Pop y Protesta (1968 – 2018)

Conferenze, proiezioni e mostre sul ’68 in Italia, Spagna e America Latina a Roma, Salerno, Torino

0
145
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Pop y Protesta (1968 - 2018)
Foto di Musacchio & Ianniello

Il Consigliere Culturale dellAmbasciata di Spagna in Italia, Ion de la Riva, lAmministratore Delegato della Fondazione Musica per Roma, José R. Dosal, il Direttore dellInstituto Cervantes, Juan Carlos Reche e la Direttrice della Real Academia de España a Roma, Ángeles Albert, hanno presentato oggi a Roma il programma Pop y Protesta attraverso il quale lAmbasciata di Spagna in Italia, in coproduzione con Fondazione Musica per Roma, con la redazione di Spagna Contemporanea e con lIstituto di studi storici Gaetano Salvemini di Torino, commemora il 50º anniversario del 68. Dibattiti, conferenze, rassegne cinematografiche e mostre si svolgeranno nei mesi di ottobre e novembre, in varie città italiane per ricordare e analizzare limpatto di quellanno simbolico sulla politica, la cultura e la società in Italia, Spagna e America Latina.

Pop y Protesta sarà un’occasione per analizzare i diversi aspetti del 68, gli scambi che avvennero tra il mondo ispanico e lItalia, così come linfluenza dei movimenti di tale periodo e la loro successiva evoluzione. Da un lato, il 68 sarà analizzato come momento cruciale delle Proteste studentesche e operaie degli Anni Sessanta, con particolare attenzione per le contestazioni giovanili che, al di là del maggio francese, presero forma in Italia e in Spagna, dove sorsero le prime rivolte contro il regime di Franco, e per il caso messicano. Dallaltro, si approfondirà il 68 come anno emblematico del fenomeno “Pop”, la cui cultura proveniente direttamente dagli Stati Uniti e dallInghilterra della Swinging London contribuì a dar vita a nuovi movimenti sociali come la Dolce Vita a Roma e le canzoni di protesta e di stile “Pop” in Spagna.

Pop y Protesta rappresenterà anche unopportunità per rendere omaggio a Lucia Bosé e Raffaella Carrà, due delle figure più rappresentative di quegli anni, recentemente insignite dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione a nome di S.M. il Re di Spagna Felipe VI. Sabato 13 ottobre, alle ore 17.00, presso lAuditorium Parco della Musica di Roma, avrà luogo la cerimonia di consegna delle suddette onorificenze. Al termine della cerimonia si svolgerà un dibattito, moderato da Alaska e da Gabriella Carlucci, nel quale si discuterà del fenomeno Pop in Italia e in Spagna e dellenorme influenza culturale che esercitarono in entrambi i Paesi la musica, la televisione e il cinema della decade dagli Anni Sessanta in poi. Al dibattito interverranno Lucia Bosé, Raffaella Carrà, Paco Clavel, Juan Sánchez e Alejo Stivel.

———

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Info su www.piazzadispagna.es, www.auditorium.com.

LEAVE A REPLY