András Schiff in recital

Il 7 gennaio, ore 20.30, all'Auditorium Parco della Musica (Sala Santa Cecilia), Roma

0
473
András Schiff
Foto di Peter Fischli

Più di quarant’anni di prestigiosa carriera per il pianista ungherese András Schiff che torna a Santa Cecilia lunedì 7 gennaio (Auditorium Parco della Musica Sala Santa Cecilia ore 20.30) per un atteso recital nel corso del quale interpreterà un programma incentrato sui compositori più significativi della scuola tedesca da Bach a Brahms. L’ultima apparizione di Schiff sul palco ceciliano risale alla stagione 2013 – 2014 con tre appuntamenti interamente dedicati al repertorio bachiano, autore che Schiff ha proposto più volte al pubblico ceciliano e che ha approfondito lungamente, tanto da ricevere – già negli anni ’90 – un Grammy Award per l’incisione delle Suite Inglesi. E proprio con il rigore formale della Suite Inglese n. 6 di Bach si aprirà il concerto romano, che avvia la ripresa della seconda parte della stagione da camera dell’Accademia di Santa Cecilia, per proseguire poi in un viaggio nell’evoluzione romantica della letteratura pianistica a cominciare dalle esplorazioni formali e timbriche della Sonata n. 24 in fa diesis maggiore op. 78 di Beethoven, dal pianismo brillante della Fantasia in fa diesis minore op. 28 di Felix Mendelssohn-Bartholdy fino a giungere alla raffinata scrittura degli 8 Klavierstücke op. 76 e delle 7 Fantasien op. 116 di Brahms.

——–

András Schiff

Nato a Budapest nel 1953, viene apprezzato in tutto il mondo per i suoi recital e cicli speciali dedicati ai maggiori lavori di Bach, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Chopin, Schumann e Bartók, che costituiscono una parte importante della sua attività concertistica. Ha collaborato con le principali orchestre internazionali e con i maggiori direttori, attualmente si esibisce soprattutto come direttore e solista. Nel 1999 ha fondato la Cappella Andrea Barca, orchestra da camera costituita di musicisti di varie parte del mondo, cameristi ed amici. Nel maggio 2007 ha ottenuto il prestigioso Premio della critica musicale “Franco Abbiati” per il suo ciclo delle Sonate di Beethoven. Nell’ottobre 2007 ha ricevuto il Bach Prize della Royal Academy of Music, premio destinato ad artisti che abbiano dato un significativo contributo all’esecuzione e/o allo studio della musica di Johann Sebastian Bach ed è legato all’edizione, nello stesso anno, dei due volumi del Clavicembalo ben temperato curata da András Schiff in collaborazione con il musicologo Henle. Oltre alle attività di musicista e divulgatore Schiff nella primavera del 2011 ha attirato l’attenzione mediatica a causa della sua opposizione all’allarmante sviluppo politico Ungherese e in vista degli attacchi che ne sono seguiti ha deciso di interrompere i rapporti artistici con il suo Paese annullando tutti i concerti.

——–

Auditorium Parco della Musica

Stagione da Camera

lunedì 7 gennaio, Sala Santa Cecilia ore 20.30

András Schiff pianoforte

Mendelsshon Fantasia op. 28

Beethoven Sonata n. 24 op. 78

Brahms 8 Klavierstücke op. 76

Brahms 7 Fantasien op. 116

Bach Suite inglese n. 6

——–

Biglietti da 18 a 38 euro

I biglietti possono essere acquistati presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Botteghino Via Vittoria 6 (adiacente Via del Corso, Roma)

solo tramite carta di credito o bancomat

dal lunedì al venerdì ore 11-19, sabato dalle 11 alle 14

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101

LEAVE A REPLY