Hey men! A men concert

Il 10 novembre, ore 21, al Teatro Cantiere Florida, Firenze

0
142
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Hey men! A men concertIl calendario della Stagione Danza del Teatro Cantiere Florida, s’inaugura sabato 10 novembre, ore 21 con l’evento unico HEY MEN! A Men Concert, tutto al maschile, dedicato alla musica di Andrea e Luca Serrapiglio e alla danza di Samuele Cardini, Leonardo Diana, Salvo Lombardo e Tommaso Serratore. Luca Serrapiglio è saxofonista e clarinettista basso impreziosisce il suo set con live electronics, Andrea Serrapiglio, oltre al suo violoncello, costruisce alcuni dei suoi strumenti in un “riciclo creativo” mescolando la tecnologia con materiali di recupero. Musicisti di estrazione accademica, si sono dedicati negli anni a spaziare tra generi e ambienti diversi, dal teatro, alla musica jazz e rock, alla sperimentazione elettroacustica. Entrambi compositori sempre alla ricerca di nuove sonorità, utilizzano microfoni a contatto, sensori di movimento, telecamere, kinect e computer per suonare live electronics. La serata vede sul palco del Florida il duo di compositori, e performer alessandrini, in un concerto accompagnato da interventi danzati di quattro autori che in questi ultimi anni sono stati vicini, all’attività della Compagnia Versiliadanza (che è anche produttrice dello spettacolo): Samuele Cardini, Leonardo Diana, Salvo Lombardo, Tommaso Serratore. HEY MEN! è quindi una scena abitata dalla musica e dalla danza al maschile. Sei autori tra i trenta e i quarant’anni si muovono insieme tra sonorità e corporeità in un concerto di danza, caleidoscopico dispiegarsi di un’energia virile. Situandosi al labile confine tra elettronica, musica colta contemporanea e nuovi media, le composizioni di Andrea e Luca Serrapiglio accompagnano sin dal 2007 le creazioni di Leonardo Diana, danzatore e coreografo di Versiliadanza. In questa serata speciale, evento unico di inaugurazione della stagione danza del Teatro Cantiere Florida, sarà proprio la musica live dei due artisti piemontesi a dialogare e riverberare nelle performance dei quattro coreografi. Samuele Cardini è docente, danzatore e coreografo, ha iniziato i suoi studi a Firenze con Rosanna Brocanello e Marga Nativo. Dopo un periodo di tirocinio nella giovane compagnia Opus Ballet, entra a far parte della compagnia Virgilio Sieni Danza, dove resterà per sei anni collaborando alle coreografie. Inizia poi un percorso di ricerca coreografica indipendente, collaborando negli anni con altri artisti coreografi, vincendo il premio Home di Scenario Pubblico indetto dalla compagnia Zappalà Danza e il premio Equilibrio insieme a Marina Giovannini. Nel frattempo continua il suo percorso come insegnante tenendo lezioni e laboratori nelle scuole più prestigiose d’Italia e all’estero. Oggi è direttore artistico di R.O.S. – Research Open Space, corso di perfezionamento per danzatori contemporanei presso il Centro OpusBallet, dove collabora anche come coreografo della compagnia e continua a tenere seminari in tutta Italia. Leonardo Diana dal 2003 lavora come danzatore e, dal 2006, come coreografo con la Compagnia Versiliadanza. Nell’estate e autunno 2004 prende parte alla produzione di Versiliadanza Assaggi di Potere – Macht Das Was?, coreografie di Susanne Linke. Ha lavorato come danzatore nella compagnia del Teatro stabile di Bremen, in Germania, sotto la direzione artistica del coreografo Urs Dietrich prendendo parte a spettacoli con le coreografie dello stesso Dietrich e di Tero Saarinen. Nel 2011 e 2012 è selezionato come finalista del Premio Equilibrio per la Danza di Roma. Nel 2013 è finalista del premio “Ne(x)twork” con lo spettacolo “Save the World”. Nel 2013 fonda, insieme ad altri giovani artisti, il collettivo CLAK-Teatro Contagi con il quale mette in scena lo spettacolo “Zona Interattiva” sull’interazione tra danza, musica e nuove tecnologie. L’anno successivo crea “Incontri”, un duo di improvvisazione insieme al musicista Danilo Rea. Quindi lavora alla creazione di 3 nuovi spettacoli all’interno di un progetto sul “narcisismo”: un “solo” REFLECTING (sul Mito di Narciso), NARCISO_IO, un duo insieme alla coreografa Marta Bevilacqua della Compagnia Arearea di Udine e LADY BODY, uno spettacolo per 7 danzatrici, risultato di un periodo di formazione all’interno del progetto di Versiliadanza “LaborAzione”. Nel 2017 debutta il suo ultimo spettacolo “EGON – Introspettiva da Klimt a Schiele”, ispirato alla poetica dei due pittori, un progetto multidisciplinare che vede coinvolti 4 danzatori, 2 videoartisti e musiche originali dei fratelli Serrapiglio.

