Narrazioni Fluide da Cristalli Di Memoria

0
172
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Sono aperte le iscrizioni per la residenza artistica Narrazioni Fluide Da Cristalli Di Memoria, un progetto promosso dalla casa di produzione Argonauti di Carlo e Marina Mazzacurati in collaborazione con il Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati dell’Università degli Studi di Padova.

L' Idrovora di Santa Margherita
L’ Idrovora di Santa Margherita

Il concorso, che verrà realizzato all’interno del bando SIAE “Sillumina”, nasce con l’intento di creare una residenza artistica per giovani sceneggiatori e film-maker che, sotto la guida di professionisti che lavorano al Master in Sceneggiatura, saranno seguiti nella realizzazione di un soggetto originale per un cortometraggio.

La residenza si svolgerà nella zona di Codevigo (PD), tra il mare e la terra ferma, un luogo di terre basse, con pendenza verso la laguna, situato tra i due fiumi Brenta e Bacchiglione, che qui quasi si toccano. Un luogo anfibio dove il mare penetra attraverso i canali rettilinei scavati dall’uomo. Il Cristallo di memoria sarà l’idrovora di Santa Margherita, che ha salvaguardato il paesaggio, tenendo a bada lo straripamento delle acque, oggi polo museale ed esempio unico di archeologia industriale.

Il progetto prevede due bandi, una per giovani sceneggiatori e l’altro per film-maker, giovani registi, video artist under 35 residenti in Italia. Entrambi i bandi hanno scadenza domenica 15 luglio 2018.

Per partecipare a Narrazioni Fluide da Cristalli di Memoria, gli sceneggiatori dovranno inviare un soggetto che abbia il respiro per un cortometraggio di 15 minuti e che tragga vita e ispirazione dal paesaggio lineare, umido, di pianura dove si svolgerà la residenza. La suggestione può essere in termini fisici, geografici o storici e anche in termini emotivi, per la specifica particolarità che genera e per il mondo che può creare in ognuno di noi. Si chiede che il tema e le dinamiche della storia siano in sintonia con le sensazioni che il paesaggio crea, che si esprima una relazione tra ambientazione e stato d’animo, tra esteriore ed interiore. Come la pianura per Kent Haruf, come il Midwest per i fratelli Coen oppure per Franzen.

Idrovora Santa Margherita (interno)

Il bando per film-maker, è dedicato a giovani registi, video artist, che abbiano realizzato, negli ultimi tre anni, uno o più film. Per questa sezione del concorso è previsto anche un premio del valore di euro 1.500. Il vincitore sarà chiamato a realizzare le riprese in presa diretta e il montaggio dei teaser dei soggetti elaborati durante la residenza sotto la supervisione di un tutor professionista. Altresì dovrà video-documentare il lavoro di scrittura, sopralluoghi ed incontri con il pubblico previsti dal progetto.

Durante la residenza artistica, a partire dalle narrazioni e dalle sollecitazioni narrative iniziali, i partecipanti alla residenza, docenti e artisti, a contatto col territorio, opereranno un processo trasformativo volto a una trasposizione audiovisiva. Durante questa fase della “seconda scrittura” protagonisti saranno i materiali audiovisivi di partenza e quelli che si andranno depositando durante la permanenza: immagini e parole dei partecipanti, dei paesaggi, dei racconti, catturati da appositi strumenti o registrati nello sguardo.

Il punto di approdo di Narrazioni Fluide Da Cristalli Di Memoria costituisce al contempo un momento di rilancio narrativo. Nella fase di restituzione, durante le iniziative pubbliche volte a far conoscere e mettere in circolazione la proposta audiovisiva, spettatori e comunità saranno invitati ad appropriarsi delle sollecitazioni, immaginandone espansioni, rimodulandola, mettendola in relazione con vissuti o fantasie.

Narrazioni Fluide da Cristalli di Memoria è un progetto realizzato da Argonauti con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina Copia privata per i giovani, per la cultura”, in collaborazione con il Master in Sceneggiatura Carlo Mazzacurati dell’Università degli Studi di Padova, promosso da Marina Zangirolami e istituito dall’Ateneo padovano, il Consorzio di Bonifica Bacchiglione ed il sostegno della Fondazione Cà Vendramin.

Modulistica e regolamento sono consultabili presso www.narrazionifluide.it

Previous articleIl “design che suona” di Takt Time sul palco per Musikè
Next articleProfessional Ballet: è la scuola più “vecchia” di Salerno
Giuseppe Bettiol
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova, il Padova Pride 2018 e l’agenzia di comunicazione We-Go.

LEAVE A REPLY