Intemporanea Festival (1° edizione)

Dal 19 settembre al 30 ottobre a Firenze

394
Michela Marzano

Michela MarzanoI pensieri come gli affetti personali, le scelte di vita come gli oggetti di consumo che pensiamo di possedere: oggi si definisce quasi tutto temporaneo. In un tempo segnato da cambiamenti così radicali, vale forse la pena domandarsi se le cose che ci circondano non abbiano anche una natura diversa, un valore da preservare.

Nasce da questa riflessione Intemporanea, festival che si svolgerà dal 19 settembre al 30 ottobre a Firenze, tra Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Cenacolo di Santa Croce e Biblioteca delle Oblate, ideato e diretto da Pinangelo Marino, nellambito dellEstate Fiorentina, cartellone di eventi culturali del Comune di Firenze

Il festival si articolerà in due sezioni. Intemporanea Incontri ospiterà autrici e autori di fama internazionale, quali la filosofa e scrittrice Michela Marzano (fra gli altri riconoscimenti, Premio Bancarella 2014) con una lectio magistralis sullamore, e gli scrittori Edoardo Nesi (Premio Strega 2011) e Sandro Veronesi (Premio Strega 2006), con le anteprime nazionali dei nuovi attesi romanzi. Per la sezione Intemporanea Atelier, sarà creata la lettura scenica dal titolo Lammerica, ispirata ai diari privati di Chiara Calda e Teresa Luongo, due donne comuni del Novecento che hanno vissuto il periodo della migrazione italiana. Prodotto in esclusiva dal festival, lo spettacolo sarà eseguito in prima assoluta. Sarà possibile, da lunedi 16 settembre, partecipare anche alle prove della mise en espace e prendere parte ai brevi seminari dedicati al lavoro di composizione scenica e interpretazione del testo autobiografico, alla ricerca e alla valorizzazione del diario privato, allideazione, alla composizione e alla sperimentazione sonora di Lammerica. 

L’Estate fiorentina si arricchisce di un altro appuntamento che unisce letteratura e teatro, una prima edizione che sosteniamo con entusiasmo. La riflessione sul contemporaneo diventa occasione di spettacolo e discussione, andando a valorizzare luoghi speciali come Oblate, Murate e cenacolo di Santa Croce. Due importanti anteprime editoriali nazionali, con Nesi e Veronesi, inoltre si svolgeranno nella nostra città grazie a questa manifestazione, a riprova dell’attenzione sempre più forte che vogliamo dare al mondo del libro a Firenze”, dichiara l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi.

Il carattere dominante delle cose’ del nostro tempo sembrerebbe la temporalità – dichiara il direttore artistico Pinangelo Marino -, evidentemente perché siamo nel tempo dei cambiamenti totali e dunque tra le cose che passano. Abbiamo ideato Intemporanea con lidea di confrontarci su questo nostro tempo vertiginoso ma anche così ricco di opportunità, provandone a raccontare il pensiero, l’arte e la cultura, fondendoci con il patrimonio storico artistico e culturale della città di Firenze”.

Le Murate. Progetti Arte Contemporanea sono, per vocazione, una fucina di eventi e produzioni artistiche a trecentosessanta gradi – spiega Valentina Gensini, direttore artistico de Le Murate. Progetti Arte Contemporeanea -. Dall’arte alla musica, dalla danza al teatro, ogni giorno diamo spazio e voce ad artisti di tutto il mondo, che accogliamo nei nostri ambienti, contribuendo e collaborando allo sviluppo dei loro progetti. Per questo siamo molto felici di presentare questa prima edizione di Intemporanea Festival e di aver collaborato a “Lammerica”, nuova produzione della compagnia teatrale Catalyst e dell’associazione Cinemareale”.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero con prenotazione.
Per info e prenotazioni: intemporanea.produzione@gmail.com

——-

Nel dettaglio, ad aprire il festival, giovedì 19 settembre alle ore 21 alla Biblioteca delle Oblate, sarà Michela Marzano (Idda è il suo ultimo romanzo, edito nel 2019 da Einaudi) con la Lectio magistralis dal titolo Sei terra che dolora e che tace…”. La conferenza, il cui titolo riprende alcuni versi di una poesia di Pavese – in omaggio al cinquantesimo anniversario della sua morteha come scopo quello di proporre, come luogo simbolico, il luogo dellamore. Ma di quale amore è possibile parlare oggi, dato che ciò che più sembra far paura è l’incontro con laltro da sé, laddove è solo con laltro che si genera amore? Lamore che propone Michela Marzano è sempre e solo il frutto del riconoscimento, anche semplicemente perché non c’è possibilità di amore quando non si è accettati e riconosciuti per quello che siamo, indipendentemente dalle aspettative e dalle pretese altruidice la scrittrice.

