Festival Danza Estate (30° edizione)

Dal 20 maggio al 5 luglio a Bergamo

0
59
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Al via le trentesima edizione del FESTIVAL DANZA ESTATE, l’unica e ormai storica rassegna internazionale dedicata alla danza e allo spettacolo dal vivo che da trent’anni anima il territorio bergamasco.

Parte a maggio l’intenso programma ricco di spettacoli, eventi collaterali e svariati appuntamenti uniti da un obiettivo costante: valorizzare la cultura della danza di qualità e i suoi protagonisti, intercettando diverse tipologie di pubblico e sostenendo l’importanza della partecipazione del territorio e delle realtà che ne

fanno parte. Una volontà che si è manifestata nel corso di questi trent’anni di attività e che oggi appare evidente in una città che si rivela sempre più partecipe e appassionata.

Lo dimostra la recente intesa culturale stabilita tra 23/C ART coop.soc (organizzatore del Festival ereditato da CSC Anyomore a partire da quest’anno) e il Comune di Bergamo, volta a sostenere il ruolo della danza e delle arti multidisciplinari ad essa connesse nel territorio di Bergamo. Un accordo di collaborazione che assume grande valore proprio nel trentesimo anniversario del Festival Danza Estate, attraverso l’interesse ad approfondire e diffondere nella città tutti gli aspetti della danza e della sua storia, passata e presente.

Sarà un programma vivace e denso di novità, quello che interesserà la trentesima edizione, tra spettacoli di alto livello, eventi collaterali che coinvolgono le diverse forme d’arte ed espressione contemporanea e focus che interessano tutte le tipologie di pubblico.

A tal proposito, la grandissima figura della coreografa e danzatrice tedesca Pina Bausch sarà protagonista di un particolare approfondimento tematico inserito nel progetto triennale denominato FOCUS PINA: Pina Bausch, la rivoluzione della danza, che porterà a Bergamo svariati eventi attorno a questo personaggio di massimo rilievo nel panorama mondiale della danza contemporanea e del teatro-danza. Mostre fotografiche, incontri, documentari, performance, spettacoli e molto altro ancora animeranno il progetto, che vede la collaborazione di importanti realtà nazionali, tra compagnie di danza, critici e giornalisti, coreografi e insegnanti. A tal proposito – in linea con la sezione del Festival Danza Estate dedicata alla DANZA DA FARE – il ventaglio di proposte formative, vedrà tra gli insegnanti anche Damiano Ottavio Bigi del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch che condurrà a giugno un atelier di improvvisazione.

Tanti e di rilievo i nomi che compaiono nel cartellone di spettacoli che avrà inizio il 20 maggio e terminerà il 5 luglio. Tra questi, alcuni artisti che il pubblico bergamasco ha avuto modo di conoscere e apprezzare in edizioni passate – come Silvia Gribaudi, Naturalis Labor, DaCru Dance Company, Arearea, Sanpapiè e Zerogrammi – accanto a compagnie italiane e straniere, ampiamente conosciute nel panorama nazionale e internazionale, tra cui Balletto di Roma, MM Contemporary Dance Company, Cie. Woest, Annamaria Ajmone, Compagnie MF, Joujoux Folies, Tanzfuchs e C.ie Dare D’art.

Prosegue la sezione DANZA KIDS dedicata alle nuove generazioni che quest’anno presenta due spettacoli che vedono la collaborazione del Comune di Seriate e SIEC – Cineteatro Gavazzeni.

Ma il Festival Danza Estate si rivolge a tutte le età, come dimostrato anche dal progetto Over60, un laboratorio diretto da Silvia Gribaudi e realizzato in collaborazione con il Festival “Orlando – Identità, relazioni, possibilità”, le cui partecipanti saranno protagoniste proprio dell’apertura del Festival Danza Estate con il primo appuntamento inserito in cartellone: “#oggièilmiogiorno”, spettacolo in scena domenica 20 maggio alle 16 presso l’Antico Lavatoio di Città Alta e alle 20:30 all’Auditorium di Piazza della Libertà, all’interno della serata conclusiva di Orlando.

Continuano le importanti collaborazioni con associazioni ed enti del territorio con cui il Festival Danza Estate trova punti in comune e unisce le forze per promuovere l’arte coreutica e il movimento nella città, come accade con la Fondazione Teatro Donizetti, il festival A Levar l’ombra da Terra, l’Associazione Contemporary Locus, TTB Teatro tascabile di Bergamo – coinvolto nel programma del progetto Focus Pina e in diversi appuntamenti che si terranno al Chiostro dell’Ex Monastero del Carmine – e molti altri ancora.

Per quanto riguarda il territorio, prosegue anche la sezione DANZA KM0, che lavora con l’intento di intercettare le tante realtà che praticano diverse tipologie di danza e coinvolgerle nella rassegna.

La manifestazione, creata nel 1989 da C.S.C. Anymore, è dal 2018 interamente progettata e curata da 23/C ART, cooperativa sociale che ha ereditato da C.S.C. Anymore l’attività artistica legata alla promozione della danza. La direzione artistica del Festival continua ad essere di Nelly Fognini e Alessandra Pagni.

LEAVE A REPLY