Il cinema svizzero contemporaneo a Milano

Dal 26 al 31 marzo presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, Milano

0
465

Il cinema svizzero contemporaneo a MilanoDal 26 al 31 marzo, presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana, con il sostegno del Consolato generale di Svizzera a Milano e in collaborazione con Istituto Svizzero e Cinema Svizzero a Venezia, presenta IL CINEMA SVIZZERO CONTEMPORANEO A MILANO.

Film in anteprima per Milano (Fortuna di Germinal Roaux, Amur senza Fin di Christoph Schaub, Cercando Camille di Bindu De Stoppani e Chris the Swiss di Anja Kofmel); documentari appassionanti (Non ho l’età di Olmo Cerri e Calabria di Pierre-Francois Sauter); capolavori restaurati (Visages d’enfants di Jacques Feyder e La merlettaia di Claude Goretta) e un focus su Ursula Meier: questi gli ingredienti di una settimana dedicata al cinema svizzero contemporaneo capace di sorprenderci e di affascinarci con storie inaspettate.

Da segnalare l’incontro speciale con il regista di Non ho l’età, Olmo Cerri, che sarà presente in sala martedì 26 marzo alle ore 18.30, e quello con Lionel Baier, venerdì 29 marzo alle ore 19, in occasione della proiezione del suo film Prénom: Mathieu, che fa parte della quadrilogia Ondes De Choc.

Inoltre, da non perdere la proiezione del capolavoro restaurato ambientato sulle Alpi svizzere, Visages d’enfantsaccompagnato dal vivo dal pianista Antonio Zambrini e dai suoi formidabili partners danesi, Jesper Bodilsen e Martin Andersen. Si ringrazia la Cinémathèque Suisse per il prestito della copia.

Per questa iniziativa, si ringrazia Castellinaria, Festival internazionale del cinema giovane Bellinzona.

——

IL CALENDARIO DEI FILM

Martedì 26 marzo
h 17.00
Omaggio a Ursula Meier  – Ondes De Choc – Journal de ma Tête
Ursula Meier, Svizzera, 2018, 61’, v.o. sott.it. Int.: Fanny Ardant, Kacey Mottet Klein.
Benjamin Feller – diciottenne senza precedenti – uccide sua madre e suo padre a sangue freddo. Poco prima di compiere il delitto invia il suo diario segreto alla sua professoressa di francese, confessando ogni cosa.

h 18.30 Non ho l’età
Olmo Cerri, Svizzera, 2017, 93’.
1964. Quattro storie di migrazione italiana che hanno avuto luogo in Svizzera negli anni del boom economico italiano, il cui fil rouge è la passione per la canzone
Non ho l’età di Gigliola Cinquetti.
Presente in sala il regista Olmo Cerri.
Seguirà un rinfresco per tutti i presenti.

Mercoledì 27 marzo
h 18.00
Fortuna – Anteprima
G. Roaux, Svizzera, 2018, 106’, v.o.sott.it. Int.: Bruno Ganz, Y. Blanc.
Dopo una sconvolgente traversata del Mediterraneo, Fortuna, ragazza etiope di 14 anni, è costretta a trovare rifugio tra le montagne innevate del passo del Sempione.

Giovedì 28 marzo
h 15.00
Calabria
Pierre-François Sauter, Svizzera, 2016, 117’, v.o.sott.it.
Dopo la morte di un immigrato calabrese venuto a lavorare in Svizzera, due impiegati delle pompe funebri percorrono l’Italia da nord a sud per rimpatriare la salma. Insieme dovranno affrontare le sorprese e gli imprevisti del viaggio.

h 17.15 Omaggio a Ursula Meier – Sister
Ursula Meier, Svizzera, 2012, 100’. Int.: Léa Seydoux, Gillian Anderson.
La storia di due fratelli che cercano l’occasione per sperare in un futuro migliore.

