Voices: festival internazionale di teatro, danza e musica

Dal 20 al 22 aprile a Explora, il Museo dei Bambini di Roma

0
126
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dal 20 al 22 aprile a Explora, il Museo dei Bambini di Roma, arriva VOICES: festival internazionale di teatro, danza e musica, un evento in tre giorni offerto negli spazi verdi del museo, frutto del progetto europeo Voices of Solidarity (VOICES) co-finanziato dal Programma Europa Creativa e patrocinato da Regione Lazio e Comune di Roma- Assessorato alla Crescita Culturale. Coordinato dall’agenzia inglese ArtReach LTD, il progetto vede coinvolti, oltre ad Explora di Roma, il CESIE di Palermo, l’Altonale GmbH di Amburgo, e il Teatro Nazionale Radu Stanca di Sibiu.

Il Festival è finalizzato a sensibilizzare il pubblico sui valori europei di libertà, democrazia, uguaglianza e solidarietà, celebrando così la libertà di espressione attraverso le sue forme: teatro, danza, musica per dare vita a performance e laboratori dedicati alle famiglie e alle scuole, realizzati grazie al coinvolgimento di artisti, performer e attori locali e internazionali.

«Abbiamo chiesto ai bambini tra i 6 e gli 11 anni: “Cosa è per voi la libertà?” Dalle loro risposte il concetto di libertà è sempre associato alla possibilità di giocare, vedere dei cartoni animati, parlare e cantare liberamente. Nonostante la giovane età, la loro visione è quella che in assoluto riflette i principi chiave dell’Unione Europea che riconosce come diritti fondamentali la libertà e l’uguaglianza, oltrepassando così il limite di eventuali barriere culturali, politiche e sociali. Attraverso questo Festival dedicato a tutti i bambini, vogliamo far riflettere sulla necessità dell’uomo di esprimersi liberamente attraverso l’arte del teatro, la danza e la musica: esprimersi genera emozioni, la libertà è dunque un’emozione» ha affermato Patrizia Tomasich, Presidente di Explora, il Museo dei Bambini di Roma.

——

Il programma del Festival

Venerdì 20

Il Festival si apre con la giornata inaugurale dedicata alle scuole e alla stampa.

Dalle 10.00Cantabile Ballabile, il laboratorio della compagnia ArteStudio per coinvolgere i bambini nel mondo del teatro: grazie alla partecipazione di attori professionisti con i quali simulare esercizi pre-performance dedicati alla voce e al corpo.

Alle 11.45 One Table (And Five Chairs, or Actually Six), una performance-racconto a cura di ArteStudio. La performance porta in scena la ricerca dell’equilibrio in una delicata e coinvolgente metafora tavolo-mondo. «Tavoli e sedie diventano i confini di un mappamondo che ogni volta ridisegna diritti e doveri degli invitati, in un rincorrersi di storie misteriose tra fantasia e immaginazione di un mondo migliore» racconta Riccardo Vannuccini, direttore artistico della compagnia. 

Dalle 12.20Cantabile Ballabile, il laboratorio della compagnia ArteStudio per coinvolgere i bambini nel mondo del teatro: grazie alla partecipazione di attori professionisti con i quali simulare esercizi pre-performance dedicati alla voce e al corpo.

——

Sabato 21

Il secondo giorno di Festival è dedicato a bambini e famiglie in visita al museo.

Alle ore 15.15 United In Diversity, il laboratorio per la fascia 3-5 anni, condotto da Sara Greco e dal musicista Federico Di Maio. Ispirato a Piccolo blu e piccolo giallo di Babalibri, il laboratorio affronta il valore dell’amicizia che resiste nonostante le diversità; il titolo è tratto dal motto ufficiale dell’UE. 

