Bimbi al Duse con Conad (2° edizione)

Dal 5 settembre al 24 ottobre, ore 18, al Teatro Duse, Bologna

0
857

Bimbi al Duse con ConadDopo il successo della prima edizione, torna al DUSEpiccolo la nuova rassegna di teatro Bimbi al Duse con Conad, promossa da Teatro Duse e Conad, in collaborazione con Fantateatro. In programma, dal 5 settembre al 24 ottobre alle ore 18, otto spettacoli della compagnia diretta da Sandra Bertuzzi dedicati alle storie più avvincenti della mitologia greca e alle favole più celebri e amate di tutti i tempi. La rassegna offre a grandi e piccini (dai 3 anni in su) l’opportunità unica di assistere agli spettacoli da una visuale del tutto inedita, ovvero direttamente sullo storico palcoscenico del Duse, scoprendo alcuni segreti del dietro le quinte insieme agli attori. I posti sono limitati, la prenotazione è obbligatoria.

Mercoledì 5 settembre – Le avventure di Ulisse

Tra effetti speciali e trovate sceniche, il poema omerico va in scena in un adattamento dinamico e coinvolgente, incentrato sul tema della riconquista dei valori originali e del superamento dei pericoli. Ulisse vorrebbe ritornare agli affetti familiari e alla nativa Itaca, ma il dio del mare Poseidone gli scatena contro tempeste, incidenti e imprevisti di ogni tipo, costringendolo a innumerevoli peripezie. Nel corso del suo lungo viaggio, Ulisse si imbatte così nei mangiatori di Loto, i Ciclopi, il dio del vento Eolo, la potente maga Circe, le temibili e seducenti sirene. Alla fine, l’eroe riuscirà a tornare ad Itaca, ma prima dovrà fare i conti con i Proci che, in sua assenza, hanno tiranneggiato sull’isola.

Mercoledì 12 settembre – Il filo di Arianna

Per sfamare il Minotauro, il terribile mostro che vive in un gigantesco labirinto sull’isola di Creta, il re Minosse pretende che, ogni nove anni, gli ateniesi mandino a Creta sette fanciulli e sette fanciulle. Una sventura contro cui decide di battersi Teseo, figlio del re di Atene. Offrendosi tra le vittime, con l’intento di uccidere il mostro, Teseo parte per Creta. Giunto sull’isola, il ragazzo incontra Arianna, figlia di Minosse, e se ne innamora. La fanciulla decide così di aiutarlo, dandogli un gomitolo di filo. Srotolando il gomitolo, nell’avanzare, il filo permetterà al giovane eroe di ritrovare la strada per uscire dal labirinto e compiere l’impresa. Fulcro della storia è Arianna, figura femminile di grande forza e fascino per gli spettatori di ogni età.

Mercoledì 19 settembreTato Lupo

Un lupo speciale dalla risata contagiosa attraversa il bosco portando buon umore e divertimento. Lungo la strada incontra tanti personaggi: prima Cappuccetto Rosso, poi un corvo, una rana e infine un coniglio. Tutti hanno timore di lui e il povero lupo, nonostante l’allegria e l’innata passione per le barzellette, deve fare i conti con il pregiudizio prima di riuscire a infrangere il muro della diffidenza e conquistare l’amicizia degli altri abitanti del bosco. ‘Tato Lupo’ è una favola poetica, dinamica ed esilarante, capace però di creare anche momenti di commozione. Attraverso un linguaggio delicato e divertente viene trasmesso un insegnamento profondo e di grande attualità: ognuno di noi è unico e la diversità è fonte di ricchezza.

Mercoledì 26 settembreIl topo di città e il topo di campagna

Dopo diversi anni di assenza Gastone, che vive in una grande metropoli, torna in campagna a trovare il cugino Billo Pancetta che conduce una vita serena e tranquilla. Gastone rivoluziona la vita di Billo ma la frenetica vita cittadina, il forte inquinamento acustico e ambientale e il grande traffico faranno ritornare Billo Pancetta alla sua vita di sempre. La favola, scritta da Esopo e poi ripresa da Orazio, si prefigge di trasmettere un valore di fondamentale importanza: apprezzare ciò che si ha senza lasciarsi sedurre dal resto. Nello spettacolo si pone l’accento sulla bellezza dell’ambiente rurale e sul benessere che deriva dal vivere a contatto con la natura.

