Nordic Film Fest (8° edizione)

Dal 2 al 5 maggio alla Casa del Cinema, Roma

0
282
Nordic Film Fest
Foto di Erik Molberg Hansen

L’ottava edizione del Nordic Film Fest si tiene a Roma da giovedì 2 a domenica 5 maggio. La rassegna, che nasce con lintento di promuovere la cinematografia e la cultura dei Paesi Nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia), a cura delle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia e con la collaborazione del Circolo Scandinavo, si svolgerà presso la Casa del Cinema di Roma, presenterà nuovi film in anteprima o inediti in Italia ed è realizzata anche in collaborazione con lAmbasciata di Islanda di Parigi, i Film Institutes dei rispettivi paesi e con il patrocinio del Comune di Roma e della Regione Lazio.

Oltre alle proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano o in inglese e ad ingresso libero, il programma prevede presentazioni e incontri con ospiti internazionali (registi, attori, produttori, sceneggiatori).

Il tema della rassegna di questanno sarà “Borders/Confini, non solo in senso geografico ma anche tra mondi, modi di essere e di pensare diversi.

Ad aprire ufficialmente il Nordic Film Fest 2019, con la presenza dellattrice Alba August e del produttore Lars G. Lindström, il film biografico Becoming Astrid, sulla vita di Astrid Lindgren, una delle più importanti scrittrici della letteratura per linfanzia del novecento, autrice del best seller Pippi Calzelunghe. Il film narra di una giovane Astrid che decide di infrangere le rigide norme della società dei primi del 900 e seguire il suo cuore. Il film ha ricevuto 7 nomination ai Guldbagge Awards (il premio cinematografico più importante rilasciato in Svezia), tra cui miglior film e miglior attrice.

Prima dellopening verrà proiettato il documentario finlandese Every Other Couple, introdotto dalla regista Mia Halme, sulle storie di coppie divorziate, candidato come miglior documentario internazionale al Hot Docs Canadian International Documentary Festival. 

Durante la manifestazione tra i tanti film segnaliamo:

Venerdì 3 maggio alle 21:30 il finlandese ”Void” presentato dal regista Aleksi Salmenperä; commedia drammatica, tragica ed eccentrica sul prezzo del successo e la paura del fallimento, sullincomprensibilità reciproca in un rapporto di coppia, film vincitore di 4 Jussi Awards (il premio cinematografico più importante rilasciato in Finlandia), tra cui miglior film e miglior regia; sabato 4 maggio alle 19:00 lo svedese Border – Creature di Confinedi Ali Abbasi, presentato dal produttore Piodor Gustafsson, film sorprendente che inquieta e insieme meraviglia, incrociando atmosfera fantastica e cronaca sociale, candidato allOscar per il miglior trucco e acconciatura, miglior film a Un Certain Regard dellultimo Festival di Cannes, 4 candidature agli European Film Awards, vincitore del Noir in Festival, vincitore di 6 Guldbagge Awards, tra cui miglior film e miglior attrice; sabato 4 maggio alle 21:30 il norvegese What will people say presentato dalla regista Iram Haq, film autobiografico sulla vita di una sedicenne di origini pachistane, figlia di immigrati in Norvegia, che viene violentemente stravolta quando il padre la trova in compagnia di un coetaneo, decidendo di rimandarla nella madrepatria, forzandola alla sottomissione; selezionato dalla Norvegia per gli Academy Awards 2018, vincitore di 4 Amanda Awards (il premio cinematografico più importante rilasciato in Norvegia), tra cui miglior regia, miglior attore e migliore sceneggiatura; domenica 5 maggio alle 18:15 il danese A fortunate man, il film più recente del regista Bille August, premio Oscar e due volte Palma dOro al Festival di Cannes, adattamento del romanzo Lykke-Perdel premio Nobel per la letteratura Henrik Pontoppidan.

