La magia dell’arpa protagonista a “6 per l’arte”

0
167
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Proseguono con successo gli appuntamenti allo Studio Teologico della Basilica del Santo con i concerti del ciclo “6 per l’arte” della Rassegna “Musica al Santo per il Santo” organizzata da Veneranda Arca di S. Antonio in collaborazione con la Associazione musicale Momùs-More Music di Padova per la raccolta fondi finalizzata al restauro di importanti opere d’arte racchiuse nella Basilica.

Ogni appuntamento della rassegna presenta le espressività sonore di diverse tipologie di strumenti musicali -a corde pizzicate, ad arco, a tastiera, a fiato- in altrettante formazioni da camera con repertori che spaziano dalla musica rinascimentale a composizioni contemporanee.

Domenica 4 novembre alle ore 18.00 sarà protagonista l’arpa del Venice Harp Duo composto da Eleonora Volpato e Ilaria Bergamin, giovani musiciste con già un lungo bagaglio di esperienze concertistiche e molti premi vinti in concorsi nazionali e internazionali sia come arpe soliste che in duo.

Venice Harp Duo
Venice Harp Duo

Le due artiste proporranno un programma brillante che attraversa l’Europa dal Settecento ad oggi e che esalta le capacità interpretative e la qualità di suono delle due arpiste. Si inizia con il compositore e arpista italiano Francesco Petrini (1744 – 1819) che, con il suo Duetto op. 30, fa affiorare con brio elegante immagini di una vita regale. Il programma continuerà con brani che si ispirano a danze e melodie popolari come Cambria del compositore inglese John Thomas (1826 – 1913), vero gioiello del repertorio di duo d’arpa, basato su melodie gallesi. Si proseguirà con il francese Cesar Franck (1822 – 1890) con Prélude, fugue et variation op.18 in Si minore, pagina di elegante fattura in cui il tema del preludio ha un tono pastorale. Dopo la Fantasia per due arpe sul “Rigoletto” di Verdi di Antonio Zamara (1829 – 1901), il concerto terminerà con Parvis del compositore e arpista contemporaneo Bernard Andres (1941) le cui opere sfruttano in modo intenso tutte le possibilità offerte dalle parti dello strumento.

Il concerto sarà preceduto da una presentazione del pianista e critico musicale Alessandro Tommasi.

Biglietti a € 10 (interi) e € 5 (ridotti per studenti).

I sei concerti, patrocinati da Comune, Provincia di Padova e Regione Veneto, sono sostenuti dal contributo di Cecchinato Impianti srl, Edilrestauri s.r.l, Forniture s.r.l.  e Impresa edile Danilo Fabris e condivisi da Padova Cultura e ReteEventi.

Per informazioni e prenotazioni:
momus.asso@gmail.com / 347 6530983 (tel, sms, wathsapp);
pagina Facebook Momùs-More Music associazione musicale.

Previous articleLa Grande Guerra vista con gli occhi di un bambino
Next articleLa Scortecata
Giuseppe Bettiol
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova, il Padova Pride 2018 e l’agenzia di comunicazione We-Go.

LEAVE A REPLY