Teatro Sala Umberto, la nuova stagione 2019/2020

Gli omaggi a Dario Fo e Giorgio Gaber, il debutto di Maria Grazia Cucinotta, Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia nel nuovo spettacolo di Edoardo Erba in cartellone a Roma

0
494

Teatro Sala UmbertoIl Teatro Sala Umberto di Roma festeggia con la stagione 2019/2020 il 18esimo anno di direzione artistica di Alessandro Longobardi, anche patron degli spazi del Teatro Brancaccio e dello Spazio Diamante che proprio con la sala di Via della Mercede forma un centro di produzione arrivato alla terza stagione.

Sono molto contento di essere arrivato al 18° anno di programmazione di questo splendido teatrospiega Longobardi – anche se siamo ormai in “trincea. Non manca l’appello alle “scelte di gestione del Tridente che non contemplano la vita dei teatri”, le critiche “alla proprietà assente che non manifesta rispetto per la missione culturale quotidiana e alle scelte miopi del Mibact che non capisce quanto siamo fragili e importanti luoghi come questo teatro”.

Senza dimenticare la nota dolente per il teatro ragazzi “impedito dal Comune di Roma che ha aggravato il costo del trasposto degli studenti fino a 180 euro, la tassa ztl per il bus, verso i luoghi di aggregazione culturale e sportiva e ha vitato l’accesso di teatri del centro”.

Inevitabile pensare alla chiusura del teatro ragazzi, ma è anche vero che anche la nuova stagione del teatro è all’insegna della riflessione, dell’emozione e del divertimento attraversando tre diversi fil rouge, punti di aggregazione delle diverse proposte, l’omaggio a Dario Fo e Giorgio Gaber, il cinema, la commedia brillante.

Il 21 ottobre il teatro ospita Mistero Buffo. 50 anni di un capolavoro teatrale Dario Fo e Franca Rame proposto nella versione di Mario Pirovano; il 1 novembre spazio a Elio (di Elio e le storie tese), con lo spettacolo Il grigio di Gaber e Luporini con la regia di Giorgio Gallone.

La stagione però si apre il 26 settembre proprio con il filone cinema e la ripresa di un successo della scorsa stagione: Giuseppe Zeno, Sara Valerio e 16 attori sono i protagonisti di Non si uccidono così anche i cavalli?, produzione di Longobardi con la Giancarlo Fares.

Ancora cinema dal 19 novembre con Misery, tratto dal romanzo di Stephen King del 1987 diretto da Filippo Dini che lo interpreta insieme ad Arianna Scommegna e dal 3 dicembre con La piccola bottega degli orrori, celeberrimo horror musical (che ha ispirato la pellicola di Franck Oz) qui in una nuova versione con la regia di Piero Di Blasio.

Il 18 febbraio spazio a Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo squartatore di Helen Salfas tratto da Sir Arthur Conan Doyle: in scena Giorgio Lupano, Francesco Bonomo e Rocio Munoz Morales diretti da Ricard Reguant, mentre Biagio Izzo sarà in scena dal 14 aprile con Tartassati dalle tasse scritto e diretto da Eduardo Tartaglia e ispirato a I tartassati di Steno.

Se le feste di Natale sono affidate dal 26 dicembre al 22 gennaio a Carlo Buccirosso con il nuovo spettacolo (senza titolo) interpretato con Rosalia Porcaro, non mancano le commedie brillanti che sa sempre contraddistinguono il cartellone della Sala Umberto.

Dal 21 gennaio spazio al debutto a teatro di Maria Grazia Cucinotta in scena con Vittoria Belvedere, Michela Andreozzi e Marco Zingaro con la commedia Figlie di E.V.A. diretta da Massimiliano Vado per raccontare la storia di tre donne che riescono a ribellarsi a un potente che le ricatta.

Dall’11 febbraio arriva lo Shakespeare di stagione con Le allegre comari di Windsor interpretate da Mila Boeri, Annagaia Marchioro, Chiara Stoppa e Virginia Zini, nel pregiato adattamento di Edoardo Erba e la regia di Serena Sinigallia che ha già curato una storica versione di Giulietta e Romeo.

Edoardo Erba è ancora l’autore del nuovo Maurizio IV Un Pirandello pulp scritto per Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia a chiudere la stagione dal 5 maggio mentre debutta in Sala Umberto Francesca Inaudi diretta da Luca De Bei in Preziosa (dal 10 marzo).

A completare la stagione, anche Santo piacere di Giovanni Scifoni (dall’8 ottobre) che sbuca in sala Umberto dopo i sold out al Brancaccio e al Brancaccino la scorsa stagione, e dal 5 novembre Teatro Delusio by Familie Floz di Paco Gonzales, Bjorn Leese, Hajo Schuler e Michael Vogel.

I tre attori hanno debuttato a Roma quest’anno portando in scena sul palco 29 personaggi con maschere inedite.

Senza dimenticare che veranda annunciai altri tre spettacolo e senza dimenticare le numerose incursioni musicali fissate ogni lunedì (dal 7 ottobre) con ospiti come Juan Carlos Albelo Quartet con Natalio Mangalavite e special guest Fabrizio Bosso, Sarah Jane Morris e il Sestetto Stradivari.

Info su www.salaumberto.com.

LEAVE A REPLY