Un’estate per incontrare i pubblici

Chiudendo molto positivamente il 2018, la Fondazione Piemonte dal Vivo programma i Festival dell’estate

0
170

Fondazione Piemonte dal Vivo«Sviluppare competenze nel campo culturale» è il proposito pronunciato dalla Presidente di Piemonte dal Vivo Angelica Corporandi d’Auvare durante la Conferenza stampa di mercoledì 15 maggio, occasione per presentare la ricca programmazione dei Festival estivi sostenuti dalla Fondazione; la diffusione dello spettacolo dal vivo continua in sinergia con l’incoraggiamento del turismo territoriale, «assumendoci il rischio legato alla promozione di giovani esordienti e compagnie emergenti.»

Eppure, nel 2018 Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare ha raggiunto il notevole traguardo di 872 spettacoli tra prosa, danza, musica e circo contemporaneo, toccando 62 comuni e 137 spazi, per un totale di 146.798 biglietti staccati – mentre proseguono le attività di formazione e sostegno per la produzione delle arti performative, valorizzando il patrimonio Unesco in Piemonte attraverso la creazione di reti internazionali e dialoghi tra soggetti pubblici e privati. Frutto di una comunicazione marcatamente audience oriented, che per la stagione entrante proseguirà la propria vocazione all’incontro della domanda dei pubblici.

Palchi Reali 2019

Con il coordinamento di Piemonte dal Vivo – circuito regionale multidisciplinare – il Consorzio delle Residenze Sabaude riunirà sotto un’unica offerta, compatta e coerente, gli oltre 100 appuntamenti di Palchi Reali 2019, lungo più di 50 giornate di spettacolo dal vivo dal 5 giugno al 29 settembre.

Una rassegna work in progress governata dalle traiettorie del cinema, del reading e delle proposte dedicate alle famiglie e ai giovani.

Dalla Reggia di Venaria, con le iniziative di Sere d’Estate e Natura in movimento, al Castello Reale di Moncalieri con Moncalieri Experience; il Cinema a Palazzo Reale e la musica classica di Armonie della Sera, la programmazione dei reading di Gianluca Favetto, Vladimir Luxuria, Massimo Giletti, Piergiorgio Odifreddi e Giuseppe Cederna per il progetto ad Alta Voce Passeggiate Letterarie Reali alle Residenze Sabaude.

Il progetto pensato per i giovani Una notte al Museo mescolerà visite guidate, musica dal vivo, danza contemporanea e dj set, facendo eco al programma dello Stupinigi Sonic Park (De Gregori, Marlene Kuntz, Skunk Anansie, Subsonica…) a cura di Reverse Agency; la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani presenta Un giorno a corte, percorso di visita delle Residenze Sabaude animato da un maestro di cerimonie e il suo allievo; arricchiscono l’offerta le Mostre Reali ospitate alla Venaria Reale, a Palazzo Madama e alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, oltre agli Eventi Sportivi come la Street Workout Dance e la Maratona Reale a tappe a cura di Base Running.

Per la prima volta anche il Parco del Castello del Roccolo di Busca ospiterà le performance inedite di artisti del panorama letterario e musicale, nell’ambito del Progetto Carte da decifrare, a cura di Fondazione Artea, Circolo dei lettori e Fondazione Piemonte dal Vivo.

Vignale Monferrato Festival 2019

L’approccio audience oriented è particolarmente sentito nella programmazione della nuova edizione del Festival di Vignale Monferrato, che oltre a coreografi e danzatori ospiterà anche percorsi di residenza in situ: La danza unisce, il titolo del Festival e il grido di battaglia che Matteo Negrin, Direttore di Piemonte dal Vivo, richiama come principio di «linguaggio universale per il dialogo tra le culture», nonché fondamento per una «permeabilità tra pubblico e performers» alla base dell’intera iniziativa (la platea, a questo fine, assume la forma inusuale di una “vasca” intorno al palcoscenico).

A essere interpellati in questo scambio tra performers e pubblico, continua Negrin, sono «intere comunità di pratica raccolte intorno ad interessi condivisi. Un inizio e una fine con al centro la condivisione e la relazione, espressi da un’arte performativa che meglio si presta ad eliminare muri e barriere.»

Attraverso Festival 2019

Gli spettacoli, i concerti, gli incontri della 4^ edizione di Attraverso Festival popoleranno ventisei comuni tra le provincie di Asti e Alessandria (tra gli altri, Monbaruzzo, Cassanospiconla/Gavazzana, Cartosio, Morbello, Acqui Terme) seguendo la filosofia di una programmazione che nasce dal territorio e non si limita a eleggerlo come passivo teatro delle iniziative.

Nell’opinione di Antonella Parigi, assessora della Regione Piemonte alla Cultura e al Turismo, il Festival (che sarà inaugurato alla Lavanderia a Vapore di Collegno) rappresenta la «traduzione culturale di un obiettivo turistico».

Mentre raddoppiano gli appuntamenti nell’area Archeologica di Libarna e nell’anfiteatro Horzowski di Monforte d’Alba, l’ex residenza reale del cortile dell’Agenzia di Pollenzo, patrimonio Unesco, ora sede dell’Università di Scienze Gastronomiche, per la prima volta ospiterà gli spettacoli del Festival.

Festival Pianoechos

Piemonte dal Vivo sostiene e promuove anche i nove concerti della sedicesima edizione del Festival Pianoechos, premiato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, patrocinato della Commissione Europea e gemellato con il Festival Musicales des Grandes Crus (Francia), che quest’anno si terrà dal 3 al 13 ottobre.

La programmazione musicale del Festival, che in 15 anni ha proposto artisti di 24 paesi e 4 continenti, si diffonde sul territorio delle province di Asti e Alessandria nella suggestiva cornice di chiese e abbazie, castelli, teatri e palazzi storici, ville e musei.

Nell’ambito del Festival, il premio Tasto d’Argento, attribuito ogni anno ad una personalità di spicco del panorama pianistico internazionale, ha già insignito Daniel Rivera, Lazar Berman, Bruno Canino, Paolo Fazioli, Grigory Sokolov e Ivo Pogoreich.

LEAVE A REPLY