Domenica 5 maggio alle ore 21:30, film di chiusura del Nordic Film Fest 2019, lislandese Woman at war la donna elettricadiretto da Benedikt Erlingsson, presentato in anteprima mondiale alla Semaine de la Critique di Cannes, film vincitore del Premio Lux del Parlamento Europeo. Woman at war la donna elettrica” è una commedia fuori dagli schemi che unisce emozione, impegno e divertimento. La protagonista sembra una donna come le altre, ma dietro la routine di ogni giorno nasconde una vita segreta da eco-terrorista contro le multinazionali che stanno devastando la sua terra, la splendida Islanda; il film avrà presto un remake americano, diretto, prodotto e interpretato dalla due volte premio Oscar Jodie Foster.

La manifestazione avrà anche questanno una sezione speciale interamente a cura del Circolo Scandinavo con proiezione di film e corti con ospiti nordici, sabato 4 maggio dalle 16 alle 20.  Il lungometraggio presentato in questo spazio sarà “We are like oranges, introdotto dalla regista e sceneggiatrice svedese Cecilia Gärding, film che affronta il tema del razzismo in Svezia in una sorta di saga ispirata ad Alice nel paese delle meraviglie, mentre alla proiezione dei corti sarà presente la regista finlandese Pia Andell. 

Per la prima volta al Nordic Film Fest sbarca SKAM, la web serie prodotta in Norvegia diventata rapidamente un fenomeno internazionale; nata dal canale NRK P3 è stato portato in Italia da TIMvision. Ci saranno due momenti durante il festival per conoscere la storia e il linguaggio social del teen drama: la mattina di sabato 4 maggio, dalle ore 10 alle ore 13, un incontro in collaborazione con Bam! Strategie Culturali, il Nordic Film Fest ospita NRK P3, produttore di SKAM Norvegia, per un confronto con altri casi che hanno coinvolto il proprio pubblico con strumenti innovativi. Allincontro saranno presenti Marianne Furevold (SKAM NRK P3), Ludovico Bessegato (SKAM TIMvision), Prisca Cupellini (MAXXI) e Janet De Nardis (Rome Web Fest) con i moderatori di Bam! Strategie Culturali Federico Borreani e Francesca Lambertini; domenica 5 maggio alle ore 16, avrà luogo una proiezione maratona” di SKAM con quattro episodi di SKAM Norvegia (proiettati per la prima volta al cinema in Italia) ed una sorpresa targata SKAM Italia.

Come nelle passate edizioni ci sarà una sezione dedicata allo Storytelling, a cura della Writers Guild Italia. Lincontro con ospiti del Nordic Film Fest, rappresentanti dellindustria cinematografica dei Paesi Nordici e sceneggiatori italiani, affronterà il tema del genderdella scrittura. L’incontro si terrà presso lauditorium dellAmbasciata di Finlandia, venerdì 3 maggio alle ore 10. 

Nordic Film Fest si avvale anche questanno dellimportante partnership con IED (Istituto Europeo di Design) che ha realizzato la sigla originale. Media partner del Nordic Film Fest 2019 è Romeing, il principale magazine mensile di lingua inglese a Roma, che dal 2010 aiuta gli expatse i turisti a scoprire la scena culturale, gli eventi e gli stili di vita della capitale.

——–

I NUMERI DI NFF 2019

Complessivamente NORDIC FILM FEST 2019 presenterà: 13 film, 2 documentari, 4 corti (9 ospiti nordici). Danimarca 2 film, Finlandia 3 film e 1 documentario, Islanda 1 film, Norvegia 3 film, Svezia 3 film e 1 documentario, Circolo Scandinavo 1 film e 4 corti. In totale, circa 30 ore di grande cinema nordico.

Le proiezioni inizieranno: giovedì, venerdì, sabato e domenica alle ore 15.00 per concludersi alle ore 24.00 circa e saranno tutte a ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Per ulteriori informazioni e per le immagini in alta risoluzione da scaricare, si prega di visitare il sito: www.nordicfilmfestroma.com

——–  

Come arrivare: Casa del Cinema

Contact Center tel. 060608 attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00, risponde in 6 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e giapponese).

www.casadelcinema.it

Largo Marcello Mastroianni 1, Ingresso da Piazzale del Brasile, Parcheggio diVilla Borghese, 00197 Roma AUTOBUS 490 – 495 – 61 – 590 – 89 -160 – C3 – N1 – N25 – 120F – 150F

METROPOLITANA Linea A (fermate Spagna, Barberini,Villa Borghese, Flaminio, Piazza del Popolo).

