Nonantola Film Festival (12° edizione)

Dal 26 aprile al 14 maggio tra la Sala Cinema Teatro Massimo Troisi di Nonantola (MO) e il Cinema Teatro Comunale di Bomporto (MO)

0
229
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Quattordici giorni di proiezioni, dodici film per la rassegna serale – a ingresso completamente gratuito – di cui due in prima visione provinciale, due in anteprima nazionale e tre stranieri. E ancora: due pellicole per la rassegna per bambini, cinque cortometraggi realizzati da studenti delle scuole Primarie e Secondarie del territorio in collaborazione con Amministrazioni comunali, Istituti scolastici e professionisti del settore, la prima puntata di una Web serie tutta modenese, una decina di cortometraggi per ragazzi, due festival ospiti della rassegna con cinque opere in totale selezionate.

Questi solo alcuni dei numeri della 12esima edizione del Nonantola Film Festival, che si svolgerà dal 26 aprile al 14 maggio 2018 tra la Sala Cinema Teatro Massimo Troisi di Nonantola e il Cinema Teatro Comunale di Bomporto. In linea con la mission che l’Associazione Nonantola Film Festival, organizzatrice dell’evento, sta portando avanti da due anni a questa parte, vengono presentate agli spettatori opere prime di giovani registi italiani che poca o nulla visibilità hanno avuto nelle sale, non per scarsa qualità, ma per logiche di distribuzione cinematografica miopi e interessate soltanto al guadagno immediato e le pellicole vincitrici dei Festival di Cannes e Berlino 2017 e di premi Oscar 2018. Per conoscere poi “dall’interno” i mestieri del cinema, cinque gli ospiti presenti (tra cui un montatore, una regista e sceneggiatrice, due Costume Designers) che dialogheranno con il pubblico prima e dopo la proiezione del loro film.

E poi la gara ‘4 Giorni Corti’, con alcune novità, come l’aver tolto dal regolamento l’obbligatorietà della scena girata a Nonantola (vedi comunicato numero 2).

L’edizione 2018 del Nonantola Film Festival è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa tenutasi presso il foyer della Sala Cinema Teatro Massimo Troisi a Nonantola alla quale hanno partecipato Elisa Monzani presidente dell’Associazione Nonantola Film Festival, Stefania Grenzi Assessore alla Cultura, al Volontariato, alle Attività Produttive e alle Pari Opportunità e Vicesindaco del Comune di Nonantola, Marcello Mandrioli Assessore all’Ambiente, Cultura e Politiche giovanili e Vicesindaco del Comune di Bomporto e Maurizia Cocchi Bonora Assessore alla Pubblica Istruzione, Infanzia e Adolescenza, Volontariato, Affari Istituzionali, Rapporti con le frazioni, e Vicesindaco del Comune di Castelfranco Emilia.

——–

LE PROIEZIONI A NONANTOLA E BOMPORTO

Saranno due le sale ad ospitare gli eventi e le proiezioni della dodicesima edizione del Nonantola Film Festival: a Nonantola la Sala Cinema Teatro Massimo Troisi in viale Rimembranze 8, e a Bomporto il Cinema Teatro Comunale in via Verdi 8/A, con inizio alle ore 21.00. L’ingresso a tutte le proiezioni è gratuito. Presso il Cinema Nuovo Multisala di Castelfranco Emilia, in data ancora da stabilirsi, verranno proiettati i corti realizzati con le scuole Primarie del territorio dall’Associazione OttoMANI.