Giovedì 4 ottobreLa cicala e la formica

Mala Cicala e Pica Formica sono i proprietari del Pub ‘Il Tronco Secco’, dove ogni sera Mala si esibisce con numeri canori e sketch teatrali. A Pica la Formica, invece, tocca lavorare in cucina per accontentare i tanti avventori del locale e preparare il buono e succoso Ginfragola, indispensabile per affrontare l’inverno. Esasperata, Pica rompe la società e caccia via Mala, che rimane senza riparo durante i mesi freddi. Sarà il Natale ad avvicinare di nuovo i due amici, che ritroveranno un nuovo modo di stare insieme, valorizzando le differenze reciproche e collaborando per realizzare i progetti comuni. La trama è la rivisitazione di una delle più note favole di Esopo.

Mercoledì 10 ottobreLe avventure di Pollicina

Una donna amante dei fiori riceve una sorpresa inaspettata: una piccola ragazzina spuntata da un bocciolo. La bambina, a causa delle sue dimensioni, viene chiamata Pollicina e rende felice la vita della donna, ora non più sola. Una notte, però, la piccola viene rapita da una rana. Dopo un lungo viaggio che la porterà a conoscere tutti gli ambienti naturali e tutte le stagioni, la protagonista incontrerà un principino delle fate e si sposerà con lui. Fiaba dalle forti implicazioni ambientali, la storia costringerà Pollicina a scontrarsi anche con gli aspetti più oscuri della natura, in un viaggio in cui imparerà a crescere e riuscirà finalmente a trovare il suo posto nel mondo. Grazie all’interazione tra gli attori e proiezioni, lo spettacolo regalerà l’emozione di assistere ad un cartone animato creato in diretta.

Mercoledì 17 ottobreIl principe ranocchio

In un regno lontano, una principessa perde in uno stagno la sua palla dorata. Un ranocchio si offre di recuperarla a patto di poter andare nel castello con la ragazza, dormire nel suo letto, mangiare nel suo piatto e ricevere un bacio. La principessa, disgustata dalla proposta del rospo, accetta a malincuore, ma poco alla volta scopre di avere molte cose in comune con il ranocchio, fra cui la passione per la lettura. Nella versione proposta da Fantateatro il canto e la musica sono la scintilla dell’amore che conduce i protagonisti ad innamorarsi. La fiaba affronta anche il tema dell’alimentazione, attraverso un simpatico pranzo tra la principessa e il ranocchio, un meraviglioso pupazzo creato dalle sapienti mani di Federico Zuntini.

Mercoledì 24 ottobreHansel e Gretel e la strega pasticciona

Fantateatro propone la celebre fiaba dei fratelli Grimm ambientandola in uno studio televisivo di programmi di cucina e facendo sfornare agli attori una vera torta al cioccolato. La versione comica e brillante rispetta la famosa trama: abbandonati dal padre povero, Hansel e Gretel iniziano a vagare nella foresta fino a raggiungere una radura dove scoprono una casa di marzapane. Quando i due fratellini affamati iniziano a mangiare la casa, spunta una vecchina che li invita gentilmente ad entrare. Presto la padrona di casa si rivela una strega cattiva, decisa a magiare Hansel dopo averlo fatto ingrassare. A salvare il fratellino sarà Gretel che spingerà la strega nel forno. I bambini troveranno così tutti i tesori accumulati dalla strega e torneranno a casa, facendo diventare la famiglia una delle più ricche della città.

——–

5 settembre | LE AVVENTURE DI ULISSE

12 settembre | IL FILO DI ARIANNA

19 settembre | TATO LUPO

26 settembre | IL TOPO DI CITTA’ E IL TOPO DI CAMPAGNA

4 ottobre | LA CICALA E LA FORMICA

10 ottobre | LE AVVENTURE DI POLLICINA

17 ottobre | IL PRINCIPE RANOCCHIO

24 ottobre | HANSEL E GRETEL E LA STREGA PASTICCIONA

BIGLIETTI – Posto Unico: intero € 11 | Ridotto riservato possessori Carta Insieme Conad: € 8

——–

Informazioni e prenotazioni

Ufficio di biglietteria: Via Cartoleria, 42 Bologna

051 231836 – biglietteria@teatrodusebologna.it

dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19 e da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli

teatrodusebologna.it

LEAVE A REPLY