Nuovi orizzonti al DiF – Danza in Fiera 2019

La kermesse si è svolta alla Fortezza da Basso di Firenze

0
289

Danza in Fiera 2019Danza in Fiera, la kermesse internazionale della danza, conosciuta semplicemente come DiF, giunta alla sua 14esima edizione, nella suggestiva cornice della Fortezza del Basso a Firenze, si conclude con uno sguardo aperto a nuovi orizzonti.

Dietro ogni passo c’è una grande storia”.

Uno slogan muove le corde delle molteplici iniziative sempre meglio organizzate e distribuite nei padiglioni, messi a disposizione per le lezioni, gli eventi, le esibizioni e concorsi, i brand del settore, l’editoria e l’area Vip Lounge, rivolta agli artisti, operatori ed espositori.

Uno spazio dedicato alla storia dei protagonisti che, attraverso la danza, hanno trovato la propria realizzazione nel mondo, senza non poche difficoltà, costruendo talvolta su un proprio deficit un punto di forza da cui partire per trasformare una diversità in una risorsa positiva.

Questo è il caso del ballerino Simone Sistarelli che, con il suo Progetto Popping for Parkinsons, ha elaborato un metodo per offrire ai pazienti di diventare almeno per un’ora a settimana degli studenti, capaci di esprimere se stessi con questo stile, rendendo il tremolio tipico della sindrome concepito come sintomo negativo, trasformato in un linguaggio positivo, espressivo ed artistico.

Danza in Fiera 2019Un focus anche sull’aspetto educativo del Giocodanza®, metodo elaborato da Marinella Santini, ispirato involontariamente ai principi della DMT (danza movimento terapia ad indirizzo psicanalitico, nazionale ed internazionale), che da oltre un secolo pone le sue radici nell’approccio ludico motorio del movimento autentico anche in presenza di medium attivi, come piccoli oggetti, nastri, stoffe, cerchi, palle. Giocodanza® si è presentato al grande pubblico con il supporto di una psicologa per avvallarne gli aspetti citati.

Prestigiosa la presenza dello stand del Teatro alla Scala, impegnato a fare conoscere i numerosi corsi di formazione professionalizzante che offre: fotografia e video di scena, corsi hair & makeup, management.

Anche Enti Lirici, Teatri e Accademie, come il Teatro Oscar, la cui direzione artistica per la danza è nelle sapienti mani di Monica Cagnani e Patrizia Canino, tra lezioni accademiche e concorsi hanno arricchito il programma della manifestazione, sostenuta dalla presenza di Annamaria Prina, protagonista in veste prima di ballerina e poi di direttrice della storica Scuola di Ballo del Teatro alla Scala.

Ma l’accademismo puro affianca anche le realtà urbane dei nuovi linguaggi della danza contemporanea, come la fucina di DanceHauspiù, Centro Nazionale di Produzione della Danza, spazio ideato da Susanna Beltrami e co diretto con Matteo Bittante e Annamaria Onetti, riconosciuto come il quarto Centro di Produzione in Italia attivo. Ospita in residenza: la Compagnia di Susanna Beltrami, Dancehaus Company e Dancehaus Company Junior, oltre che i programmi di alta formazione di Accademia Kataklò, Accademia Modulo Factory e Accademia Susanna Beltrami.

Danza in Fiera 2019Gli artisti scaligeri Sabrina Brazzo ed Andrea Volpintesta per Jas Art Ballet, in residenza al Teatro Carcano, hanno presentato nel proprio stand un progetto innovativo, come spiega Fabio Bertinelli General Manager, di un dispositivo applicato al tessuto di felpa e tuta o scaldapunte per i danzatori, al fine di riscaldare e mantenere sempre costante e termica la temperatura, evitando che la sudorazione corporea asciugando possa raffreddare i muscoli a scapito della prestazione agonistica artistica. Si tratta dello stesso principio già sperimentato all’interno della muta da subacqueo, in presenza di termoclino e profondità marina.

Nello spazio dedicato alle interviste non sono mancati nomi internazionali di altissimo pregio, quali Evgenia Obraztsova, stella del Teatro Mariinski di S.Pietroburgo, oggi étoile del Teatro Bolshoi di Mosca. Artista dalla tecnica Vaganova adamantina, si presenta con la semplicità di una giovane donna, dalle fattezze e i lineamenti dolci di una bambola di porcellana, lo sguardo e il portamento cinematografico dal temperamento ferreo e caliente.

Danza in Fiera 2019Sempre passionali e molto alla mano anche altri due artisti internazionali del tango argentino, la coppia artistica e nella vita composta da Yanina Quiñones e Neri Piliu, di origine italiane, si sono concessi generosamente alle domande del pubblico e della stampa, offrendo un assaggio dello spettacolo della Tangorouge Company, in tournée in Italia. Ricordano gli esordi giovanissimi quando lasciano la patria Argentina per arrivare con non poca fatica e sacrifici in Europa, e affermarsi con successo in Giappone, prima di approdare in Italia e a Salerno dove trovano la giusta armonia per porre le basi del proprio lavoro artistico.

“…Sono i percorsi che fanno di un uomo un artista, capace di rimanere nel cuore della gente per sempre”…le parole di Alessandro Sanesi, patron di Danza in Fiera, sono un augurio ed un appello ad avvicinare sempre più la Danza a tutte le Arti a 360°, con la musica in primis…e chissà se un domani, anche sulle note di Renato Zero o di grandi artisti come lui, si possa danzare, con l’auspicio e l’invito alla prossima edizione del DiF a Firenze.

LEAVE A REPLY