Accademia di Santa Cecilia, Antonio Pappano e Jan Lisiecki in concerto

Dal 7 al 9 giugno all'Auditorium Parco della Musica (Sala Santa Cecilia), Roma

0
705
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Ultimo appuntamento di stagione per Antonio Pappano che giovedì 7 giugno all’Auditorium Parco della Musica (Sala Santa Cecilia ore 19.30 repliche venerdì 8 ore 20.30 e sabato 9 ore 18), dirigerà l’Orchestra dellAccademia Nazionale di Santa Cecilia nella Sinfonia n. 40 k 550 di Mozart e nel Concerto per pianoforte n. 2 di Chopin. Al pianoforte il giovane pianista canadese Jan Lisiecki, uno dei talenti più interessanti degli ultimi anni che a soli 23 anni è tenuto in grande considerazione dalla critica per la maturità e la tecnica raffinata che ne fanno linterprete ideale della musica di Chopin, autore che Lisiecki sente particolarmente affine anche per le comuni origini polacche. Il concerto romano prosegue idealmente la collaborazione nata nel 2013 quando lallora giovanissimo pianista debuttò ai PROMS di Londra suonando con lOrchestra dellAccademia di Santa Cecilia diretta da Pappano il Concerto in la minore di Schumann, inciso poi sempre con lOrchestra ceciliana nel 2016 per la Deutsche Grammophon.

Chopin scrisse il suo Concerto per pianoforte n.2 quando aveva circa ventanni e in questo brano c’è in nuce già tutta la poetica pianistica del compositore che in questo concerto scrive un accompagnamento orchestrale che sostiene con una presenza discreta la parte del pianoforte. Presentato a Varsavia nel marzo del 1830,  il Concerto n. 2  fu scelto da Chopin per il debutto dinanzi al pubblico parigino nel 1832. In programma anche la Sinfonia n. 40 k 550, una delle tre che Mozart scrisse nel corso dei mesi estivi del 1788 senza una precisa committenza, probabilmente ispirato dalle innovazioni e dalle nuove prospettive aperte a questo genere strumentale dalle Sinfonie di Haydn. In chiusura ancora un omaggio alla Polonia con Il Concerto per orchestra di Witold Lutoslawski, compositore e direttore dorchestra considerato uno dei più importanti musicisti polacchi dellultimo secolo. Ispirato alla musica tradizionale del suo Paese, di cui Lotoslawski aveva scritto brevi brani per varie combinazioni di strumenti, il suo Concerto è l’espansione e lelaborazione di questi temi per un organico più ampio, nel quale i temi tradizionali vengono plasmati e armonizzati in maniera nuova.

Il concerto di venerdì 8 giugno sarà trasmesso in diretta radiofonica su Radio3

——

Jan Lisiecki

A soli 23 anni il pianista canadese Jan Lisiecki ha molto consenso per la sua straordinaria maturità interpretativa, la particolarità del suono e la sua sensibilità. Il New York Times lo ha definito un pianista per cui ogni nota è importante. Le penetranti interpretazioni di Lisiecki, la tecnica raffinata e una naturale propensione per larte gli donano una voce musicale che smentisce i suoi anni. Nato in Canada,  da genitori polacchi nel 1995, ha iniziato a prendere lezioni di pianoforte all’età di 5 anni esibendosi nel suo primo concerto quattro anni dopo benché abbia sempre rifiutato letichetta di bambino prodigio. Il suo approccio con la musica è una combinazione di dedizione, talento ed entusiasmo. È salito allattenzione internazionale nel 2010 dopo la pubblicazione della registrazione dei Concerti per pianoforte di Chopin registrati all’Istituto Fryderyk Chopin all’età di 13 e 14 anni. In quelloccasione vinse il Diapason Découverte.

Confermandolo come tra I più fantasiosi e poetici pianisti della sua generazione, Deutsche Grammophon ha stipulato con lui un contratto nel 2011 quando Jan aveva solo 15 anni. La prima incisione per DG, registrata nel 2012 comprende i Concerti K 466 e 467 di Mozart. A questi sono seguiti, nel 2013, gli Studi di Chopin op. 10 e op. 25 lodati da Gramophone.