Venerdì 29 marzo
h 15.00
Omaggio a Ursula Meier – Home
Ursula Meier, Svizzera, 2008, 95’. Int.: Isabelle Huppert, Olivier Gourmet.
Una famiglia vive in un villino isolato, nei pressi di un’autostrada mai entrata in funzione. La loro tranquillità rischia però di essere compromessa quando sulla strada, resa finalmente accessibile al traffico, cominciano a sfrecciare migliaia di automobili.

h 17.00 Chris the Swiss – Anteprima
Anja Kofmel, Svizzera, 2018, 90’, v.o. sott.it.
Un giovane giornalista svizzero viene ucciso durante la guerra in Croazia, in circostanze misteriose. Il documentario racconta la sua storia.

h 19.00 Ondes De Choc – Prénom: Mathieu
Lionel Baier, Svizzera, 2018, 61’, v.o. sott.it. Int.: Ursina Lardi, Michel Vuillermoz.
Mathieu è l’unico ad essere sopravvissuto a un serial killer. Con la sua straordinaria memoria fotografica, cercherà di scovare l’assassino.
Presente in sala il regista Lionel Baier, che dialogherà con Filippo De Marchi, Castellinaria Film Festival.
Seguirà un rinfresco per tutti i presenti.

Sabato 30 marzo
h 15.00
Amur senza Fin – Anteprima
Christoph Schaub, Svizzera, 2018, 91’, v.o. sott.it. Int.: Rebecca Indermaur, Bruno Cathomas.
Mona e Geri sono sposati da 20 anni e hanno bisogno di riaccendere la fiamma al loro matrimonio. La coppia, come l’intero villaggio, prenderà allora spunto dai suggerimenti poco ortodossi del nuovo pastore.

h 17.00 Cercando Camille – Anteprima
Bindu De Stoppani, Svizzera, 2017, 93’. Int.: Anna Ferzetti, Luigi Diberti.
Un viaggio a ritroso nella memoria di un padre malato di Alzheimer per trovare il coraggio di lasciarlo andare.

Domenica 31 marzo
h 15.00
Proiezione Family – I fratelli neri
Xavier Koller, Germania/Svizzera 2013, 103’. Int.: Fynn Henkel, Moritz Bleibtreu.
Intorno alla metà del XIX secolo, le condizioni di vita nei villaggi di montagna del Canton Ticino erano talmente misere che spesso i contadini erano costretti a vendere i propri figli a Milano come spazzacamini. Questo è il destino di Giorgio, costretto ad arrampicarsi sui camini nero pece per buttare giù la fuliggine a mani nude.
Al termine della proiezione saranno offerti cioccolatini a tutti i presenti.

h 17.30 Classici restaurati
Visages d’enfants – Accompagnamento live di Zambrini-Bodilsen-Andersen
Jacques Feyder, Francia/Svizzera, 1925, muto, b/n, 117’, muto didascalie italiane. Int.: A. Porchet, J. Forest.
Il pianista italiano Antonio Zambrini, coi due formidabili partners danesi Jesper Bodilsen e Martin Andersen, accompagneranno dal vivo il film Visages d’enfants, il capolavoro restaurato di Jacques Feyder ambientato sulle Alpi svizzere.
Si ringrazia Cinémathèque Suisse per il prestito della copia.
La storia di un bambino che non riesce a superare la perdita della madre e ad accettare il nuovo matrimonio del padre.

h 19.45 Classici restaurati  – La merlettaia
Claude Goretta, Svizzera, 1977, 107’, v.o.sott.it. Int.:Isabelle Huppert, Yves Beneyton.
Un classico del cinema svizzero con un’interpretazione originale e unica di una giovane Isabelle Huppert.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

——

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
Viale Fulvio Testi 121, 20162, Milano – MM5 Bicocca

INFO
T 02.87242114 / info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it

ORARIO MIC
Da martedì a giovedì dalle 15.00 alle 19.00
Venerdì dalle 15 alle 21
Sabato e domenica dalle 15.00 alle 19.00

INGRESSO “IL CINEMA SVIZZERO CONTEMPORANEO A MILANO”
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

LEAVE A REPLY