Il Sistina, Michele La Ginestra in “È cosa buona e giusta”

Il confronto generazionale nello spettacolo scritto e interpretato da Michele La Ginestra che torna in scena a Roma dopo il successo dello scorso anno, dal 10 maggio

0
570

È cosa buona e giustaMichele La Ginestra torna a vestire gli abiti di Michele o Don Michele nello spettacolo È cosa buona e giusta in scena al Teatro Sistina di Roma dal 10 al 19 maggio, una commedia emozionante e divertente prodotta dal teatro romano che dopo il successo dello scorso anno torna in cartellone.

Scritto da Michele La Ginestra, anima dello spettacolo, e Adriano Bennicelli, diretto da Andrea Palotto, È cosa buona e giusta è un spettacolo che coinvolge sul palco ben 22 attori, fra cui Andrea Perrozzi, Ilaria Nestovito, Alessandro La Ginestra, Andrea Palma e Alessandro Buccarella e che si interroga sul contorno generazionale, l’inestricabile e misterioso rapporto del mondo degli adulti e dei ragazzi. In oratorio, luogo di aggregazione sociale deputato nel testo, Don Michele si trova a raccogliere le problematiche della gioventù di oggi: come possono i giovani dialogare con i genitori, gli insegnanti e gli adulti? L’unico modo per capire i giovani e creare un confronto costruttivo, è il ricordo e l’immedesimazione con le nuove generazioni: se è vero che nel corso degli ultimi anni la società è cambiata a causa della globalizzazione e della tecnologia, diventata elemento onnipresente della quotidianità, è anche vero che forse le problematiche dei ragazzi di oggi sono le stesse dei ragazzi di ieri, diventati adulti di oggi. Sarà proprio Don Michele a interrogarsi sul dialogo fra il passato, anche il suo passato e il presente e attraverso i propri ricordi cercare di capire conquassi strumenti i giovani di oggi possano gestire i rapporti di amicizia, l’amore e i sogni nel cassetto. È il dialogo la chiave giusta per costruire un rinnovato rapporto di fiducia fra giovani e adulti, mettendosi a nudo e lasciando cadere le barriere di diffidenza per capire quanto l’esperienza possa essere importante. Lo spettacolo, garbato, divertente e un poi nostalgico, costruito intorno alla figura di Don Michele, si muove fra passato e presente, e fra riflessioni ad alta voce, musica e coreografie trascinanti, non potrà non emozionare con intelligenza il pubblico. Spettacoli dal martedì al sabato ore 21,00, Domenica ore 17,00, Sabato 18 maggio ore 16,00 e ore 21,00. Prezzi da €27,50 a €44,00, Info e prenotazioni 06 4200711 – 392 8567896, prenotazioni@ilsistina.it, www.ticketone.it, www.ilsistina.it.

LEAVE A REPLY