“La Vita in Diretta” con Alberto Matano e Lorella Cuccarini

Presentata alla stampa la nuova edizione del programma televisivo in onda su Rai1 dal 9 settembre 2019

0
332
La Vita In Diretta
Foto Ufficio Stampa Rai

Tanta voglia di sintonia con il pubblico da casa

Uno studio tutto nuovo, una nuova coppia di conduttori, tante novità nei toni e nei contenuti. Ma soprattutto una rinnovata sintonia con il pubblico da casa. Tutto questo si propone La Vita in Diretta, storico programma del pomeriggio di Rai1 presentato alla stampa nella sede di viale Mazzini dalla direttrice di rete Teresa De Santis. Al suo fianco Alberto Matano e Lorella Cuccarini, i due volti da lei stessa fortemente voluti al timone dell’edizione che partirà il 9 settembre 2019. In onda tutti i giorni dal lunedì al venerdì, la trasmissione avrà inizio alle ore 16.00 per poi cominciare dal 14 ottobre 2019 alle ore 16.50 lasciando spazio alla soap Il Paradiso delle Signore. Si chiuderà alle 18.50.

Una coppia di conduttori del tutto inedita

Due persone con un’articolata storia professionale alle spalle apparentemente differente, ma che hanno subito trovato una bellissima intesa reciproca”. Teresa De Santis parla in questi termini di Alberto Matano e Lorella Cuccarini. Vent’anni di giornalismo radiofonico e televisivo per lui che dal 2012 e fino a pochi giorni fa è stato volto del TG1 prima delle 13.30 e poi delle 20.00. Un lunghissimo elenco di esperienze a tutto tondo per lei che, nata con il grande varietà degli anni ’80 (Fantastico 6 e Fantastico 7) e conduttrice negli anni di tre edizioni di Domenica In, ha anche saputo far cambiare pelle al proprio successo spostando versatilità e talento in direzione dei palcoscenici teatrali. L’ottima sintonia tra i due è confermata dalle loro dichiarazioni di stima reciproca: “Con Alberto ci accomuna la passione e l’amore per questo mestiere” dice Lorella, e Matano prosegue “Lorella è una grande lavoratrice, professionista, puntuale”.

Attualità, cronaca ma anche tanta voglia di leggerezza

Nuovi ingredienti dicevamo per l’edizione 2019-20 de La Vita in Diretta. O meglio, distribuiti in modo diverso rispetto al passato. Con la voglia di alleggerire. Spazio perciò non solo all’attualità e alla cronaca ma anche per l’intrattenimento e per tante storie positive. “Ci piacerebbe raccontare l’Italia bella di cui non si parla. Con spirito di servizio e umiltà” dice Lorella Cuccarini, con riferimento a quelle persone che nel nostro Paese ogni giorno sanno spendersi, in silenzio, per gli altri. È però Alberto Matano a sottolineare un punto importante: “In tanti mi fermano per strada chiedendomi meno cronaca nera. Cercheremo quindi di non indugiare su fatti che non meritano di essere cosi accesi”.

Concetto fondamentale che emerge dal dialogo con i giornalisti è inoltre il forte desiderio dei due colleghi di contaminare i propri reciproci mondi a servizio dei telespettatori. È ancora Matano a spiegare: “Lavoreremo spesso insieme. Vogliamo far sentire le persone a casa, con due ospiti che li guidano offrendo loro il racconto della realtà”. Rispondendo a precisa domanda, si chiarisce poi che La Vita in Diretta non farà politica ma sarà presente sui temi di maggior dibattito affrontando senza paura questioni di grande interesse per le famiglie e i cittadini. E si darà voce anche a chi è in difficoltà con il ritorno prepotente di storie simili a quelle già raccontate da Matano con Sono innocente, su Rai3.

Appuntamento dunque su Rai1 dal 9 settembre 2019. Per regalare al pubblico una compagnia costruttiva che sappia intrattenere e al contempo fornire strumenti per riflettere. Assecondando quello che da sempre è lo spirito del servizio pubblico. E senza l’ansia degli ascolti.

LEAVE A REPLY