Spreco

Il 25 maggio, ore 17.30, presso la Tenuta dello Scompiglio, Vorno (LU)

0
166

spreco

Sabato 25 maggio, l’Associazione Culturale Dello Scompiglio di Vorno (Lucca) presenta, negli spazi esterni della omonima Tenuta, dalle ore 17.30, Spreco, risultato della residenza creativa di Roberta Nicolai, anche regista e autrice della drammaturgia. Il lavoro, che prevede 25 spettatori, è interpretato da Michele Baronio e propone un rituale di sepoltura con la partecipazione di alcuni cittadini. Produzione Triangolo Scaleno Teatro.

L’appuntamento fa parte della programmazione tematica Della morte e del morire, incentrata sull’individualità in relazione alla morte e alle sue tre dimensioni: socio-politica, ideologica e celebrativa. La manifestazione è presentata dall’Associazione Culturale Dello Scompiglio, diretta dalla regista e artista Cecilia Bertoni e fino a dicembre propone un fitto cartellone con mostre, performance, concerti, workshop, residenze, incontri e attività per bambini. Comprende inoltre i vincitori di un bando internazionale rivolto ad artisti in ogni declinazione delle arti – che ha visto la partecipazione di oltre cinquecento progetti – accanto alle creazioni e alle produzioni della Compagnia Dello Scompiglio, a incontri, mostre e spettacoli ospiti.

Dalle note di regia: “L’azione è tratta da una scena teatrale dello spettacolo Nudità in cui il Figlio, chiuso nella sua stanza, cercava di rassicurare i familiari, in ascolto al di là della porta, minimizzando sui sintomi della sua trasformazione. I familiari non capivano le sue parole e spingevano la stanza facendola ruotare attraverso il palcoscenico.  (…) La fine della scena vedeva l’esistenza di due piani di realtà, paralleli ma ormai non più comunicanti: il Figlio al di là, i familiari al di qua. Così il Figlio cominciava a morire. Spreco riporta in vita quell’azione. La stanza, un’architettura a misura umana, viene trasportata attraverso il bosco della Tenuta. (…) A spingerla (…) è una comunità temporanea creata per il progetto attraverso il coinvolgimento di alcuni cittadini di Lucca e dintorni. Il performer non ha più parole da dire, ha solo una canzone che canta a loop. L’opera sarà il video dell’azione. L’immagine ripresa di ciò che si è già compiuto.” Progetto vincitore del bando “Della morte e del morire”.

———–

Mostre in corso

– Sanctum, installazione ambientale dell’artista olandese Levi van Veluw a cura di Angel Moya Garciasviluppata appositamente per la Tenuta Dello Scompiglio e ispirata al primo edificio religioso, il Tabernacolo, chiamato anche la tenda delle riunioni. Aperta fino al 22 settembre;

– Camera #5,  installazione di Cecilia Bertoni, in cui l’artista, partendo dalla scrittura del proprio testamento, indaga sulla morte e sulla sua necessità. Aperta fino al 22 settembre;

– I cannibali, installazione di Titta Cosetta Raccagni che, riproducendo un ciclo di morte e vita in una vasca d’acquario, propone una riflessione su quale corpo, oggi, abbia il diritto di esistere. Aperta fino al 2 giugno;

– Riderless Horse, video-installazione dell’artista spagnolo Avelino Sala, in cui si mette in discussione l’idea di eroe e di leader rappresentata in tutta la statuaria classica da un uomo a cavallo. Fino al 22 settembre;

– La vulnerabilità delle cose preziose, di Sabrina Mezzaqui, esito di una residenza aperta al pubblico sulla realizzazione di un’opera condivisa tra più persone, visitabile fino al 26 maggio.

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e alla Cucina Dello Scompiglio, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi.  www.delloscompiglio.org

———

Sono raccomandate calzature sportive

Percorso per 25 spettatori, prenotazione necessaria

 ———

Biglietti: 5.00 euro

Biglietteria SPE  Via di Vorno, 67 – Vorno (LU) | giovedì-domenica ore 14.00-18.00 | 0583 971125 | biglietteria@delloscompiglio.org

LEAVE A REPLY