“Il Pianeta in Mare”, il film di Andrea Segre in esclusiva allo Spazio Alfieri

Da venerdì 27 settembre (ore 19.00) fino a domenica 29 settembre (in vari orari), allo Spazio Alfieri (FI)

519

il pianeta in mare andrea segreSegre pesca nella melma nera di agenti chimici la storia dell’area industriale lagunare che conserva tra i reperti e le vestigia tutta la vitalità e la speranza di un’epoca.

FIRENZE. Andrea Segre, apprezzato regista e documentarista veneto attento ai problemi dell’immigrazione e del territorio, realizza un documentario su Porto Marghera, presentandolo Fuori Concorso alla 76° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Il Pianeta in Mare sarà in esclusiva allo Spazio Alfieri da venerdì 27 settembre, dove alle h. 19.00 il regista presenterà il film nato per non dimenticare la parte più rimossa della nostra società: i lavoratori dell’industria.

Il Pianeta in Mare. Andrea Segre entra con sentimento e precisione nel pianeta industriale di Marghera, cuore meccanico della Laguna di Venezia, che da cento anni si alimenta delle persone che ci lavorano, che ci sono morte dentro, che hanno creduto e lavorato e che ancora lavorano, con dignità, fatica e fiducia.

Marghera appare come un luogo irreale e astratto, uno spazio metafisico e ancorato, intersecato di viali che si prolungano all’infinito, cesellato di piccole case geometriche isolate nel verde. La sua immagine speculare è il porto commerciale, caotico e decaduto, duemila ettari di industria e cantiere, 135 chilometri di binari, 18 canali portuali, quaranta di strade interne dove il regista incontra impiegati in pensione, manager, operai stranieri, camionisti e la cuoca dell’ultima trattoria rimasta. Avamposto a prezzi modici per avventori sopravvissuti alla fine del Petrolchimico.

Il mondo di Marghera vive in bilico tra il suo ingombrante passato e il suo futuro incerto, con i suoi operai di oltre 60 nazionalità diverse e Segre conduce lo spettatore in luoghi mai raggiunti prima: il ventre d’acciaio delle navi in costruzione, le ombre dei bastioni abbandonati del Petrolchimico, gli alti forni e le ciminiere delle raffinerie, il nuovo mondo telematico di Vega, le centinaia di container che navi intercontinentali scaricano senza sosta ai bordi dell’immobile Laguna.

Segre fotografa gli spazi infiniti e metafisici e attualissimi di un mondo operaio del Veneto più nostalgico e serio, che vive.

trailer: https://vimeo.com/356120605

ingresso: Intero • € 8,00 Ridotto • € 6,00
info tel. 055 5320840 – www.spazioalfieri.it