Il secondo appuntamento si svolgerà lunedì 23 settembre alle ore 21 presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea con la lettura scenica Lammerica, nuova produzione della compagnia teatrale Catalyst e dellassociazione Cinemareale, in collaborazione con il centro di ricerca produzione e didattica musicale Tempo Reale, per la regia di Riccardo Rombi, regista e direttore artistico di Catalyst, con le attrici Giorgia Calandrini e Dafne Tinti e le musiche originali di Giovanni Magaglio. La piéce teatrale è ispirata ai diari privati di Chiara Calda e Teresa Luongo. I diari scelti per la mise en espace provengono dalla selezione di testi eseguita per il progetto Italiani allesterodellArchivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano, realizzato con il contributo della Direzione Generale per gli Italiani allEstero e le Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.idiariraccontano.org). 

Gli ultimi due eventi del festival sono le anteprime nazionali dei nuovi attesissimi romanzi di due grandi autori italiani di fama internazionale nati in Toscana: Edoardo Nesi, mercoledì 2 ottobre alle ore 21 alla Biblioteca delle Oblate, sala Sibilla Aleramo, e Sandro Veronesi, mercoledì 30 ottobre ore 21 al Cenacolo di Santa Croce.

Lo spettacolo del 23 settembre è prodotto nell’ambito dell’Atelier 2019 di Intemporanea, realizzato in collaborazione con Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Catalyst e Tempo Reale. Sarà possibile assistere alle prove dello spettacolo Lammerica nei giorni 16, 17, 18, 19 settembre dalle ore 16 alle 19 circa, presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, alla presenza delle artiste e degli artisti. Sono previsti anche dei momenti seminariali dedicati agli aspetti tecnici e teorici della costruzione dello spettacolo ispirato ai diari privati. 

Per il programma dellAtelier, dalle ore 18 alle ore 19 a Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, martedì 17 settembre seminario sul lavoro di composizione scenica e interpretazione del testo autobiografico, con Riccardo Rombi, direttore artistico della compagnia teatrale Catalyst; mercoledì 18 settembre seminario sul lavoro di ricerca e valorizzazione del diario privato, con Natalia Cangi, direttrice dell’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano; giovedì 19 settembre seminario sul lavoro di ideazione e composizione sonora per lo spettacolo Lammerica, con Giovanni Magaglio (Tempo Reale).

———

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

INTEMPORANEA INCONTRI
Per info e prenotazioni: intemporanea.produzione@gmail.com

Giovedì 19 settembre ore 21, Biblioteca delle Oblate Sala Sibilla Aleramo 

Michela Marzano Lectio magistralis: Sei terra che dolora e che tace…”

-Lunedì 23 settembre, ore 21, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea

Lettura scenica Lammerica(mise en espace)

-Mercoledì 2 ottobre ore 21, Biblioteca delle Oblate Sala Sibilla Aleramo 

Edoardo Nesi presenta il nuovo romanzo 

-Mercoledì 30 ottobre, ore 21, Cenacolo di Santa Croce

Sandro Veronesi presenta il nuovo romanzo 

———–

INTEMPORANEA ATELIER

Da lunedì 16 a giovedì 19 settembre dalle ore 16 alle ore 19, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea
Sarà possibile assistere alle prove dello spettacolo Lammericae ai seminari.

Orari e temi dei seminari

Martedì 17 settembre ore 18.00 – 19.00 : Seminario sul lavoro di composizione scenica e interpretazione del testo autobiografico, con Riccardo Rombi, Direttore artistico della compagnia teatrale Catalyst;
Mercoledì 18 settembre ore 18.00 – 19.00 : Seminario sul lavoro di ricerca e valorizzazione del diario privato, con Natalia Cangi, direttrice dell’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano;
Giovedì 19 settembre ore 18.00 – 19.00 : Seminario sul lavoro di ideazione e composizione sonora per lo spettacolo Lammerica, con Giovanni Magaglio (Tempo Reale).