Della registrazione delle opere di Schumann per pianoforte e orchestra nel gennaio 2016 Classic FM ha scritto che “ può essere giovane, ma Jan Lisiecki suona Schumann come una leggenda. Il suo ultimo album del marzo 2017 delle opere di Chopin per pianoforte e orchestra raramente eseguite, ha vinto il prestigioso ECHO Klassik. Jan dice che il suo obiettivo è quello di eseguire in maniera da far rivivere la bellezza e il fulgore dellopera originale e ha dimostrato che è capace di far rivivere i brani fedelmente alla loro iniziale destinazione. Nel marzo 2013, Lisiecki ha sostituito a Bologna Martha Argerich, nellesecuzione del Concerto per pianoforte n. 4 di Beethoven, con lOrchestra Mozart diretta da Claudio Abbado.

Ha coronato quella stagione con una sensazionale interpretazione del Concerto per pianoforte di Schumann ai BBC Proms. Lanno seguente ha suonato tre Concerti di Mozart in una settimana con la Philhadelphia Orchestra, facendo il suo debutto con lOrchestra Filarmonica della Scala, Tonhalle Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, e con la Deutsches Symphonie-Orchester  di Berlino. Nella stessa stagione ha debuttato alla Wigmore Hall, allAccademia Nazionale di Santa Cecilia e a  San Francisco. Il suo sviluppo pianistico ha avuto luogo con orchestre di importanza mondiale come lOrchestre de Paris, la New York Philharmonic e BBC Symphony, in luoghi come Suntory Hall, Kennedy, Lincoln, and Barbican Centres e Royal Albert Hall. Jan ha collaborato con illustri Direttori quali Sir Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Daniel Harding e Pinchas Zukerman. Ha debuttato alla Carnegie Hall di New York nel gennaio 2016. Nella sua recensione entusiastica il New York Times ha notato che si è trattato di una eseibizione di sensibilità non comune. Altri concerti significativi includono una serie di debutti con la Cleveland Orchestra e San Francisco Symphony Orchestra e numerose tournée tra cui quelle con la London Philharmonic Orchestra diretta da Vladimir Jurowski, City of Birmingham Symphony Orchestra diretta da Mirga Gražinytė-Tyla, e Rotterdam Philharmonic Orchestra diretta da Yannick Nézet-Séguin. Jan ha anche eseguito concerti dirigendo dal pianoforte insieme a ensemble come Zurich Chamber Orchestra e Camerata Salzburg.

Nella stagione 2017/18 Jan si esibirà in maniera intensa in tutto il mondo, con recital in Europa e in Asia debuttando tra gli altri con la Boston Symphony, i Wiener Symphoniker e  Staatskapelle Dresden.

Le principali emittenti radio televisive in Europa e Nord America trasmettono frequentemente concerti di Lisiecki che è stato protagonista del documentario The Reluctant Prodigy della CBC National News. Nel 2013 ha ricevuto il Premio Leonard Bernstein allo Schleswig-Holstein Music Festival ed è stato definito Giovane artista dellanno dalla rivista Gramophone.

È impegnato in attività caritatevoli a cui Jan dona tempo ed esibizioni concertistiche a organizzazioni come la David Foster Foundation, Polish Humanitarian Organization e Wish Upon a Star Foundation. Nel 2012 è stato eletto Ambasciatore UNICEF per il Canada di cui era giovane rappresentante nazionale dal 2008.

——                                                                                         

Stagione Sinfonica

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedì 7 giugno ore 19.30 – venerdì 8 ore 20.30 – sabato 9 ore 18

——  

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Antonio Pappano direttore

Jan Lisiecki pianoforte

Mozart  Sinfonia n. 40 k 550

Chopin Concerto per pianoforte n. 2

Lutoslawski Concerto per orchestra

——  

Biglietti da 19 a 52 Euro 

I biglietti possono essere acquistati anche presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101

LEAVE A REPLY