Herbert Blomstedt in concerto

Dal 22 al 24 giugno al Teatro alla Scala, Milano

0
673

Herbert Blomstedt Filarmonica della ScalaVenerdì 22 giugno 2018 ore 20 ~ turno A

Sabato 23 giugno 2018 ore 20 ~ turno B

Domenica 24 giugno 2018 ore 20 ~ turno C

———

 

FILARMONICA DELLA SCALA

Direttore HERBERT BLOMSTEDT

Gustav Mahler 

Sinfonia n. 9 in re magg.

——

Il 22, 23 e 24 giugno il pubblico italiano avrà occasione di riascoltare un grande maestro stimato dai musicisti di tutto il mondo. Allievo tra gli altri di Paul Sacher e Igor Markevitch, Herbert Blomstedt ha guidato nel corso degli anni orchestre come la Staatskapelle di Dresda, la San Francisco Symphony e il Gewandhaus di Lipsia (dove ha preceduto Riccardo Chailly) imponendosi come autorevole testimone della grande tradizione europea. Con la Filarmonica della Scala Blomstedt ha avuto un acclamato debutto nel 2015, ora torna con la Nona Sinfonia di Gustav Mahler. Scritta tra il 1908 e il 1909, è fortemente pervasa dal presagio della morte: nel 1907 il compositore perse una delle due figlie e nello stesso anno gli fu diagnosticata una grave disfunzione cardiaca che non gli avrebbe lasciato speranze. Mahler mancò nel 1911, quando stava lavorando alla Sinfonia n. 10.  La Nona è la sua ultima sinfonia compiuta e venne eseguita per la prima volta postuma nel 1912 dai Wiener Philharmoniker diretti da Bruno Walter.

Il concerto di venerdì 22 giugno sarà trasmesso da Rai Radio Tre in diretta in Italia, Romania e Svizzera Italiana e in differita in Estonia, Spagna e Polonia.

——

Prezzi: da 85 a 6,50 euro

Infotel: 02 72 00 37 44

www.teatroallascala.org

——

HERBERT BLOMSTEDT

Nato a Springfield (USA) nel 1927 da genitori svedesi, si è formato all’Accademia Reale di Musica di Stoccolma e all’Università di Uppsala; in seguito ha studiato direzione d’orchestra alla Juilliard School a New York, musica contemporanea a Darmstadt e musica rinascimentale e barocca presso la Schola Cantorum Basiliensis, vincendo nel 1953 il Premio Koussevitzky. Ha lavorato con Igor Markevitch a Salisburgo e con Leonard Bernstein a Tanglewood.

Oltre 60 anni fa, nel febbraio 1954, ha debuttato sul podio della Filarmonica di Stoccolma. È stato Direttore principale della Filarmonica di Oslo, dell’Orchestra della Radio Svedese e di quella della Radio Danese. Dal 1975 al 1985 è stato direttore principale della Staatskapelle di Dresda, con cui ha svolto più di venti tournée in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone; continua tuttora a collaborare con questa orchestra, che nel 2007 gli ha conferito il proprio distintivo d’onore.

È Direttore emerito della San Francisco Symphony Orchestra, di cui è stato Direttore musicale dal 1985 al 1995. Nel corso del suo mandato ha diretto l’orchestra in numerose sedi prestigiose e festival di richiamo, come quelli di Edimburgo, Salisburgo, Monaco e Lucerna. Dal 1996 al 1998 è stato Direttore musicale della NDR Sinfonieorchester di Amburgo. Dal 1998 al 2005 è stato Direttore musicale dell’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, che ora continua a dirigere in qualità di Direttore onorario. È Direttore onorario anche della giapponese NHK Symphony Orchestra, dell’Orchestra Nazionale Danese, dell’Orchestra della Radio Svedese e dell’Orchestra sinfonica di Bamberg.

In aggiunta a questi impegni, si esibisce regolarmente in qualità di Direttore ospite sul podio di orchestre di grande fama quali i Berliner Philharmoniker, il Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, l’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam, l’Orchestre de Paris e quella di Montréal, la Israel Philharmonic, la Boston Symphony Orchestra, la Chicago Symphony Orchestra, le Orchestre di Cleveland e di Philadelphia, la New York Philharmonic e la Los Angeles Philharmonic.

Nel 2011 ha debuttato sul podio dei Wiener Philharmoniker, con cui ha iniziato una regolare seppure tardiva collaborazione. Nel 2015 ha diretto per la prima volta la Filarmonica della Scala nella Sinfonia n. 7 “Incompiuta” di Schubert e nella Sinfonia n. 9 di Bruckner.

Blomstedt ha ricevuto diverse lauree honoris causa e fa parte dell’Accademia Reale di Musica svedese. Nel 2003 gli è stata conferita la Croce al merito della Repubblica Federale Tedesca.

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY