Teatro Celebrazioni (Bologna): ecco la nuova stagione di prosa 2018/2019

0
915
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Il Teatro Celebrazioni consolida la sua identità artistica con l’andamento positivo della scorsa stagione registrando 92.500 spettatori, 140 giorni di spettacolo con 42 titoli e fidelizzando 1.050 abbonati. Il Teatro è stato inoltre scelto da diverse aziende, scuole di danza e scuole superiori per la realizzazione di più di 40 eventi privati.

STAGIONE LA PROSA 2018|2019

Dal 2015 il Teatro Celebrazioni è per Bologna il teatro che racconta le dinamiche del nostro quotidiano, è il presidio del teatro contemporaneo. Quest’anno presenta 10 spettacoli di prosa che con diversi registri artistici puntano i riflettori sull’uomo e sulle sue dinamiche sociali.

Dal 9 all’11 novembre l’inaugurazione della stagione 2018|2019 sarà affidata a un’eroina pasticciona e anticonvenzionale, interpretata da un’Angela Finocchiaro stufa dei soliti ruoli femminili già ricoperti, che vivrà un’emozionante e allo stesso tempo divertente avventura in un Labirinto, specchio della nostra controversa e ingarbugliata società. In Ho perso il filo la vulcanica interprete dovrà fare i conti con delle bizzarre Creature, un misto tra acrobati, danzatori e spiriti dispettosi, che la metteranno alla prova con innumerevoli ostacoli, come lo spaventoso Minotauro. Un viaggio, una presa di coscienza, una rivoluzione in chiave ironica e scanzonata intorno al ruolo della donna di oggi. Lo spettacolo, un progetto della stessa Angela Finocchiaro, di Walter Fontana e Cristina Pezzoli, intreccia differenti linguaggi espressivi, compreso quello della danza con il lavoro di Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale. Dal Labirinto mitologico alla vita reale con Angelo Pintus che, dal 19 al 24 marzo, racconterà con brillante ironia i motivi per cui noi uomini siamo Destinati all’estinzione. C’è chi parla con il cane e lo fa mentre lo veste, c’è chi guida mentre manda messaggi con il cellulare e c’è chi vuole fare la rivoluzione ma la fa solo su Facebook: questi e tanti altri saranno gli stereotipi che l’acclamato one man show prenderà di mira con la sua satira di costume 3.0. Restando sull’uomo e sulle sue vicende, ci si appassionerà alla nuovissima commedia scritta, diretta e interpretata da Vincenzo Salemme, Con tutto il cuore, la bizzarra storia di Ottavio Camaldoli, un mite insegnante di lettere antiche, che subirà il trapianto del cuore di un feroce delinquente, Pasquale Mangiacarne. Dal 18 al 20 gennaio le risate saranno dunque assicurate come anche la chiarezza del messaggio di quest’ultimo lavoro dell’artista napoletano che scrive: “in ognuno di noi coesistono tutte le sfumature e tutti i colori dell’animo umano, in fondo sono le occasioni che ci portano a fare delle scelte che sono specchio della nostra natura più profonda”. Un pizzico di contemporaneità anche nella Germania del 1455 immaginata dagli Oblivion che, diretti da Giorgio Gallione ne La Bibbia riveduta e scorretta, metteranno in piedi dal 23 al 25 novembre un surreale dialogo tra Johann Gutenberg, inventore della stampa a caratteri mobili, e Dio, primo autore a voler mettere su carta il suo best seller. Quale sarà la reazione dell’inventore? E il suo approccio con l’esponente più autorevole della cristianità? Ma l’uomo raccontato da questa nuova stagione del Teatro Celebrazioni è anche alle prese con la follia (immaginata o reale) che fa parte di ognuno di noi. Dal 28 al 31 dicembre 2018 e dal 3 al 6 gennaio 2019 Nanni Garella porterà in scena Al dutåur di mât con Vito, con cui ogni anno trascorriamo a Teatro le festività natalizie, e gli attori della Compagnia Arte e Salute nata, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda AUSL di Bologna, nell’ambito del progetto della Regione Emilia-Romagna “Teatro e Salute Mentale”. La commedia, scrive Garella, “celebra degnamente il 40° anniversario della Legge Basaglia e del nostro impegno nella lotta allo stigma e al pregiudizio verso la malattia mentale”. Il 15 e il 16 marzo, ad addentrarsi nuovamente nei meandri della psiche umana, sarà l’acclamata compagnia internazionale Familie Flöz con le sue maschere e il nuovo Dr Nest. Gli attori spalancheranno le porte di una casa di cura rivelando i mondi bizzarri dei suoi abitanti e del personale che lo abita e stimolando con il loro linguaggio l’immaginazione. Ed è proprio grazie all’immaginazione, alla bellezza della scenografia e alla bravura degli interpreti che il pubblico il 22 e il 23 febbraio si ritroverà in un giallo di Agatha Christie diretto da Stefano Messina, Trappola per topi. L’odore dei mobili, lo scricchiolio delle scale di legno e il cigolio delle porte ricondurrà alla locanda di Castel del Frate dove tutti i personaggi sembreranno avere qualcosa da nascondere e il sergente Trotter dovrà scovare un misterioso assassino. A ruotare intorno ad un delitto anche Che disastro di commedia, uno spettacolo che racconta le vicende di una compagnia di teatro amatoriale che dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro decide di mettere in scena una pièce intorno ad un inspiegabile omicidio. Al Celebrazioni in programma il 29 e il 30 marzo, l’esilarante commedia è la versione italiana di The play that goes wrong, diretto dal regista Mark Bell, show nato nel 2012 in un piccolo teatro all’interno del pub londinese “The Old Red Lion” davanti a 60 spettatori a sera e con un allestimento scenico “costruito” dagli attori stessi. Il racconto prende forma tra una scenografia precaria e i disperati tentativi di un gruppo di attori amatoriali di arginare gli imprevisti tragicomici che gli faranno vivere la serata più disastrosa dell’anno. Definito il nuovo “Rumori fuori scena” è stato acclamato dalla critica che ne ha decretato il suo incredibile successo. L’uomo è anche in grado di interpretare tantissimi personaggi, a dimostrarcelo due fuori classe come Massimo Lopez e Tullio Solenghi che, dal 25 al 27 gennaio, torneranno, dopo 15 anni, insieme sul palco per dare vita ad uno show ispirato al fortunato periodo del Trio. Accompagnati dalla Jazz Company diretta dal M° Gabriele Comeglio, i due attori interpreteranno Papa Bergoglio e Papa Ratzinger, metteranno in scena il duetto di Gino Paoli e Ornella Vanoni e quello di Dean Martin e Frank Sinatra con un mix di sketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni con il pubblico. Dulcis in fundo, il 7 e l’8 dicembre torneremo ad esplorare l’universo femminile con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo, le protagoniste di Una gustosa commedia dimagrante firmata da Massimo Romeo Piparo.

