Intercity Oslo II. Il Festival Intercity continua a farsi incuriosire dai paesi del Nord Europa e in particolar modo dalla Norvegia. Dopo aver tradotto, ospitato e presentato Jon Fosse per la prima volta in Italia nel 2001 e dopo aver attraversato il Mare del Nord per creare un bellissimo Intercity Oslo nel 2009, Intercity torna nuovamente nella penisola scandinava per un aggiornamento sul teatro e soprattutto sulla drammaturgia norvegese.

L’approccio con la patria di Ibsen è sempre facile. L’apparente ghiaccio esteriore nasconde un grande cuore che batte forte e senza perdere colpi. Il Festival, che anno dopo anno concentra sempre di più il suo cuore sulla nuova drammaturgia teatrale internazionale, cercherà anche quest’anno di dare un’idea molto concreta della situazione teatrale in Norvegia e cercherà di mettere in comunicazione le due culture, come nel 2009, quella norvegese e quella italiana, nella speranza che possano nascere delle collaborazioni future tra i due paesi – due mondi  teatrali tanto diversi tra loro, e non solo dal punto di vista termico! Fatto emozionante e stimolante…

Dopo un lunghissimo lavoro di ricerche, di letture e di incontri direttamente nella capitale norvegese per selezionare i migliori tra i testi scritti negli ultimi anni e mai rappresentati in Italia, sono cinque gli autori selezionati. La crème de la crème della drammaturgia norvegese, includendo “il nuovo Beckett” Jon Fosse, anche se attualmente ha smesso di scrivere per il teatro. A lui il Festival dedica una sezione ad hoc, per dare continuità a questo rapporto nato nel 2001, creando un progetto dedicato a questo unico e meraviglioso connubio tra letteratura, prosa e poesia in scena.

Questa 32° edizione di Intercity si concluderà con un Back to dedicato alla città di Montreal con una bellissima anteprima dell’ultima creazione di Michel Marc Bouchard.

Dimitri Milopulos

Direttore Artistico Intercity Festival – Associazione Culturale Teatro della Limonaia

LEAVE A REPLY