——–

NORDIC FILM FEST 2019 Roma

Casa del Cinema – Villa Borghese

da giovedì 2 a domenica 5 maggio 2019

www.nordicfilmfestroma.com

——–

Gli ospiti del Nordic Film Fest 2019

Mia Halme (1968) è una regista e sceneggiatrice finlandese, docente di cinema documentaristico presso il dipartimento del Cinema all’Università Aalto. I suoi film sono stati presentati nei vari festival internazionali e hanno spesso come soggetto la famiglia. Il suo documentario Forever Yours (2011) è stato premiato in Finlandia come il miglior documentario dellanno e al festival Visions du Réel ha ricevuto il premio per la migliore regia, tratta dellaffidamento fa- miliare e della custodia dei bambini mentre il suo film Every Other Coupleche parla di storie di divorzio, è stato candidato per il premio di miglior documentario internazionale allHot Docs Canadian International Documentary Festival nel 2017.

Alba August (1993) è una delle più affascinanti attrici svedesi del momento, premio EFP Shooting Staral festival di Berlino 2018 e nello stesso anno premio Rising Star al Festival del Cinema di Stoccolma. Nata in una famiglia di grandi attori e registi (è infatti figlia di Pernilla August e di Billie August), ha debuttato come attrice quando aveva solo 8 anni in A Song for Martin(2001), per la regia del padre. Alba August ha studiato teatro presso Den danske scenekunstskole di Copenhagen e poi produzione cinematografica all’università di Malmö. Ha poi avuto il ruolo di protagonista in Reliance(2013) di William Olsson e nellautunno 2016 ha recitato nella versione teatrale di Le lacrime amare di Petra von Kantdi Rainer Werner Fas- sbinder al Malmö Stadsteatern. Ha ricoperto il ruolo di Alma nel film A Serious Game(2016) diretto dalla madre Pernilla August e presentato al Nordic Film Fest Roma nel 2018. Oltre al ruolo di protagonista in Becoming Astrid(2018), recentemente ha avuto un grande successo nel ruolo di protagonista nella prima serie Netflix scandinava The Rain” (2018).

Lars G. Lindström (1955) è un produttore cinematografico svedese con una vasta esperienza di film, teatro e TV. Nel 1984 è stato assunto dal teatro di Stoccolma (Stadsteatern) dove ha lavorato per 19 anni come produttore e direttore artistico. Durante questo periodo ha introdotto nella programmazione una serie di nuovi registi, drammaturghi e opere teatrali, riuscendo ad attirare un pubblico più giovane. Tra il 2009 e il 2012, Lars G Lindström ha lavorato presso lo Swedish Film Institute assicurando il supporto alla produzione di film come: Black Power Mixtape”, “Avalon”,“Callgirl”,“A Royal Affair”,“The Hunt” e “Searching for Sugarman(vincitore di un Oscar come miglior documentario).  Nel suo ultimo anno di lavoro allo Swedish Film Institute ha assicurato il finanziamento a Force Majeuredi Ruben Östlund, premiato al Festival di Cannes 2014 e nominato per il premio Oscar nella categoria di miglior film in lingua straniera. Con la sua casa di produzione Nordisk Film, Lars G Lindström ha prodotto il primo film di Daniel Espinosa Babylon Disease”, “To Love Someone” e “Sámi Blood(presentato al Nordic FilmFest Roma nel 2017).