Sempre alle 15.15 Piccoli Chef stellati, il laboratorio di Officina in Cucina, riservato alla fascia d’età 5-11 anni, per realizzare gustose stelline di biscotto simbolo dell’Unione Europea. 
In contemporanea alle 15.15 L’acchiappasogni, il laboratorio artistico a cura di Explora, per la fascia d’età 6-11 dedicato ad approfondire il significato di alcune parole tra cui Europa, giustizia, uguaglianza, dialogo, danza, teatro e musica, per tradurle, attraverso percezioni sensoriali, in opere d’arte dalle fragranze inebrianti. 

Fa seguito, dalle 16.00 alle 16.45, la performance Borderline, della compagnia tedesca di Patricia Carolin Mai, ballerina e coreografa, e Jakob Neubauer, musicista e compositore: «Durante la performance sei artisti si alternano sul palco ed esplorano il corpo umano come un archivio popolato da ricordi personali e culturali»

Con la partecipazione al laboratorio o alla performance, si riceve un ingresso omaggio al museo per il turno successivo. 

——

Domenica 22

La giornata di domenica si apre alle 11.00 con il laboratorio, riservato alla fascia d’età 6-11, condotto da Giuseppe Marchei della compagnia teatrale I Bugiardini«Libertà è…improvvisazione!, è un esercizio basato sull’improvvisazione teatrale e la sensazione di libertà che si prova a non avere copioni».

Dalle 11.30 alle 11.50 in programma Wheeze: Winds of Change, della compagnia inglese Parrabbola, una performance in due momenti dedicati alla musica e alla danza. La prima parte porta in scena Wheeze, una macchina creata per fare musica alimentata interamente dall’aria e composta da tanti strumenti. Nella seconda parte della performance il gruppo di aerialist della compagnia si esibirà in acrobazie sfidando la forza di gravità alla conquista dell’aria. 

Lo stesso programma si ripete nel pomeriggio dalle ore 16.00 Libertà è…improvvisazione! a cura di Giuseppe Marchei della compagnia I Bugiardini, e riservato alla fascia d’età 6-11. A seguire alle 16.30 Wheeze: Winds of Change, della compagnia inglese Parrabbola, una performance in due momenti dedicati alla musica e alla danza. 

Con la partecipazione al laboratorio o alla performance, si riceve un ingresso omaggio al museo per il turno successivo.

Explora, il Museo dei Bambini di Roma – Museo privato e non profit, basato sul modello dei musei didattici internazionali per bambini in cui i più piccoli possono osservare, toccare, scoprire, in piena autonomia attraverso gioco e socialità avvicinandosi a scienza, ambiente, alimentazione, robotica, matematica, sviluppo sostenibile. 

ArteStudio – Coordinata da Riccardo Vannuccini, lavora professionalmente nel settore della cultura da oltre trent’anni, collaborando con enti e associazioni tra le più importanti sul territorio nazionale ed internazionale. 

I Bugiardini – Giuseppe Marchei – Dottore di ricerca in Matematica, attore e insegnante, si occupa di teatro, con particolare interesse per l’improvvisazione teatrale, da oltre dieci anni. È tra i soci fondatori della Compagnia stabile di Roma I bugiardini- l’improvvisazione con effetti collaterali con la quale realizza spettacoli, laboratori ed eventi, sia in Italia che all’estero. 

Parabbola – Gruppo di performer inglese, si dedicano a spettacoli teatrali in cui si incorporano danza e musica. Per Parrabbola tutto è progettato per essere piacevole e coinvolgente, per sviluppare abilità e costruire un’eredità creativa.

Patricia Carolin Mai e Jakob Neubauer – Ballerina professionista e coreografa, musicista e compositore. Vengono da Amburgo, città in cui Patricia si è specializzata in danza contemporanea e Jakob in musica sinfonica. 

Sara Greco – Ballerina professionista e coreografa specializzata in Danza Contemporanea e Educativa, lavora su molti progetti educativi e sperimentali anche per bambini.

——

Informazioni 

www.mdbr.it/voices-2018/  

#VOICESES

LEAVE A REPLY