I titoli in rassegna a Nonantola

Dopo l’anteprima con “Gatta Cenerentola” a Bomporto giovedì 26 aprile, il 12esimo Nonantola Film Festival prende il via sabato 28 aprile con “Smetto quando voglio – Ad Honorem” terzo e ultimo episodio della fortunatissima saga iniziata nel 2014 scritta e diretta da Sydney Sibilia sui disoccupati sapienti riciclati in criminali sgangherati interpretata tra gli altri da Edoardo Leo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Luigi Lo Cascio, Valeria Solarino e Greta Scarano. Domenica 29 aprile sullo schermo della Sala Troisi arriva la prima delle opere prime in rassegna: “I figli della notte” segna l’esordio alla regia del 36enne Andrea De Sica, figlio di Manuel e nipote del grande Maestro del cinema Vittorio, vincitore per questo film del Nastro d’Argento 2017 come miglior regista esordiente. Una cupa storia ambientata in un collegio maschile prestigioso collegio per rampolli benestanti, con echi di Kubrick, Lynch e Dario Argento. Gli interpreti principali, bravissimi, sono Vincenzo Crea e Ludovico Succio. Ad accompagnare il film, il montatore Alberto Masi. Il geniale, controverso e pluripremiato “The Square” (id.) dell’acclamato regista svedese classe 1974 Ruben Östlund è in programma lunedì 30 aprile. Il film – una provocatoria parabola sull’arte contemporanea e sulle relazioni tra gli esseri umani – ha vinto l’anno scorso tra gli altri la Palma d’oro al Festival di Cannes e il David di Donatello come miglior film dell’Unione Europea, ed è stato candidato come miglior film straniero agli Oscar 2018. Tra i protagonisti, Claes Bang, Elizabeth Moss e Dominic West.

Anteprima nazionale martedì 1° maggio con la commedia “Amo la tempesta”, lungometraggio d’esordio del 41enne regista lodigiano Maurizio Losi (molto noto all’estero e che anni fa aveva partecipato alla gara “4 Giorni Corti”), che racconta in modo divertente e divertito la fuga dei ‘giovani cervelli’ all’estero vista dalla parte di genitori. Nel cast, Nando Paone, Maya Sansa, Tony Sperandeo, Giobbe Covatta, il giovane Leonardo Lidi e la Eleonora Giovanardi scelta da Checco Zalone per il suo “Quo vado?”. In sala sarà presente uno dei membri del cast. Mercoledì 2 maggio ecco un’altra opera prima italiana: “Le ultime cose” della 32enne regista e sceneggiatrice torinese Irene Dionisio, qui al suo debutto nel lungometraggio dopo alcuni premiati documentari. Il film – unico italiano presentato nella prestigiosa rassegna collaterale “Settimana della Critica” alla Mostra di Venezia 2016 – racconta di tre storie che s’intrecciano nel poliedrico calderone di varia umanità che si ritrova ad impegnare le “ultime cose” al banco dei pegni di Torino, tra cui una transessuale. Dall’Italia all’Ungheria contemporanea: giovedì 3 maggio sullo schermo della Sala Troisi di Nonantola arriva il film vincitore dell’Orso d’oro e di altri importanti premi collaterali al Festival di Berlino 2017, e candidato all’Oscar 2018 nella categoria miglior film straniero: “Corpo e anima” (titolo originale: Teströl és lélekröl) della regista Ildikò Enyedi. Una storia d’amore onirica e surreale tra sogno e realtà stravolge la vita di Mària ed Endre, entrambi impiegati in un mattatoio lei come responsabile del controllo qualità, lui come direttore finanziario. Géza Morcsányi e Alexandra Borbély i bravissimi interpreti. Venerdì 4 maggio in programma uno dei film italiani più belli della Stagione, vincitore del Premio Orizzonti come miglior film alla Mostra del Cinema di Venezia 2017 e di 4 David di Donatello 2018 tra cui quello per la migliore sceneggiatura: “Nico, 1988” di Susanna Nicchiarelli racconta gli ultimi anni di vita della cantante ed ex-modella tedesca Christa Päffgen, meglio conosciuta come Nico, a cui dà volto, corpo, anima e voce la strepitosa attrice danese Trine Dyrholm. In sala per parlare del loro lavoro, nello specifico su questo film, le due sorelle Costume Designers modenesi Francesca e Roberta Vecchi. Si ride parecchio con l’esordio alla regia cinematografica dei noti Youtuber The Jackal “AFMV – Addio fottuti musi verdi” diretto da Francesco ‘Ebbasta’ Capaldo e interpretato da Ciro Capriello, Fabio Balsamo, Beatrice Arnera con un cameo di Gigi D’Alessio, in programma sabato 5 maggio. Una commedia demenziale sulla precarietà del lavoro giovanile nell’Italia di oggi, con un’altra ‘fuga di cervelli’ stavolta addirittura nello spazio.