Aleksi Salmenperä (1973) è uno dei registi finlandesi più affermati e riconosciuti, i cui film sono stati premiati nei maggiori festival del cinema, quali la Berlinale, Toronto, Hot Docs, Cannes e San Sebastian. Oltre al “Void” (Tyhjiö, 2018), le sue opere includono film come “The Mine” (2016), “Distractions” (2015), “Alcan Highway” (2013), “A Bad Family” (2009) e “A Man’s Job(2007). Ha ricevuto il premio finlandese Jussi per la migliore regia per il film Distractions, mentre The Mine” è stato candidato per il Dragon Award Best Nordic Filma Gothenburg IFF nel 2016. Il suo film VOIDha vinto 4 Jussi Awards (il premio cinematografico più importante rilasciato in Finlandia), tra cui miglior film e miglior regia. 

Peter Piodor” Gustafsson (1962) è un produttore cinematografico con oltre 30 anni di esperienza nel campo del cinema, della televisione e della pubblicità. Dal 2014 Gustafsson gestisce la sua propria società di produzione “Black Spark Film & TV AB”, società che si specializza nello sviluppo di progetti locali e originali. Tra i tanti collaboratori troviamo John Ajvide Lindqvist (autore di Lasciami Entrare), Daniel Espinosa, Åsa Lantz e Ronnie Sandahl. Recentemente, Gustafsson ha prodotto TheWife” (2017) e “BORDERCreature di Confine(2018) (anche questo tratto da un romanzo di JohnAjvide Linqvist). BORDERCreature di Confineha ottenuto il premio come miglior film a Un Certain Regard al Festival di Cannes 2018, è stato giudicato miglior film ai Guldbagge Awards (gli Oscar svedesi) ed è stato selezionato dalla Svezia agli Oscar nella categoria di miglior film in lingua straniera. Gustafsson è stato membro dello Swedish Oscar Committe nel 2017, e del consiglio di amministrazione dello Swedish Film Institute. È stato anche Presidente e Vicepresidente nel consiglio di amministrazione di Eurimages, il Media Institute del Consiglio dEuropa a Strasburgo.   Attualmente Gustafsson ricopre diverse cariche nei consigli di amministrazione di diverse istituzioni europee quali: Show-run- ner educationnellambito di “Serial Eyes” a Berlino, il Bergman Centre a Fårö, il QvistenAni- mantion a Oslo e collabora in qualità di esperto con Creative Europe. 

Iram Haq (1976) è un’attrice, regista e cantante norvegese-pakistana, cresciuta a Stovner, una zona multietnica di Oslo. I suoi genitori sono venuti in Norvegia dal Pakistan per trovare lavoro.  A quattordici anni è stata rapita dal padre e dal fratello, strappata al Paese in cui è nata e cresciuta, costretta a vivere pressoché segregata in una terra estranea, il Pakistan. Dopo essere tornata in Norvegia, ha studiato per diventare art director alla scuola di cinema Westerdals. Ha avuto diverse esperienze da attrice, prima di iniziare a dirigere cortometraggi e il suo debutto come regista è stato il cortometraggio “Skylappjenta” che è stato scelto al Sundance Film Festival nel 2010. Nel 2013, Iram Haq ha debuttato come regista di lungometraggi con il film I Am Yours”. 

Marianne Furevold-Boland (1972) è la produttrice della serie di web-drama norvegese SKAM che ha conquistato il mondo e ora è produttrice esecutiva di NRK Drama. Ha lavorato in NRK (la televisione statale norvegese) per molti anni, principalmente con programmi per bambini e giovani. Ha lavorato a vari progetti come produttrice, sceneggiatrice, scrittrice, giornalista e presentatrice, sia in televisione che in radio. Ha studiato recitazione alla LIPA, Liverpool Institute for Performing Arts. 

Cecilia Gärding (1977) è una regista, produttrice e sceneggiatrice svedese, autrice del libro Afrosvensk nella nuova Svezia, che contiene le storie di giovani afro-svedesi. Il libro ha ispirato la prima opera in stile hip-hop svedese Folkoperan Remixeded è anche la base del suo film giovanile We are like oranges, che ha realizzato con suo fratello Mikael Haines Gärding, film che ha vinto il premio come Miglior film straniero nel 2014 al LA Femme International Film Festival a Hollywood ed è stato anche premiato come Best Practice Against Extremism nel settore dei media nel 2016 dallorganizza- zione PIPE e dalla presidenza slovacca dell’UE. 

