Musica al Santo per il Santo: “6 per l’arte”

0
265
Condividi TeatriOnline sui Social Network

A partire da domenica 7 ottobre fino a domenica 16 dicembre, ogni due settimane, la domenica pomeriggio alle ore 18.00, lo Studio Teologico della Basilica del Santo a Padova ospiterà 6 per l’arte. Sei concerti di musica da camera”, ciclo inserito all’interno della rassegna “Musica al Santo per il Santo” organizzata da Veneranda Arca di S. Antonio in collaborazione con l’Associazione Musicale MoMùs More-Music. Il progetto musicale sarà finalizzato alla raccolta fondi per il restauro del dipinto trecentesco “La vergine con Gesù Bambino tra Sant’Antonio e San Francesco”, custodito nella parete meridionale dell’andito della Sacrestia.

“6 per l’arte” è l’ultimo di tre cicli di concerti organizzati con l’intento di raccogliere fondi per il restauro di opere d’arte custodite presso la Basilica di S. Antonio. L’iniziativa ha già visto nella scorsa stagione musicale la collaborazione della Veneranda Arca di S. Antonio con la Associazione musicale MoMùs-More Music per la realizzazione di due primi cicli di concerti, “Piano Links. 8 solisti per 4 concerti di musica da camera” e “Omaggio a Mario Castelnuovo-Tedesco. 5 concerti di musica solistica e da camera per chitarra” che hanno permesso, attraverso l’incasso dei biglietti e il generoso apporto di alcuni sponsor, di dare il via ai restauri che si sono conclusi nell’estate 2018, degli affreschi trecenteschi di S. Ludovico di Tolosa e di S. Lucia, presenti nella controfacciata del fronte principale della Basilica.

Vergine con Gesù Bambino tra SAntonio e SFrancesco

La rassegna, il cui titolo “6 per l’arte” allude alla mutua relazione che la finalità benefica genera tra musica e arte, consta di sei appuntamenti che presenteranno le espressività sonore di alcune diverse tipologie di strumenti -a corde pizzicate, ad arco, a tastiera, a fiato- in altrettante formazioni da camera. Tutti i concerti, un recital solistico di chitarra e uno di pianoforte, un duo di arpe e un duo violoncello/pianoforte, un trio d’archi e un quintetto di fiati, proporranno repertori che spaziano dalla musica rinascimentale a composizioni contemporanee.

I protagonisti 6 x l’arte

Come per i due precedenti cicli della rassegna, MoMùs ha lavorato anche in questa occasione per proporre al pubblico la “migliore gioventù” coinvolgendo giovani straordinari talenti della musica, che potranno farsi conoscere e “riconoscere” dal pubblico cittadino. Un pubblico che ha risposto con entusiasmo e partecipazione ad ognuno dei passati concerti, apprezzando al tempo stesso il livello degli interpreti, la qualità dei repertori, e la possibilità di contribuire attivamente alla raccolta fondi per i restauri dei beni del Santo.

I concerti saranno anticipati dalle presentazioni dal pianista e critico musicale Alessandro Tommasi.

I sei concerti, patrocinati da Comune, Provincia di Padova e Regione Veneto, sono sostenuti dal contributo di Cecchinato Impianti srl e Impresa edile Danilo Fabris e condivisi da Padova Cultura e ReteEventi.

CALENDARIO

– domenica 7 ottobre:                  Recital solistico di Chitarra classica (Jesse Flowers)

– domenica 21 ottobre:                Recital Pianistico (Giulia Loperfido)

– domenica 4 novembre:              Duo di Arpe (Venice Harp Duo: Ilaria Bergamin e Eleonora Volpato)

– domenica 18 novembre:           Trio di Archi (Trio Hegel: David Scaroni, Davide Bravo, Andrea Marcolini)

– domenica 2 dicembre:               Duo Violoncello/Pianoforte (Ludovica Rana – Maddalena Giacopuzzi)

– domenica 16 dicembre:             Quintetto di Fiati (Quintetto Orobie: V. Noris, D. Bresciani, S. Manenti, A. Valoti, O. Locatelli).

Costo biglietti: Offerta minima: 10 euro intero, 5 euro ridotto (studenti), con possibilità di contribuire ulteriormente ai lavori di restauro con offerte di importi superiori

Per prenotazioni:  momus.asso@gmail.com; 347 6530983
il programma di sala è scaricabile qui

Previous article“L’histoire de Manon”: on line i cast data per data
Next articleDiscodays – Fiera del Disco e della Musica (21° edizione)
Giuseppe Bettiol
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova, il Padova Pride 2018 e l’agenzia di comunicazione We-Go.

LEAVE A REPLY