I Taifa in “Inti-Illimani. Canti di lotta, d’amore e di lavoro”

Il 10 maggio, ore 21, al Teatro Officina, Milano

0
197

taifaLetture poetiche da Victor Lidio Jara Martinez a cura di Massimo de Vita

Nel nuovo spettacolo dei Taifa dal titolo “Inti Illimani canti di lotta, d’amore e di lavoro” si assisterà ad un concerto completamente acustico interamente dedicato alla “Nueva Cancion Chilena” ed in particolare al grande gruppo musicale degli Inti Illimani.

Sul palco Stefano Cirino: chitarra e voce; Angelo Palma: corde, fiati e voce; Carlo Corti: contrabbasso e voce; Franco Mameli: percussioni e voce.

——–

I TAIFA

Il gruppo Taifa nasce a Nuoro in Sardegna nel 1980 con una grande passione per la musica degli Inti illimani.

Nel 2012 realizzano un tour con Max Berrù fondatore degli Inti illimani.

Nel 2013 un album “copia d’autore” con la partecipazione di Horacio Salinas, Jose Seves (Inti-illimani historico) e Max Berrù.

Nel 2015 suonano nel padiglione del Cile per “Milano expo” come unico gruppo italiano.

La musica dei Taifa viene trasmessa in Cile su “Radio coperativa”.

Nel 2016 girano un video clip, un concerto con il maestro Horacio Salinas e un nuovo album “in volo” con la partecipazione di Salinas, Horacio Duran, Carlos Quezada dei Quilapayun e la cantante cilena Elizabeth Morris.

Nel 2018 pubblicano il terzo l’album “Todo cambia” con la cantante sardo/argentina Eliana Sanna prodotto dalla regione Sardegna, dalla FASI e distribuito dalla testata giornalistica “L’unione sarda”.

Nello stesso anno con la Sanna realizzano un tour in Argentina.

Nel 2019 un nuovo video clip girato in Sardegna, Lombardia Piemonte e Perù.

———

Letture da VICTOR LIDIO JARA MARTINEZ
Víctor Lidio Jara Martínez (San Ignacio, 28 settembre 1932 – Santiago del Cile, 16 settembre 1973) è stato un cantautore, musicista, regista teatrale e poeta cileno. Proveniente da famiglia contadina, politicamente impegnato, è divenuto negli anni un riferimento internazionale nel mondo della canzone di protesta e della canzone d’autore, nonché uno degli autori più importanti e conosciuti della Nueva Canción Chilena.

Sostenitore del presidente Salvador Allende, Jara fu assassinato cinque giorni dopo il golpe dell’11 settembre 1973, vittima della repressione messa in atto dal generale Augusto Pinochet.

Dopo averlo ucciso, i militari cileni non solo proibiscono la vendita dei suoi dischi, ma ordinano la distruzione delle matrici.

«Canto, come mi vieni male

quando devo cantare la paura!

Paura come quella che vivo,

come quella che muoio, paura

di vedermi fra tanti, tanti

momenti dell’infinito

in cui il silenzio e il grido

sono le mete di questo canto.

Quello che vedo non l’ho mai visto.

Ciò che ho sentito e che sento

farà sbocciare il momento…»

(Ultima strofa del testo scritto nello stadio di Santiago del Cile poco prima di essere ucciso, poi tradotta in inglese e musicata da Pete Seeger, con il titolo di Estadio Chile, e che verrà letta da Massimo de Vita)

———-

Ingresso Euro 12,00 con tessera associativa gratuita
Prenotazione necessaria e gratuita su www.teatroofficina.it

TEATRO OFFICINA via Sant’Elembardo, 2 Milano | MM1 Gorla | info@teatroofficina.it | www.teatroofficina.it | 02.2553200

LEAVE A REPLY