Pia Andell (1964) è una regista, produttrice e sceneggiatrice finlandese, fondatrice della società di produzione Of Course My Films, ha lavorato nella finlandese Broacasting Company Yleisradio (Yle) come produttore (1998-2000), nella FinnIsh Film Foundation come redattore di acommissioning (2000-2001), in AVEK (la fondazione per sostenere il lavoro audiovisivo) come redattore di commissione (2008 -2010) e un tutor in diversi workshop. Presenta i suoi 3 corti Matchen”, “A halt” e “Records and photographs”.

——–  

PROGRAMMA NORDIC FILM FEST 2019

GIOVEDI 2/05

EVERY OTHER COUPLE (Joka toinen pari – 2016) v.o.sott.ing. – docu-film

Miglior documentario internazionale allHot Docs Canadian International Documentary Festival 2017

A seguire, Q&A con la regista Mia Halme

Regista: Mia Halme

Durata: 77 min

Paese: Finlandia

Ora: 16:00 – Sala: DELUXE

 

BECOMING ASTRID (Unga Astrid – 2018) v.o.sott.it.

Il film ha ricevuto 7 candidature ai Guldbagge Awards (gli Oscar del cinema svedese), tra cui miglior film e miglior attrice.

Introduzione con lattrice del film Alba August e il produttore Lars G. Lindström

Regista: Pernille Fischer Christensen

Durata: 123 min

Paese: Svezia

Ora: 18:30 Sala: DELUXE e KODAK (proiezioni ad inviti)

 

BECOMING ASTRID (Unga Astrid – 2018) v.o.sott.it.

Il film ha ricevuto 7 candidature ai Guldbagge Awards (gli Oscar del cinema svedese), tra cui miglior film e miglior attrice.

Introduzione con lattrice del film Alba August e il produttore Lars G. Lindström

Regista: Pernille Fischer Christensen

Durata: 123 min

Paese: Svezia

Ora: 21:00 – Sala: DELUXE e KODAK

——–  

VENERDI 3/05

ASTRID (2018) v.o.sott.it. – docu-film

Regista: Kristina Lindström

Durata: 90 min

Paese: Svezia

Ora: 15:00 – Sala: DELUXE

 

UNKNOWN SOLDIER (Tuntematon sotilas – 2017) v.o.sott.it.

Il film ha ricevuto 10 candidature ai Jussi Awards (gli Oscar del cinema finlandese) vincendone 4

Regista: Aku Louhimies

Durata: 135 min

Paese: Finlandia

Ora: 16:45 – Sala: DELUXE

 

THE LION WOMAN (Løvekvinnen – 2016) v.o.sott.it.

Il film ha ricevuto 2 candidature agli Amanda Awards (gli Oscar del cinema norvegese)

Regista: Vibeke Idsøe

Durata: 120 min

Paese: Norvegia

Ora: 19:00 – Sala: DELUXE

 

VOID (Tyhjiö – 2018) v.o.sott.ing.

Vincitore di 4 Jussi Awards (gli Oscar del cinema finlandese) tra cui miglior film e miglior regia A seguire Q&A con il regista del film Aleksi Salmenperä

Regista: Aleksi Salmenperä

Durata: 97 min

Paese: Finlandia

Ora: 21:30 – Sala: DELUXE

——–  

SABATO 4/05

ONE LAST DEAL (Tuntematon mestari – 2019) v.o.sott.it.

Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival

Regista: Klaus Härö

Durata: 95 min

Paese: Finlandia

Ora: 15:00 – Sala: DELUXE

 

THE CHARMER (Charmøren – 2018) v.o.sott.it.