Agli abbonati verrà data la possibilità di acquistare ad un prezzo speciale e in prelazione le prevendite dello spettacolo Leonardo, che dal 31 gennaio al 2 febbraio, vedrà in scena Vittorio Sgarbi, e Solo, che dall’1 al 3 marzo avrà come protagonista Arturo Brachetti. Sono inoltre aperte le prevendite del concerto del gruppo The Harlem Spirit of Gospel Choir with Anthony Morgan fissato il 20 dicembre.

Il Teatro Celebrazioni è patrocinato e sostenuto dal Comune di Bologna e patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna.

——-

CAMPAGNA ABBONAMENTI LA PROSA 2018|2019

Il Teatro Celebrazioni, presentando la stagione di prosa 2018|2019, rinnova le consuete formule d’abbonamento, Il Celebrazioni – Atto unico (10 spettacoli fissi), L’Altro Celebrazioni – Atto primo (5 spettacoli fissi + 1 a scelta) e L’Altro Celebrazioni – Atto secondo (5 spettacoli fissi + 1 a scelta), facendo confluire gli abbonati del turno C nella nuova formula La Domenica al Celebrazioni (6 spettacoli fissi).

Sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti Il Celebrazioni – Atto unico, L’Altro Celebrazioni – Atto primo e L’Altro Celebrazioni – Atto secondo a partire da lunedì 18 fino a venerdì 29 giugno. Gli abbonamenti sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Celebrazioni e online su www.vivaticket.it.

Gli abbonamenti La Danza, Il Contemporaneo e Come Together! potranno essere rinnovati dagli abbonati o acquistati ex novo nel mese di settembre.

Le prevendite dei singoli spettacoli, ad eccezione del concerto dell’Harlem Spirit of Gospel Choir già in prevendita, apriranno nel mese di settembre.

La biglietteria del Teatro Celebrazioni è in via Saragozza, n° 234, a Bologna. È possibile contattarla, chiamando allo 051.4399123 o scrivendo a info@teatrocelebrazioni.it, e sarà aperta dall’1 al 29 giugno (dal lunedì al venerdì, dalle ore 15.00 alle ore 19.00) e a partire dal 3 settembre (dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00).

LEAVE A REPLY