La rassegna serale della 12esima edizione del Nonantola Film Festival si chiude per la parte di Nonantola domenica 6 maggio con “Maria per Roma”, un’altra anteprima nazionale, una delicata e agrodolce commedia opera prima della giovane regista romana Karen Di Porto, che accompagnerà il film. Una giornata, dalle prime ore del mattino alla notte, nella vita di Maria, una donna confusa ma al contempo dinamica, che insegue la sua carriera di attrice ma si perde nella frammentazione del quotidiano romano. La pellicola è stata presentata in concorso nella sezione ‘Le voci del domani’ alla Festa di Roma 2016, e particolarmente elogiata dal direttore artistico Antonio Monda

——-

I titoli in rassegna a Bomporto

Un film italiano d’animazione d’autore e due film drammatici – uno cileno premiato con l’Oscar 2018 come miglior film straniero e uno italiano – i tre film in programma a Bomporto al Cinema Teatro Comunale. Come accennato, l’onore dell’apertura della dodicesima edizione del Nonantola Film Festival spetta appunto a Bomporto: giovedì 26 aprile è in programma – in prima visione provinciale – l’originale “Gatta Cenerentola” girato a otto mani da Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone che ambientano nella Napoli di oggi una delle favole contenute ne Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile cui era ispirato “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone e anche l’opera teatrale omonima di Roberto De Simone. Il film – con le voci tra gli altri di Alessandro Gassmann, Maria Pia Calzone, Alessandro Gallo e Renato Carpentieri – ha vinto diversi premi collaterali alla Mostra di Venezia 2017, il premio Caligari come ‘Miglior Film di Genere dell’Anno’ al ‘Noir in Festival’ 2017 e due David di Donatello 2018 come migliori effetti digitali e migliore produzione.

Mercoledì 9 maggio sullo schermo del Cinema Teatro Comunale arriva il toccante “Una donna fantastica” (titolo originale Una mujer fantàstica) dell’acclamato regista cileno Sebastiàn Lelio, meritatissimo vincitore sia dell’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura al Festival di Berlino 2017 sia del premio Oscar 2018 come miglior film straniero. Daniela Vega interpreta Marina, una transessuale che ha una storia con un uomo molto più vecchio di lei, e che dopo la morte per infarto dell’uomo viene a contatto con la famiglia di lui, la ex moglie e il figlio. Chiude le proiezioni a Bomporto e la rassegna serale della 12esima edizione del Nonantola Film Festival l’opera prima del 38enne regista romano Roberto De Paolis “Cuori puri”, unico italiano selezionato per la Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes 2017. L’esordiente Selene Caramazza accanto a Simone Liberati, Barbora Bobulova, Stefano Fresi e Edoardo Pesce sono i protagonisti di una drammatica storia d’amore tra una ragazza molto religiosa e un ragazzo dal passato turbolento.

——-

Le iniziative per ragazzi

Anche per la sua edizione 2018, il Nonantola Film Festival – da sempre promotore dell’uso e della comprensione del linguaggio cinematografico da parte dei ragazzi in collaborazione con le Istituzioni scolastiche e le Amministrazioni comunali presenti sul territorio, e professionisti del settore – propone all’interno del suo palinsesto proiezioni di film e cortometraggi per ragazzi, a volte realizzati dai ragazzi stessi. Da segnalare in tale ambito i corti presentati sabato 28 aprile alle ore 16.00 presso la Sala Cinema Teatro Massimo Troisi di Nonantola: “Non avete niente che non va” realizzato dagli studenti della Scuola Secondaria ‘Dante Alighieri’ di Nonantola nell’ambito del progetto sul cyberbullismo e non solo ‘Uniti nella Rete’, “Adottiamo la residenza vecchia della Partecipanza Agraria” sempre a cura degli studenti della ‘Alighieri’ insieme all’Archivio Storico della Partecipanza Agraria (vincitore del concorso nazionale indetto dal MIBACT ‘Io amo i Beni Culturali’), e “Senza parole” di Sara Florio, corto sempre sul tema del cyberbullismo vincitore del concorso nazionale ‘I linguaggi dell’immaginario per la scuola’. Sabato 5 maggio, sempre alla Sala Troisi alle ore 16.00, ecco i corti de ‘La scuola animata’ realizzati dagli studenti delle Scuole Primarie di Castelfranco Emilia assieme all’Associazione OttoMANI, mentre alle ore 20.30 c’è “Senso unico alternato” dedicato ai temi della dipendenza e della cura pensato dai ragazzi dello Spazio Giovani Scialla di Nonantola insieme alla Comunità Terapeutica Casa San Matteo del Gruppo CEIS. Domenica 6 maggio infine sempre alla Sala Troisi alle ore 16.30 sarà presentata una selezione di cortometraggi dal Youngabout International Film Festival di Bologna, che propone la visione di film di qualità provenienti da tutto il mondo agli alunni delle scuole di Bologna e dintorni. Sabato 5 maggio inoltre sarà attivo il trasporto ecologico Piedibus per raggiungere il Cinema Teatro Troisi e gustare gli spettacoli del pomeriggio.

