“Una spina nella carne”: spettacolo di FRANCESCA RITROVATO dedicato alle donne e agli internati

11 settembre, ore 21, Spazio Chille de la Balanza, Firenze

0
210
Condividi TeatriOnline sui Social Network

ASSOCIAZIONE CULTURALE LUCANA FIRENZE

Presenta

SETTIMANA LUCANA III°Edizione

 “LA BASILICATA ALLA CORTE DEI MEDICI”

 

“La Basilicata in vetrina a Firenze tra cultura, musica, arte, cinema, teatro, solidarietà … Da Rocco Papaleo a Eike Schimdt al Sindaco Dario Nardella. I Tarantolati di Tricarico, la Città dell’Utopia la storia di Rosita Melo e tantissime altre inziative. Michele Uva – Vicepresidente UEFA e sub commissario FIGC Eccellenza lucana “

ASSOCIAZIONE CULTURALE LUCANA FIRENZE

 

MARTEDÌ 11 SETTEMBRE

ore 21

Spazio Chille de la Balanza – Parco di San Salvi

VIA DI SAN SALVI, 12  50135 FIRENZE

Francesca Ritrovato (accompagnata dalla musicista GIUA), vincitrice della scorsa edizione del concorso San Salvi diretto dal maestro Claudio Ascoli,

in

“Una spina nella carne”, spettacolo dedicato alle donne e agli internati

 

Francesca RitrovatoDopo lo straordinario successo delle passate edizioni che hanno attratto oltre diecimila persone, La Settimana Lucana rinnova per il terzo anno consecutivo l’appuntamento con l’Estate Fiorentina con sette giorni di eventi, incontri, presentazioni, concerti, spettacoli dedicati al confronto culturale tra due comunità, lontane ma non distanti, unite dal senso di appartenenza alle proprie origini rievocando personaggi, storie e tradizioni. Il luogo degli eventi varia da sera a sera; l’ingresso agli spettacoli è libero.

Martedì 11 settembre alle 21 tocca allo spazio dei Chille De la Balanza (c/o Gainse BARre), nell’ex manicomio fiorentino (via di San Salvi 12, Firenze), dove l’attrice Francesca Ritrovato (accompagnata dalla pluripremiata cantautrice GIUA), vincitrice della scorsa edizione del concorso San Salvi diretto dal maestro Claudio Ascoli, porterà in scena «Una spina nella carne», spettacolo dedicato alle donne e agli internati. D’altronde Francesca Ritrovato del tema ha conoscenza antica: è nata a Girifalco, un paese detto “U paisa dei pacci” perché ospita un ospedale psichiatrico e di uno psichiatra (che avrebbe voluto fare il regista) è figlia; sempre in tema era lo spettacolo che le ha fatto vincere il premio “Anteprima”. Ha vinto anche, con questo spettacolo, il concorso Storie interdette, voluto e festeggiato indetto dalla Compagnia Chille de la Balanza per festeggiare i 40 anni dalla legge Basaglia. «Una spina nella carne», prodotto dal Teatro di Anghiari e interpretato dalla straordinaria Francesca Ritrovato con le musiche dal vivo di Giua, è una storia come tante di un Sud malato dove le donne a volte erano costrette al manicomio per malcostume e dicerie legate alle loro fughe d’amore. La storia di Leonide è una storia tra tante per raccontare scorci di una Italia malata del Novecento che ancora oggi non trova purificazione d’animo.

Ad introdurre la serata ci sarà Marcello Chiorra, curatore della mostra di pittura realizzata dai diciotto pazienti del Centro Salute Mentale, in corso alla Galleria Zetaeffe (via Maggio 47r), organizzata dall’Associazione la Nuova Tinaia.

 

LEAVE A REPLY