreso, si torna per rivedere Davide Borra con una nuova avventura: porta in scena i suoi affetti più cari che sono la famiglia e la musica! Le premesse per una buona serata ci sono tutte, il pubblico ne è consapevole ed accetta volentieri la mezz’ora buona di ritardo con cui inizia lo spettacolo. Tutti si devono accomodare. La sensazione è che sia un concerto molto teatrale, a cominciare dall’entrata dei musicisti. Prima arrivano Lorenzo e Alessandro, due ragazzini sui 10-11 anni, dalla faccia simpatica e furbetta di chi sta preparando qualche scherzetto o si accinge a “combinarne una”. Indossano magliette e pantaloncini da spiaggia, cappellini buffi e uno dei due è scalzo. Suonano batteria, percussioni, chitarra, clacson e quello scalzo è anche addetto agli effetti speciali. Iniziano a suonare con foga per preparare l’arrivo del padre Davide, virtuoso della fisarmonica. Partono tutti e tre e fanno almeno due pezzi senza il quarto componente del gruppo: Lidiya Koycheva madre dei ragazzini e moglie di Davide. Di lei stessa dirà, alla fine della serata, con un tipico humor anglosassone: “Senza di me tutto questo non sarebbe stato possibile”. È bravissima. Ha una voce davvero potente e suona molto bene la chitarra, ma la sua forza sta nella presenza scenica. Era il centro di attrazione di tutti gli sguardi. Spesso guardavamo solo lei, nonostante marito e figli si dessero un gran daffare sul palco. Serata divertente, scoppiettante, da non riuscire a restare fermi. Tutti a dimenarsi sulle sedie, a ritmare con le mani, ad applaudire. È un concerto, ma in realtà c’è di più. Davanti ai nostri occhi c’è la classica famiglia, che tutti avremmo voluto avere quando avevamo l’età di Ale e Lollo, come vengono chiamati dai genitori. E si divertono pure. Il ritmo delle esecuzioni è alto, non ci lasciano nemmeno il tempo di applaudire una canzone appena finita che già ne fanno un’altra. Mamma e papà sono professionisti, te ne accorgi subito appena li senti suonare o cantare, mentre i figli non fanno solo casino ma dimostrano capacità di ascolto, attenzione e, modestia. Soprattutto l’addetto agli effetti speciali, che poi sono sostanzialmente bolle di sapone fatte con bastoncini, corde e acqua con sapone. Molte ragazzine, sotto il palco, lo guardavano rapite aspettando di essere considerate, ma lui no. Impassibile e professionista fino alla fine si muoveva con decisione e sicurezza sul palco. Molti applausi finali ed un largo sorriso su tutti all’uscita. Ciliegina sulla torta è arrivata una canzone, delicata e molto poetica, dedicata a Daniele Ronco e Federica Leone, veri artefici di tutte le novità che hanno portato con il teatro. Questa dedica ci anticipava che Daniele e Federica si sposeranno il 26 Luglio. Applauso lungo e anche un po’ di emozione, soprattutto da parte della futura sposa. Da quel momento la parola Auguri è stata la più sentita in sala.
———–

The Family Band IN CONCERTO
Lidiya Koycheva: voice, guitar
Davide Borra: accordion
Alessandro Borra: percussioni, guitar
Lorenzo Borra: drum

durata 65’

LEAVE A REPLY