Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Mirga Gražinytė-Tyla dirige Debussy

Dal 4 al 6 maggio all'Auditorium Parco della Musica (Sala Santa Cecilia), Roma

0
73
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Classe 1986, Mirga Gražinytė-Tyla è la prima donna a essere stata nominata direttore della City of Birmingham Symphony Orchestra, dopo Sakari Oramo e Sir Simon Rattle. In seguito a un’apparizione sfolgorante ai PROMS di Londra nel 2017, la stampa inglese la ritiene una delle personalità musicali più influenti del momento. Dopo il MET di New York e la Kammerorchester di Vienna, il 2018 è per lei l’anno di importanti debutti con l’Orchestre Philharmonique de Radio France e la Deutsche Symphonie-Orchester Berlin, con l’Orchestra Sinfonica di Berlino, con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino, e con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Il debutto romano, il prossimo venerdì 4 maggio (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, ore 20.30 repliche sabato 5 ore 18 e domenica 6 ore 18), apre FLUX, il Festival Lituano delle Arti in occasione delle celebrazioni del centenario della Repubblica della Lituania, proclamata ufficialmente il 16 febbraio del 1918.

Il programma del concerto renderà omaggio al genio di Mozart del quale ascolteremo il Concerto per pianoforte e orchestra n. 27 K 595 suonato dal pianista Francesco Piemontesi rinomato per le sue interpretazioni di Mozart e del repertorio romantico. L’ultimo dei concerti mozartiani, eseguito il 4 marzo del 1791 in una delle accademie musicali alle quali il compositore prese parte prima della morte prematura pochi mesi dopo, è frutto, probabilmente di un’idea precedente. Musicato da Mozart, il Concerto K595 è uno dei più fortunati della produzione mozartiana e presenta un organico più contenuto, impostato come un lungo dialogo tra solista e orchestra.

Nella stessa serata omaggio anche a Debussy, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della morte, del quale Mirga dirigerà La mer, il brano in cui il compositore francese riversò tutto il suo amore per il mare e le suggestioni che questo gli suscitava e una selezione di Preludi nella versione per Orchestra di Colin Matthews. Completa il programma Un sourire di Olivier Messiaen.

Dalla stagione 2016-2017 Mirga Gražinytė-Tyla è il nuovo Direttore musicale della City of Birmingham Symphony Orchestra, erede di una lunga tradizione di celebri direttori, tra i quali ricordiamo Sir Simon Rattle, Sakari Oramo e Andris Nelsons. Il debutto con l’Orchestra di Birmingham risale al luglio del 2015 e, visto il successo ottenuto, è stata immediatamente invitata per il gennaio dell’anno seguente.

Cresciuta a Vilnius, in Lituania, Mirga Gražinytė-Tyla ha studiato direzione corale e d’orchestra alla Grazer Universität für Musik und darstellende Kunst, quindi al Conservatorio di Bologna, a Lipsia e a Zurigo. Nel 2010 ha debuttato nel repertorio operistico dirigendo La traviata a Osnabrück; dalla stagione 2011-2012 è stata per due anni secondo Kapellmeister dell’Orchestra e del Teatro dell’Opera di Heidelberg, quindi ha ricoperto il ruolo di primo Kapellmeister a Berna e succesivamente è stata Direttore musicale del Landestheater di Salisburgo.

In campo internazionale è conosciuta fin dal 2012, quando il Festival di Salisburgo l’ha premiata con il Salzburg Festival Young Conductors Award, premio che le ha permesso di collaborare con la Gustav Mahler Jugendorchester. Poco dopo, un Dudamel Felloship presso la Los Angeles Philharmonic le ha dato la possibilità di dirigere un concerto in abbonamento, tornandovi come direttore ospite anche nelle due stagioni successive; nel 2016 l’orchestra l’ha nominata Associate Conductor.

Mirga Gražinytė-Tyla collabora intensamente con la Kremerata Baltica e Gidon Kremer che ha diretto alle Wiener Festwochen e al Musikverein di Vienna. Inoltre, è salita sul podio della HR Sinfonieorchester Frankfurt, Beethoven Orchester Bonn, Wiener Kammerorchester, Chamber Orchestra of Europe (ospite del festival di lucerna), Radio-Sinfonieorchester Wien, Camerata Salzburg, Mozarteumorchester Salzburg, Danish National Symphony Orchestra, Helsinki Philharmonic. È al debutto sul podio dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.

——-

Francesco Piemontesi nato a Locarno nel 1983, ha iniziato a suonare il pianoforte all’età di quattro anni. Dopo studi con Nora Doallo, si trasferisce ad Hannover, dove prosegue la sua formazione alla Hochschule für Musik und Theater con Arie Vardi, ricevendo nel contempo preziosi consigli da parte di Alexis Weissenberg, Alfred Brendel, Murray Perahia e Cécile Ousset. Ha ricevuto importanti premi e riconoscimenti tra cui il Concours Reine Elisabeth di Bruxelles, e il Borletti-Buitoni di Londra. Nel settembre 2009 viene nominato “New Generation Artist” dalla BBC di Londra. Ha tenuto concerti in Europa, Stati Uniti e in Asia, partecipando ai BBC Proms, al Lucerne Festival, all’Edinburgh International Festival, al Festival di Aix-en-Provence e allo Schleswig-Holstein Musikfestival. Si è esibito inoltre alla Philharmonie e al Konzerthaus di Berlino, al Carnegie Hall e alla Avery Fisher Hall di New York, alla Wigmore Hall di Londra, al Musikverein e al Konzerthaus di Vienna, alla Suntory Hall di Tokyo. Come solista ha collaborato tra l’altro con la London Philharmonic Orchestra, la BBC Symphony Orchestra, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Münchner Philharmoniker, la Orchestra Sinfonica di Vienna, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Los Angeles Philharmonic Orchestra, la Cleveland Orchestra, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la NHK Symphony Orchestra, l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, l’Orchestra della Radio di Berlino, la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, l’Orchestra della Radio di Francoforte, la Filarmonica Ceca, l’Orchestre de Chambre de Lausanne e la Scottish Chamber Orchestra sotto la direzione di Zubin Mehta, Roger Norrington, Ton Koopman, Andrea Marcon, Charles Dutoit,Jiří Bělohlávek, Stanisław Skrowaczewski, Vladimir Ashkenazy, Sakari Oramo e Mikhail Pletnev. I suoi partner di musica da camera includono Renaud Capuçon, Jurij Bashmet, Heinrich Schiff e il Quartetto Emerson. Dal 2012 è direttore artistico delle Settimane Musicali di Ascona. È salito alla ribalta internazionale vincendo premi in importanti Concorsi internazionali come nel 2007 Queen Elisabeth Competition, e fra il 2009-11 è stato scelto come BBC New Generation Artist. Attualmente Francesco Piemontesi vive a Berlino.

——-

Stagione Sinfonica

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

venerdì 4 maggio ore 20.30 – sabato 5 ore 18 – domenica 6 ore 18

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Mirga Gražinytė-Tyla direttore

Francesco Piemontesi pianoforte

Debussy Preludi (orchestrazione Colin Matthews)

Minstrels

La puerta del vino

Général Lavine

Cathédral engloutie

Mozart Concerto per pianoforte n. 27 K595

Messiaen Un sourire

Debussy La mer

——-

Biglietti da 19 a 52 Euro

I biglietti possono essere acquistati anche presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101

LEAVE A REPLY