Andare a letto in una Galleria d’arte

Inedita proposta del Teatro dell’Orsa per Reggionarra 2018

0
115
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Contastorie provenienti da tutta Italia, formati da Monica Morini, Bernardino Bonzani e Antonella Talamonti, daranno vita a un evento letteralmente irripetibile. La popolare Compagnia reggiana sarà inoltre protagonista di altri affascinanti appuntamenti per bambini e adulti.

Non un semplice spettacolo, ma un articolato e visionario progetto, a cura del Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia: attraverso un bando pubblico (promosso dalla Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e con l’Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia) è stato creato un gruppo di giovani provenienti da tutta Italia, interessati a sperimentare un percorso di formazione sull’arte di raccontare storie. Il corso, progettato e condotto dai fondatori del Teatro dell’Orsa Monica Morini e Bernardino Bonzani in collaborazione con la formatrice e vocalista Antonella Talamonti darà vita sabato 19 e domenica 20 maggio alla Galleria Parmeggiani di Reggio Emilia a un’esperienza unica nel suo genere: I lettini delle storie.

Protagonisti di questo evento-spettacolo saranno dieci narratori che, assieme a Bernardino Bonzani, Monica Morini e agli spettatori presenti, daranno vita ad altrettanti lettini narranti: «Nel tempo del c’era e non c’era si può scivolare in un luogo incantato, quasi di sogno, dentro a un lettino. Con la testa sul guanciale, sotto candide lenzuola, nel cuore di un museo in compagnia di unicorni, angeli, cavalieri erranti, creature alate, un canto ci culla, una voce ci guida. Ogni spettatore è accolto e accudito da un rituale di gesti antichi. Chi ci racconta una storia intreccia ponti di parole che portano lontano, oltre il buio, tra il qui e il là. Il tempo si fa quieto, dopo l’ultima parola, nel silenzio galleggia un firmamento di stelle». Continua Monica Morini: «Entrare nel cuore di una Galleria d’Arte, muoversi dentro la bellezza suscitata da oggetti parlanti, come in un’antica fiaba, far vibrare la relazione intima che si instaura tra uno spettatore e un narratore fa parte degli straordinari incontramenti che tutti i processi creativi di Reggionarra hanno tenuto a cuore».

I lettini delle storie, evento inserito nel programma della dodicesima edizione di Reggionarra (manifestazione di rilevanza nazionale in programma a Reggio Emilia dal 18 al 20 maggio della quale Monica Morini è co-direttrice artistica), sarà fruibile da piccolissimi gruppi di bambini e adulti sabato 19 maggio alle ore 18.30, 19, 19.30, 20, 20.30, 21 e 21.30, domenica 20 maggio alle ore 11, 11.30 e 12.

Nell’ambito di Reggionarra la Compagnia presenterà, inoltre, il singolare progetto Rodaribus e il fortunato spettacolo A Ritrovar le Storie.

«Un autobus, con fermate straordinarie. Un viaggio in compagnia delle storie, una città che si apre alla fantastica attraverso strade di cioccolato e palazzi di gelato. Un autobus capace di alzarsi in volo al segnale di un semaforo blu. Una girandola di parole e rime a spasso nel tempo»: è Rodaribus, originale iniziativa ideata da Monica Morini e realizzata con i genitori/narratori del Cerchio delle Parole per un pubblico di tutte le età. Partenza da Piazza Domenica Secchi, per arrivare a Piazza Martiri del 7 Luglio passando per Piazza del Monte. Rodaribus è in programma sabato 19 maggio alle 15.30, con replica alle 17.30.

I suggestivi Chiostri di San Domenico accoglieranno, domenica 20 maggio alle ore 18, una replica a ingresso gratuito del fortunato spettacolo A Ritrovar le Storie, interpretato dagli stessi Monica Morini e Bernardino Bonzani, per l’occasione in scena assieme a Franco Tanzi: «C’è un paese a Tarot dove gli uomini hanno perso le parole. Ma un giorno da lontano arriva un saltimbanco con un carretto bislacco e sulla piazza tornano a fiorire le storie. Schegge di memoria chiamano racconti divertenti e commoventi, le parole fanno vivere sulla scena animali, alberi, santi, briganti e anche un’antica comare che custodisce il segreto della vita». Conclude Monica Morini: «È uno spettacolo per persone dai 5 ai 100 anni, non solo per bambini. Le storie sono per tutti».

———
Info su Reggionarra: http://www.reggionarra.it/

Info sulla Compagnia: http://www.teatrodellorsa.com/

LEAVE A REPLY