Il film ha ricevuto 2 candidature ai Bodil Awards (gli Oscar del cinema danese)

Regista: Milad Alami

Durata: 101 min

Paese: Danimarca

Ora: 17:00 – Sala: DELUXE

 

BORDER CREATURE DI CONFINE (Border – 2018) v.o.sott.it.

Il film è stato candidato allOscar miglior trucco e acconciatura, miglior film a Un Certain Regard dellultimo Festival di Cannes, 4 candidature agli European Film Awards, vincitore del Noir in Festival, vincitore di 4 Guldbagge Awards (gli Oscar del cinema svedese), tra cui miglior film e miglior attrice.

A seguire Q&A con il produttore del film Piodor Gustafsson

Regista: Ali Abbasi

Durata: 110 min

Paese: Svezia

Ora: 19:00 – Sala: DELUXE

 

WHAT WILL PEOPLE SAY ( Hva vil folk si – 2017) v.o.sott.it.

Il film ha vinto 4 Amanda Awards (lOscar del cinema norvegese), tra cui miglior regia, miglior attore e migliore sceneggiatura.

A seguire Q&A con la regista del film Iram Haq

Regista: Iram Haq

Durata: 104 min

Paese: Norvegia

Ora: 21:30 – Sala: DELUXE

——–  

DOMENICA 5/05 

GOLIATH (Goliat – 2018) v.o.sott.it.

Il film ha vinto 4 Guldbagge Awards (gli Oscar del cinema svedese), tra cui miglior attore e migliore sceneggiatura

Regista: Peter Grönlund

Durata: 88 min

Paese: Svezia

Ora: 15:00 – Sala: DELUXE

 

GOING WEST (Rett Vest -2017) v.o.sott.it.

Il film ha vinto 1 Amanda Awards (lOscar del cinema norvegese) per il miglior attore non protagonista

Regista: Henrik M. Dahlsbakken

Durata: 98 min

Paese: Norvegia

Ora: 16:45 – Sala: DELUXE

 

A FORTUNATE MAN (Lykke-Per – 2018) v.o.sott.it.

Regista: Bille August

Durata: 167 min

Paese: Danimarca

Ora: 18:15 – Sala: DELUXE

 

WOMAN AT WAR – LA DONNA ELETTRICA (Kona fer í stríð – 2018) v.o.sott.it.

Presentato alla Semaine de la Critique di Cannes Film vincitore del Premio Lux del Parlamento Europeo

Regista: Benedikt Erlingsson

Durata: 100 min

Paese: Islanda

Ora: 21:300 – Sala: DELUXE

——–  

PROGRAMMA DEL CIRCOLO SCANDINAVO

SABATO 4/05

Introduzione a cura di Ingo Arnason Direttore del Circolo Scandinavo

 

Ora: dalle ore 16.00 alle ore 18.00

Sala: VOLONTE’

REALMS (20 min)

Regista: Patrik Söderlund (FIN)

A seguire Q&A con il direttore del Circolo Scandinavo Ingo Arnason

 

MATCHEN (15min)

A HALT (6 min)

RECORDS AND PHOTOGRAPHS (29 min)

Regista: Pia Andell (FIN)

A seguire Q&A con la regista del film Pia Andell

 

WE ARE LIKE ORANGES (Vi är som apelsiner – 2012) v.o.sott.it.

Regista: Cecilia Gärding

Durata: 90 min

Paese: Svezia Ora: 18:00 – Sala:VOLONTE’

A seguire Q&A con la regista del film Cecilia Gärding   

——–  

Il viaggio in tutte le sue declinazioni è il tema centrale della sesta edizione del Nordic Film Fest 2017 che si svolgerà anche questanno presso la Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma da giovedì 4 a domenica 7 maggio.

Dopo i temi delle ultime due ultime edizioni Noir Nordico” e ”Amore Nordicopassiamo dai colori forti del nero e del rosso ai tanti colori che contrassegnano Il Viaggio, tema di questannocommentano gli ambasciatori dei Paesi Nordici coinvolti- Sceneggiature e cinematografie indagano su vari aspetti del Viaggiare, che si può coniugare in infiniti modi, da quello esplorativo a quello interiore”.

