“Ritorni” di Fredrick Brattberg

Dal 4 al 6 ottobre, ore 21, al Teatro della Limonaia, Sesto Fiorentino (FI)

0
289

produzione Intercity/Teatro delle Donne
di Fredrik Brattberg
regia di Fabio Mascagni
con Roberto Gioffrè, Vania Rotondi e Simone Iosue
traduzione Cristina Falcinella
assistente alla regia Cosimo Parretti
coreografie di Valerio Cassa
prima assoluta in italiano

——-

Un padre alla finestra, preoccupato per la noncuranza dei vicini con il loro cane, non sanno davvero tenerlo legato…
Una madre che fa la calza sul divano e reclama la presenza del marito al suo fianco.
Una vita familiare in sospeso, stravolta dal dolore per la misteriosa sparizione del figlio quasi ventenne.
Morto. Morto? Forse….
Un funerale e la vita in qualche modo può ricominciare. Ma il figlio torna, emaciato e sporco, a reclamare il suo posto a tavola. Di nuovo sparisce e di nuovo riappare, ma ad ogni apparizione del ragazzo, la madre e il padre sono sempre più indaffarati, distratti e a lungo andare anche infastiditi. L’assenza del figlio a poco a poco si normalizza tanto che Gustav deve rimorire e rinascere sempre più in fretta per cercare invano di scuotere i genitori dalla loro crescente indifferenza. Il nostro povero figliolo non c’è più, ma chissà, che pace, forse si sta anche meglio senza, con tutto lo spazio che occupava, no?
In calando la tensione drammatica e la ricercatezza del menù. In crescendo la ripetizione inverosimile di morti e resurrezioni, sempre più ravvicinate verso l’esasperata perdita di controllo finale.
Sull’apertura funerea da dramma familiare intimo, presto s’insinua una comicità grottesca fino alla commedia dell’assurdo con toni da farsa lugubre.

——-

Fredrik Brattberg, è pluripremiato autore norvegese. Le sue opere sono state messe in scena in diversi paesi del mondo e tradotte in quasi venti lingue. La sua opera “The Returning” (Ritorni) è stata prodotta dalla Scandinavian American Theatre Company di New York nel 2013. Brattberg ha scritto moltissime opere per il teatro, dirette da importanti registi in tutto il mondo. È stato nominato per il premio “Le Prix Gogot” nel 2016, ha vinto numerosi riconoscimenti in ambito teatrale e culturale: vincitore dell’Ibsen Awards nel 2012, del premio alla cultura di Porsgrunn nel 2015 e del Ferdinand Vanek Award nel 2017.

Fabio Mascagni, Diplomato presso la Scuola di Teatro Laboratorio Nove diretta da Barbara Nativi a Firenze nel 1999. Prosegue la sua formazione d’attore partecipando a Drama In Scena, corso CEE sulla Drammaturgia Contemporanea Internazionale, diretto tra gli altri da Martin Crimp, Xavier Durringer, David Ferry. Vive e lavora a Berlino per circa un anno, dove con artisti provenienti da varie nazioni Europee partecipa alla creazione di uno spettacolo tratto dal Decamerone diretto da Ingo Kerkoff. Per cinque anni è uno dei componenti della compagnia stabile del Teatro Metastasio di Prato diretta da Paolo Magelli. Lavora per il cinema e la televisione.

Info e prenotazioni
www.teatrodellalimonaia.it

LEAVE A REPLY