Il mondo musicale di Antonello Salis

Il 15 aprile, ore 21, al Piccolo Teatro Strehler, Milano

0
167
Antonello Salis
Foto di Attilio Marasco

con la CIVICA JAZZ BAND

solisti: Emilio Soana (tromba), Andrea Andreoli (trombone),

Giulio Visibelli (sassofoni e flauto), Marco Vaggi (contrabbasso), Tony Arco (batteria)

e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica C.Abbado di Milano

Solista ospite

Antonello Salis pianoforte e fisarmonica

Direttori Enrico Intra e Riccardo Fassi

In programma composizioni di Antonello Salis arrangiate da Riccardo Fassi

Introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco

PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA

——–

Con l’omaggio ad Antonello Salis, una delle grandi figure artistiche del jazz italiano, si chiude la XXI edizione di Orchestra Senza Confini. Il pianista e fisarmonicista sardo porterà per la prima volta la sua creatività all’interno di un contesto orchestrale grazie agli arrangiamenti di Riccardo Fassi – pianista e compositore tra i più rilevanti della scena nazionale contemporanea – che ha elaborato in maniera funzionale e originale le sue composizioni, scelte tra quelle più significative del lungo percorso artistico di questo singolare musicista. L’energia e la fantasia di un autentico artista come Salis troveranno quindi un ambito espressivo e una veste completamente nuovi nei quali presentare il suo vivacissimo mondo musicale nel segno di una grande duttilità e di un intatto spirito di avventura artistica. Ampliate ed estese – attraverso un lavoro che vuole porre all’attenzione del pubblico sia lo spessore di un autore originale e unico, sia le qualità di improvvisatore puro che lo caratterizzano – le composizioni metteranno in evidenza la flessibilità delle invenzioni improvvisate anche in questa inedita, curiosa e sorprendente veste orchestrale. Con questo progetto Riccardo Fassi approfondisce il rapporto di collaborazione instaurato da molti anni con Salis, aggiungendo un nuovo capitolo alle loro numerose collaborazioni, che spaziano dal duo di tastiere alla partecipazione a diversi cd della Tankio Band. Tra i più importanti solisti del jazz italiano, Salis si divide tra pianoforte, che suona con grande originalità, e fisarmonica, come autentico innovatore e creatore di nuove tecniche espressive. Negli ultimi anni è sempre stato ai primi posti nei Jazzit Awards tra i migliori solisti di fisarmonica, classificandosi primo nel 2015, a conferma di quanto sia apprezzato da pubblico e critica. Attivo fin dagli anni settanta, vanta innumerevoli collaborazioni con artisti italiani, europei e americani. Riccardo Fassi  è invece tra i più’ interessanti pianisti, tastieristi e compositori del jazz italiano e opera da anni in varie formazioni, in primis la sua Tankio Band. Ha suonato in progetti organici con grandi esponenti della scena internazionale del jazz ed è Direttore del Dipartimento di Jazz al Conservatorio di Firenze.

Ingresso: 18 euro

LEAVE A REPLY