Pensato per promuovere la fiorente cultura dei Paesi Nordici, Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia, il Festival, organizzato dalle quattro ambasciate nordiche presenti in Italia e con la collaborazione del Circolo Scandinavo di Roma, è ormai diventato una realtà consolidata in grado di attirare linteresse di pubblico e critica.

Merito della struttura del festival che propone nuovi film in anteprima o inediti in Italia, tutte proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano, a ingresso libero e per arricchire lofferta con presentazioni, incontri con ospiti internazionali, ma anche documentari e corti video-art a cura del Circolo Scandinavo.

L’edizione 2017 consta di 14 pellicole e omaggia la bandiera del popolo Sámi in occasione della ricorrenza del primo Congresso Nazionale dei Sámi che si è svolto il 6 febbraio del 1917 a Trondheim in Norvegia e saranno molti i film e i corti che condurranno gli spettatori nella terra dei Sámi.

Ad inaugurare il Nordic Film Fest 2017 spetterà proprio alla Finlandia il 4 maggio con Il Bianco Pastore Di Renne di Erik Blomberg del 1952. Spazio poi a Pathfinder del norvegese Nils Gaup e a The Happiest Day In The Life Of Olli Mäki (Hymyilevä mies – 2016) Vincitore della sezione Un Certain regardal Festival di Cannes 2016 del finlandese Juho Kuosmanen, al documentario Kaisa’s Enchanted Forest di Katja Gauriloff, di Little Wing di Selma Vilhunen.

LIslanda partecipa al Festival con Virgin Mountain di Dagur Kári, già premiato al Tribeca Film Fest 2015 come miglior film narrativo, migliore attore e migliore sceneggiatura, con Passeri di Rúnar Rúnarsson.

La Norvegia presenta al Festival In Order Of Disappearance di Hans Petter Moland, Staying Alive di Charlotte Blom e The Wave di Roar Uthaug, film candidato agli Oscar dalla Norvegia come miglior film straniero.

La Svezia proietta Nice People di Karin af Klintberg e Anders Helgeson, Viskan Miracles di John O. Olsson, Sami Blood di Amanda Kernell , Vincitore del Dragon Award Best Nordic Film e del Sven Nykvist Cinematography Award al Göteborg Film Festival 2017 e presentato a Venezia nel corso delle giornate degli Autori della Mostra del Cinema di Venezia,

La Danimarca torna al festival con Long Story Short di May el-Toukhy, già premiato agli Oscar danesi e Inuk di Mike Magidson (Danimarca).

Evento collaterale delledizione 2017 sarà la mostra fotografica che si terrà dal 27 aprile al 23 maggio, Donne forti luce tenue Un percorso nella storia del cinema finlandese realizzata in occasione dei 100 anni dellindipendenza della Finlandia che racconta i cambiamenti nei rapporti fra uomini e donne nelle diverse classi sociali e fra le città e le aree rurali dagli anni Trenta agli anni Sessanta.

E dopo il successo della scorsa edizione torna la sezione dedicata agli sceneggiatori nordici a cura di Writers Guild Italia, in collaborazione con SIAE, le masterclass tenute da sceneggiatori e rap- presentanti dellindustria cinematografica dei Paesi Nordici.

Parallelamente al Nordic, si svolge il 6 e 7 maggio, l’edizione romana del festival di cultura nordica Be Nordic organizzato dalle quattro organizzazioni ufficiali turistiche dei Paesi Nordici (VisitDenmark,Visit Finland, Innovation Norway e VisitSweden) e che approda a Roma per mostrare tutto il fascino dello stile di vita nordico nelle sue diverse sfaccettature che va dal design allarte allambiente. Le proiezioni si svolgeranno giovedì, venerdì, sabato e domenica alle ore 15.00 per concludersi alle ore 24.00, e saranno tutte a ingresso libero fino ad esaurimento posti, ulteriori info su www.nordicfilmfestroma.com

LEAVE A REPLY