——-

Salvo Lombardo è un perfomer, coreografo e regista che basa il suo lavoro su una costante ricerca di un rapporto tra teatro, danza e arte visiva. È direttore artistico della compagnia Chiasma le cui opere sono state presentate nei principali Festival e Teatri in Italia. Nel 2015-2016 è stato coreografo residente presso Anghiari Dance Hub dove ha lavorato al progetto “Casual Bystanders”. Dal 2016 ad oggi Salvo Lombardo è sostenuto dal Festival Fabbrica Europa. Dal 2017 è uno degli artisti associati del Festival Oriente Occidente, il co-produttore principale della performance “Present Continuous” e anche dall’installazione interattiva in realtà aumentata dal titolo “Reappearances” concepita per il MART Museum of Contemporary Art di Trento e Rovereto. Nel 2017 è coreografo ospite dell’Aura Dance Theatre di Kaunas (LIT) per il quale ha ideato la performance “Twister” studiando il rapporto tra memoria dei gesti, gioco e socialità. Nel 2018 ha presentato lo spettacolo “Excelsior”, coprodotto dal Théâtre National de Chaillot di Parigi e il Romaeuropa Festival. Tommaso Serratore, nato a Udine, si forma all’Opus Ballet di Firenze frequentando il LOFT, percorso di formazione specialistica di danza contemporanea ed entra a far parte di Officina Pontormo, progetto a cura di Virgilio Sieni dedicato alla danza e alla sperimentazione dei linguaggi contemporanei dell’arte. Approfondisce lo studio della danza contemporanea con Samuele Cardini, Loris Petrillo, German Jauregui, Stefano Mazzotta, Emanuele Sciannamea, Francesca Cola, David Zambrano, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Laura Aris, Francesca Pennini, Edivaldo Ernesto. Collabora in qualità di danzatore con i coreografi Daniela Paci, Virgilio Sieni, Francesca Cola, Antonello Tudisco, Roberto Castello, Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea. Attualmente danza per Francesca Cola e C.ie Zerogrammi. Segue come assistente il coreografo Virgilio Sieni, nella produzione De Anima, nella I edizione del Festival Stanze Segrete e per il progetto Altissima Povertà. Insegnante e coreografo, da qualche anno diffonde il suo progetto Physical Notes, nato a Torino come ciclo di incontri dedicato ai linguaggi del corpo, attraverso una ricerca volta a de-costruire ciò che l’individuo conosce in favore di una nuova scoperta di sé. Dal 2012 porta avanti il proprio percorso d’autore, orientato verso una ricerca artistica che porti alla coesistenza tra le diverse pratiche e tecniche performative, sperimentando l’approccio coreografico con danzatori e non professionisti, tra cui musicisti, attori, bambini, anziani e detenuti. Con il progetto videocoreografico Eye Research – Discovery space through the eyes ottiene la menzione speciale Best Editing all’interno del concorso La danza in 1 minuto, indetto da COORPI (IT) in collaborazione con Cinedans (NL). Rinnova la presenza al concorso con Corpometria Descrittiva, aggiudicandosi il premio Piemonte Movie. Il corto è finalista al K3 Film Festival e al CinedansOne Minute Contest (NL) e viene selezionato al FMK Film Festival.

——–

La biglietteria del Teatro Cantiere Florida è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 18.00; nei giorni di spettacolo serale è aperta dalle ore 20.00 alle ore 21.00 

055 71 35 357 – 055 71 30 664

prenotazioni@teatroflorida.it

http://www.teatroflorida.it

Biglietto intero 15 euro, ridotto 12 e 9 euro

LEAVE A REPLY