E non poteva mancare Cinekids, l’appuntamento con i film per ragazzi nell’ambito del Nonantola Film Festival, che quest’anno propone due interessanti titoli d’animazione: sabato 5 maggio alla Sala Troisi alle ore 17.00 sarà proiettato “Coco” di Lee Unkrich e Adrian Molina, capolavoro targato Disney-Pixar vincitore tra gli altri di due premi Oscar 2018 (come miglior film d’animazione e per la miglior canzone), mentre domenica 6 maggio alle ore 17.00 ecco l’altro capolavoro sempre targato Disney e diretto nel 2012 da Tim Burton “Frankenweenie” sul giovane Victor Frankenstein che resuscita il suo cane Sparky investito da un’auto.

——-

Rudi”, una Web Serie sugli zombie tutta modenese

L’organizzazione del Nonantola Film Festival numero 12 ha in serbo un’altra bella sorpresa per tutti gli amanti delle serie e dell’horror con molte venature da commedia. Domenica 13 maggio alla Sala Cinema Massimo Troisi di Nonantola in occasione del Galà di chiusura della gara ‘4 Giorni Corti’, prima della proclamazione dei vincitori sarà proiettato il pilot della Web Serie “Rudi” ideata dal giornalista e scrittore modenese classe 1981 Vincenzo Malara, diretta a quattro mani dai modenesi Piernicola Arena e Lillo Venezia e interpretata da Christian Terenziani (Rudi), Marianna Folli (Camilla), Giuseppe Sepe (il direttore Martini) e Gian Battista Fiorani (Yuri). Sia Malara che Sepe fanno parte della Giuria di Qualità della gara ‘4 Giorni Corti’.

Protagonista della storia è Rudi, ex infetto (simile in tutto e per tutto a uno zombie) guarito e liberato dalla sua aggressività e tornato umano. I ‘reduci’ come Rudi vengono messi davanti a un bivio: andare in esilio per sempre o provare a reinserirsi nella società. Rudi sceglie di tornare a casa ma deve scontrarsi con un mondo che lo guarda con diffidenza. Presentata a febbraio al Victoria Cinema, la prima puntata è attualmente in concorso in diversi festival nazionali e internazionali. Grazie ai favori raccolti è già stata ufficializzata la produzione del secondo e del terzo episodio che verranno girati la prossima estate.

——-

Youngabout Film Festival e Ennesimo Film Festival

Una delle mission del Nonantola Film Festival è quella di stringere rapporti con altre realtà del territorio per promuovere la cultura cinematografica. Quest’anno sono due i festival che hanno accettato l’invito dell’organizzazione per presentare la loro attività: Youngabout International Film Festival di Bologna cui si è già accennato, ed Ennesimo Film Festival di Fiorano, festival internazionale di cortometraggi che domenica 13 maggio durante il Galà di chiusura della gara ‘4 Giorni Corti’ presenterà uno dei corti finalisti all’ultima edizione.

——-

Organizzazione, sostenitori, partner tecnici e media partner

Il Nonantola Film Festival 2018 è organizzato dal Circolo ARCI Nonantola Film Festival insieme al Comune di Nonantola, al Comune di Bomporto e al Comune di Castelfranco Emilia, in collaborazione con Arci Modena, UCCA Unione Circoli Cinematografici Arci, con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, il sostegno di Sinergas S.p.A., Agenzia Onoranze Funebri Pecorari, Farmacia Nuova di Nonantola e Coop Alleanza 3.0; partner tecnici Nevent – Comunicazione & Relazioni pubbliche, e Radioattiva Nonantola. Media partner, TeleRadioCittà e Radio Bruno.

Tutte le informazioni e il programma completo sul sito www.nonantolafilmfestival.it e sulla pagina Facebook dedicata.

LEAVE A REPLY